Descrizione

Ci sentiamo esasperati dai nostri genitori? Viviamo come un peso il rapporto con loro? Ci annoiamo o ci irritiamo? Oppure, da madre o da padre, siamo delusi, feriti dai comportamenti dei nostri figli, o contrari alle loro scelte? Siamo schiacciati dal senso di colpa o di impotenza?
Sono segnali che ci dicono che dovremmo apportare un cambiamento a quella relazione, con tutto l’amo­re possibile.
Ma come svolgere il nostro ruolo di figlio o di figlia, una volta raggiunta l’età adulta? E come, dal canto opposto, essere buoni genitori di figli ormai cresciuti?
Sylvie Galland affronta questi temi, basando le sue riflessioni su più testimonianze. Presenta gli adattamenti necessari nella relazione tra genitori e figli durante le diverse età della vita, che, con l’invecchiamento dei primi, possono portare fino all’inversione dei ruoli. Descrive le condizioni che ostacolano il progresso reciproco e suggerisce possibili vie d’uscita da compiti, lealtà e sistemi relazionali costrittivi per entrambi.
Con quale obiettivo? Che genitori e figli, insieme, possano trovare un sano distacco che permetta l’ascolto e il riconoscimento vicendevole, incontri autentici e una comunicazione vivace.

“Migliaia di libri descrivono e analizzano il rapporto tra genitori e figli, dal concepimento alla fine dell’adolescenza. E poi? Che cosa succede in seguito tra gli adulti e i loro genitori?”

Sylvie Galland delinea un viaggio attraverso i cambiamenti necessari nella relazione genitori-figli dalla sua origine e secondo le tappe della vita adulta. Nel percorso, mostra come far evolvere la comunicazione tra ascendenti e discendenti e come riconfigurare il rapporto che li lega, perché non si trasformi in un laccio che soffoca la vita degli uni e degli altri.

Conosci l’autore

Sylvie Galland

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Novembre, 2020
Collana: 
Urra Feltrinelli
Pagine: 
144
Prezzo: 
13,00€
ISBN: 
9788807091452
Genere: 
Saggistica 
Traduttore: 
Fabrizia Berera