Descrizione

Pietro, tredici anni, scrive a Marianna, la chiama con mille nomi diversi oppure la contrae in una M puntata. Sappiamo che Marianna è una presenza sfuggente, anche eroticamente sfuggente, ma, aspetto ben più decisivo, sappiamo che è il suo unico interlocutore. E Pietro scrive. Scrive perché ha assolutamente bisogno di raccontare, di evocare desideri, di squadernare misteri, di dare una forma al caos della sua vita famigliare. Pietro e la sorellina, altrimenti chiamata ‟la mocciosa”, sono in balia dei genitori che si detestano e di una coppia di anziani baciapile, i Nespola, ai quali spesso vengono affidati. Vicini di casa e legati alla madre da un oscuro legame di dipendenza, i Nespola ammanniscono cibi ributtanti, pregano, tramano nell’ombra e sparlano del padre. Pietro e la sorellina capiscono che se l’ostilità fra i genitori diventa sempre più profonda è anche perché l’intrusione dei Nespola si fa sempre più minacciosa. Pietro addensa intorno a questa minaccia cupe fantasie di terroristi, di rapimenti, di delitti. Di tanto in tanto coglie sprazzi luminosi, quasi la realtà volesse lasciare intendere che una beatitudine esiste: un sorriso della madre, una gita al lago con il padre, il seno generoso della compagna di banco. Ma sono tracce sempre più sottili. Pietro vuole una vita normale. La vuole per sé e per la ‟mocciosa”. Vuole giustizia. E per avere giustizia, è pronto a tutto. È pronto a tradurre in un concreto piano di liberazione quello che era solo il sobbollire di un’immaginazione sofferente.

Premi e Riconoscimenti

  • 2006 - Super Premio Mondello - Super Premio Mondello

Conosci l’autore

Paolo Di Stefano

Paolo Di Stefano, nato ad Avola (Siracusa) nel 1956, giornalista e scrittore, già responsabile della pagina culturale del “Corriere della Sera”, dove attualmente è inviato speciale, ha lavorato anche per “la Repubblica” e per la casa editrice Einaudi come editor. Ha insegnato Cultura giornalistica alla facoltà di Lettere dell’Università Statale di Milano. Tra le sue opere ricordiamo: la raccolta di poesie Minuti contati (Scheiwiller, 1990), l’intervista con Giulio Einaudi, Tutti i nostri mercoledì (Casagrande, 2001), il romanzo Nel cuore che ti cerca (Rizzoli, 2008), La catastròfa (Sellerio, 2011, premio Volponi), sulla tragedia di Marcinelle; Giallo d'Avola (Sellerio, 2013), Ogni altra vita (il Saggiatore, 2015), I pesci devono nuotare (Rizzoli, 2016), La parrucchiera di Pizzuto (con il nome di Nino Motta, Bompiani, 2017), Respirano i muri (con il fotografo Massimo Siragusa, Contrasto 2018) e il romanzo per ragazzi Sekù non ha paura (Solferino, 2018). Con Feltrinelli ha pubblicato i romanzi Baci da non ripetere (1994, premio Comisso per la narrativa), Azzurro, troppo azzurro (1996), Tutti contenti (2003, premi super Flaiano, super Vittorini, Chianti, finalista premio Città di Bari), Aiutami tu (2005, premio Mondello 2006), e il reportage La famiglia in bilico (2001), oltre a l’introduzione a La mite (1997) di Dostoevskij per i “Classici”.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2005
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
205
Prezzo: 
15,00€
ISBN: 
9788807016837
Genere: 
Narrativa