Descrizione

Quando si pensa a Piero Gobetti si pensa soprattutto all’uomo politico, all’oppositore del fascismo. Morto a Parigi prima di compiere venticinque anni, Gobetti fu uno straordinario poligrafo. Fondatore di riviste, animatore editoriale (pubblicò la prima edizione di Ossi di seppia di Montale), studioso, toccò con una scrittura duttile ed efficace i generi più diversi. L’abbozzo autobiografico e il diario, la critica teatrale (spesso ferocissima), la riflessione letteraria (autori italiani come Dante,  Alfieri, Pirandello, gli amati russi come Gogol), la ricerca sull’arte, con affascinanti studi su alcuni pittori tra Quattro e Seicento e su un maestro novecentesco come Casorati, il ritratto umano (Eleonora Duse, Giacomo Matteotti, il Mussolini delle origini, Rosa Luxemburg), la scrittura di viaggio, il pamphlet politico. Paolo Di Paolo, che a Gobetti ha dedicato il romanzo Mandami tanta vita, raccoglie in questo volume una scelta delle “scritture” di Gobetti, con l’intento di avvicinarlo a nuovi lettori. E di far riscoprire a chi lo conosce la vivacità dello stile, l’intensità della prosa di un ventenne di genio. 

“Essere ad ogni momento noi... Sentire il palpito esultante e inebriante della vita, sempre”

 

 

Recensioni d'autore

  • Un insolito intreccio tra politica e amore.

  • Un valore politico che regge la sfida del tempo.

  • Mancava un'antologia scorrevole ma seria dei suoi scritti in grado di fare conoscere, soprattutto ai lettori di oggi, la genialità di un giovane uomo, scomparso non ancora venticinquenne.

  • L'esilio, un mondo.

  • Un suggestivo profilo di Gobetti scrittore a tutto tondo.

Conosci l’autore

Piero Gobetti

Piero Gobetti (1901-1926), nato a Torino da genitori di origine contadina, si iscrisse alla Facoltà di Giurisprudenza della sua città, formandosi con maestri come Luigi Einaudi. Nel 1918 diede inizio alla sua attività giornalistica, collaborando tra l’altro con “L'Ordine Nuovo” e fondando più avanti riviste come “La Rivoluzione liberale” e “Il Baretti”. Nel 1923 fondò una casa editrice che in poco più di due anni avrebbe stampato centinaia di titoli, fra cui la prima edizione di Ossi di seppia di Montale. La lotta politica antifascista gli causò diverse aggressioni che lo costrinsero a lasciare l’Italia per Parigi, dove morì il 15 febbraio 1926. Feltrinelli ha pubblicato Avanti nella lotta, amore mio! Scritture 1918-1926 (2016; a cura di Paolo di Paolo).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Gennaio, 2016
Collana: 
Universale Economica
Pagine: 
224
Prezzo: 
9,50€
ISBN: 
9788807887307
Genere: 
Tascabili 
Curatore: 
Paolo Di Paolo