Descrizione

Quello di Leila Guerriero non è un racconto di fantasia ma una storia vera. Non è una storia estrema, né di eroismo, né di deriva, né di coraggio. È la storia semplice di un uomo comune che insegue un sogno e per realizzarlo è capace di ipotecare anni di vita e di risparmi. La cosa curiosa è che il sogno di quest’uomo è tutt’altro che straordinario: vincere una gara di ballo, diventare campione di malambo, una danza folkloristica dei gaucho argentini, che dura pochi minuti ma richiede la preparazione fisica e psicologica di un centometrista. 
Tutto si svolge a Laborde, una cittadina come altre, perduta nell’immensità della pampa, e riguarda una comunità ristretta in cui il campione di malambo assume i connotati di un eroe olimpico. Leila Guerriero decide di capire fino in fondo i meccanismi di questo microcosmo e dei personaggi, a tratti inverosimili, che lo popolano, trascinando il lettore, a forza di suspense e coup de théâtre, in un reportage capace di emozionare come un romanzo.

“Il giornalismo di Leila Guerriero è quello dei migliori redattori del ‘New Yorker’, per trovare un livello di eccellenza paragonabile: implica un lavoro rigoroso, una ricerca estesa e uno stile di precisione matematica.” Mario Vargas Llosa

Conosci l’autore

Leila Guerriero

Leila Guerriero nasce a Junín, in provincia di Buenos Aires, nel febbraio 1967. Ha iniziato la sua carriera giornalistica nel 1991, per il quotidiano argentino Página/12. Da allora i suoi testi sono apparsi su “La Nación” e “Rolling Stone” in Argentina; “El País” e “Vanity Fair” in Spagna; “El Malpensante” e “SoHo” in Colombia; “Gatopardo” e “El Universal” in Messico; “Etiqueta Negra” in Perù; “Paula” e “El Mercurio” in Cile; “Granta” in Gran Bretagna; “Lettre Internationale” in Germania e Romania; “Internazionale” in Italia, e su molte altre testate. Nel 2010 il suo testo El Rastro en los huesos, pubblicato ne “El Pais Semanal” e nel “Gatopardo”, ha ricevuto il premio CEMEX-FNPI dall’omonima fondazione creata da Gabriel García Márquez. I suoi lavori sono stati inclusi nelle antologie Mejor que ficción (Anagrama, 2012) e Antologia de crónica latinoamericana actual (Alfaguara, 2012). Nel 2013 ha vinto il premio González-Ruano di giornalismo. In Italia ha pubblicato Suicidi in capo al mondo (Marcos Y Marcos, 2005) e Una storia semplice (Feltrinelli, 2014).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2014
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
112
Prezzo: 
12,00€
ISBN: 
9788807030994
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Vittoria Martinetto