Descrizione

Supplizi capitali, deportazioni spietate, ovattati isolamenti. In questo corso, uno dei più importanti del suo insegnamento al Collège de France, Michel Foucault si interroga sul significato delle punizioni che l’Europa, nel corso dei secoli, ha predisposto per chi trasgrediva la legge e incorreva nelle sue sanzioni. Per la prima volta possiamo toccare con mano la straordinaria documentazione da cui Foucault ricaverà le sue celebri analisi sul potere sovrano, sul potere disciplinare e sul paradigma biopolitico. Ed ecco che il patibolo, le prigioni, i lavori forzati, le torture più feroci, l’isolamento più silenzioso diventano lo specchio di ciò che l’Europa è stata ed è diventata nel corso dei secoli. C’è stato il tempo della punizione spettacolare e granguignolesca e quello della pena silenziosa e sottratta agli sguardi, il tempo del potere che inscena la sua magnificenza e quello del potere che si nasconde, il tempo del potere che dà la morte e quello del potere che amministra minuziosamente la vita dei cittadini.
In questo specchio straniante vediamo prendere forma decisioni epocali circa i rapporti tra soggetto e potere, legalità e illegalità, ordine e disordine. La fabbrica, la scuola, l’ospedale, il manicomio sono continuamente evocati nel discorso di Foucault come altrettanti luoghi in cui si decide del confine ambiguo tra detenzione e rieducazione, istruzione e addestramento, cura del corpo e ortopedia dell’anima. Sullo sfondo di queste pagine, un’ipotesi finora meno evidente nell’itinerario foucaultiano: che la guerra civile non costituisca affatto una condizione eccezionale per le nostre società, ma sia lo stato normale, la materia sottostante, la stoffa eterna di cui è fatto il potere.

 

“Ciò che vorrei mostrare è questo gioco, nella società del xix secolo, tra una guerra civile permanente e le tattiche opposte del potere.”

Recensioni d'autore

  • Ripercorrere queste Lezioni di Michel Foucault significa immergersi nelle temperie parigine del dopo '68.

Conosci l’autore

Michel Foucault

Michel Foucault (1926-1984) è stato filosofo, archeologo dei saperi, saggista letterario. Autore di opere di importanza fondamentale per il pensiero contemporaneo, ha insegnato al Collège de France dal 1971 all’anno della morte. Feltrinelli ha pubblicato: Scritti letterari (1971), La storia della sessualità (3 voll., 1984-1985) e Archivio Foucault (3 voll., 1996-1998). Ha in corso di pubblicazione l’intera collezione dei corsi. Sono già disponibili: “Bisogna difendere la società” (1998), Gli anormali (2000), L’ermeneutica del soggetto (2003), Il potere psichiatrico (2004), Sicurezza, territorio, popolazione (2005), Nascita della biopolitica (2005), Il governo di sé e degli altri (2009), Il coraggio della verità (2011), Del governo dei viventi (2014), Lezioni sulla volontà di sapere (2015), La società punitiva (2016), Soggettività e verità (2017), Teorie e istituzioni penali (2019).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Marzo, 2016
Collana: 
Campi Del Sapere
Pagine: 
384
Prezzo: 
35,00€
ISBN: 
9788807105166
Genere: 
Saggistica, Università 
Traduttore: 
Deborah Borca
Curatore: 
Pier Aldo Rovatti
Traduttore: 
Pier Aldo Rovatti