Descrizione

“Un campanello d’allarme per lo stato di salute delle nostre democrazie.” Il Foglio

Negli ultimi anni sembra che la democrazia abbia preso una piega inquietante. Nei paesi in cui l’adesione di tutti i cittadini al sistema di valori che propone era considerata un’ovvietà, il consenso per i partiti di estrema destra e per i populismi non ha fatto che aumentare a ogni tornata elettorale, e la degenerazione del discorso politico è sopravvissuta alla fine della crisi economica. Ovunque la richiesta di costruire muri, di respingere i flussi migratori, di ripristinare misure protezionistiche e far prevalere i sentimenti nazionalistici è sempre più forte da parte dei cittadini. Il legame tra liberalismo e democrazia, spiega Yascha Mounk, non è più così indissolubile come credevamo. Siamo entrati in una nuova era politica, con la quale chi ancora crede nella sovranità del popolo in democrazia dovrà fare i conti. Mentre le istituzioni si riempiono di milionari e tecnocrati, i cittadini conservano i diritti civili e le libertà economiche, ma vengono esclusi dalla vita politica. D’altra parte, il successo di Putin in Russia, di Orbán in Ungheria, di Erdoğan in Turchia e di Kurz in Austria è il segno di una democrazia che si priva sempre più della capacità di garantire diritti ai propri cittadini e si trasforma in una tirannia della maggioranza.

Video

Recensioni d'autore

  • Per lui il populismo è quasi sinonimo di tirannide razzista.

  • Ovunque, in Occidente, l'onda nera dei populismi minaccia le democrazie liberali.

4 4
  • La democrazia liberale negli ultimi anni si è logorata fino a incrinarsi e oggi viviamo una frattura che si va allargando...

  • Un campanello d'allarme per lo stato di salute delle nostre democrazie.

  • Una riflessione molto corposa e ben strutturata a tutto tondo.

  • Il teorico politico Yascha Mounk ha analizzato la situazione e si dice decisamente preoccupato per l'ascesa al potere dei populismi anche in Italia.

  • Mounk, docente di Harvard appartenente ad una nuova generazione di pensatori che indaga la frattura tra liberismo e democrazia.

  • Tanto ha fatto discutere nell'edizione in inglese.

  • Tagliente nei giudizi, chiaro nell'esporre il suo punto di vista e capace di offrire una visione semplice di un mondo tuttavia complesso.

Conosci l’autore

Yascha Mounk

Yascha Mounk è nato a Monaco di Baviera nel 1982. Insegna Teoria politica al dipartimento di Studi governativi di Harvard. È Postdoctoral Fellow presso la German Marshall Fund’s Transatlantic Academy e Nonresident Fellow del Political Reform Program presso New America. Scrive su diverse testate internazionali, tra cui il “New York Times”, “Slate” e “Die Zeit”. Oltre a tedesco e inglese, parla fluentemente italiano e polacco. Per Feltrinelli ha pubblicato Popolo vs Democrazia. Dalla cittadinanza alla dittatura elettorale (2018).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Maggio, 2022
Collana: 
Universale Economica Saggi Rossi
Pagine: 
336
Prezzo: 
14,00€
ISBN: 
9788807896682
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Francesca Pe'