Descrizione

L’ambiente è quello descritto così bene da Louise Erdrich ne La casa tonda e nei suoi romanzi precedenti: le riserve indiane degli stati settentrionali americani, quelli al confine con il Canada, in questo caso il North Dakota. Qui il romanzo si apre, all’inizio del Novecento, con la breve descrizione di una strage. Qualcuno ha sterminato una famiglia, lasciando viva, aggrappata alle sbarre del lettino, solo una bambina. Questo delitto – mai risolto nel corso degli anni – sarà soltanto la prima di una lunga serie di vicende, drammatiche e comiche in giusta proporzione, che ci verranno raccontate di volta in volta da Evelina Harp, controfigura dell’autrice tra infanzia e adolescenza; da suo nonno, il vecchissimo Mooshum, grande affabulatore di aneddoti e tall stories nella tradizione pellerossa; e dal giudice Antone Bazil Coutts, un sanguemisto che dopo aver diretto per anni un cimitero occupa lo scranno di magistrato delegato a dirimere piccole controversie secondo le leggi tribali in vigore.

Recensioni d'autore

  • Erdrich gioca, da abilissima scrittrice quale è, su piani diversi e mescola il grottesco all'epico, il romanzo di formazione al memoriale di due vecchie ormai al tramonto in una città senza futuro. Il romanzo è ancora un romanzo, come si diceva una volta, totale. Un senso di devastazione lo pervade e alla fine l'impressione è che non ci sia speranza per gli abitanti di Pluto, città in disarmo che un po' tutti ci rappresenta.

  • Arrivi in fondo e vorresti ricominciare, immediatamente. Il giorno dei colombi è un romanzo da cui ci si congeda con grandissima difficoltà.

4 4
  • Si può tentare di addomesticarla, la Erdrich, paragonandola ad altri.ma non funziona. Louise Erdrich assomiglia solo a se stessa, e qui sta la sua forza.

  • Percorsi che sembrano lontani e invece torneranno a chiudersi in un cerchio, perché l'autrice non rischia mai, nemmeno per un attimo, di perdersi nelle sue magiche, avvolgenti trame. E noi lettori non vorremmo mai uscirne.

Conosci l’autore

Louise Erdrich

Louise Erdrich è autrice di quattordici romanzi, poesie, racconti, libri per l’infanzia e di un memoir sulla sua precoce maternità. Molto premiata per la sua opera, è unanimemente considerata una delle più importanti scrittrici americane contemporanee. Ha pubblicato con Feltrinelli: Tracce (1992), La casa di betulla (2006), Passo nell’ombra (2011), La casa tonda (2013), con cui si è aggiudicata il National Book Award 2012, Il giorno dei colombi (2013), finalista al premio Pulitzer per la narrativa nel 2009, LaRose (2016), che gli è valso il National Book Critics Circle Awards, e La casa futura del Dio vivente (2018). Vive in Minnesota con le figlie ed è la proprietaria di Birchbark Books, una piccola libreria indipendente.

 

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Aprile, 2014
Collana: 
I Narratori
Pagine: 
400
Prezzo: 
19,00€
ISBN: 
9788807030857
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Vincenzo Mantovani