Descrizione

Un boeing 747 con a bordo 323 passeggeri è costretto da una tempesta di neve ad atterrare in una località sperduta nei pressi di Tokyo. Il volo seguente è previsto per la mattina dopo. Alcuni passeggeri riescono a trovare una sistemazione di fortuna, ma per tredici di loro non rimane altro che passare la notte in quel piccolo aeroporto. Si tratta di persone diversissime e delle origini più disparate; la situazione di disagio e le contingenze li spingeranno a lasciare da parte stanchezza e malumore, a riunirsi in cerchio e a raccontarsi, a turno, delle storie.
Allora prende forma la vicenda del principe Ibrahim e del povero sarto che, preparate per lui e il suo seguito bellissime vesti, verrà rifiutato e si ritroverà, amareggiato e solo, a meditare sulle rive del mare. O la storia londinese di Thomas, che la vita porterà a iniziare un business del tutto particolare: recuperare i ricordi rimossi delle persone per poi rivenderglieli. O ancora storie che raccontano di miliardari indiani, di studiosi tedeschi appassionati di mappe, di esistenze che cambiano radicalmente e tragicamente per l’installazione di blocchi stradali, del figlio di Robert De Niro concepito in una lavanderia a gettoni…Tredici piccole parabole struggenti e profonde, in cui all’aspetto spirituale dell’Oriente si mescolano elementi più sperimentali, tipici della cultura occidentale, con le sue contraddizioni, i suoi malesseri, i suoi legami con la tecnologia e con gli aspetti più razionali dell’esistenza.
Quando alle prime luci dell’alba cominciano ad arrivare in aeroporto gli altri passeggeri e si preparano i biglietti e le valigie per la partenza, per i tredici che hanno trascorso la notte a raccontarsi le storie (e per il lettore) è come svegliarsi da un sogno.
Ambientate in luoghi diversissimi, che vanno dall’Oriente all’Europa, al Sud America, le tredici storie sono incastonate in una cornice sul modello del Decameron e portano il lettore in un mondo magico, veloce e appassionato, in cui i personaggi si divincolano come possono tra le inquietudini e i drammi di un’esistenza spesso illeggibile, surreale e crudele, fronteggiando tragedia e lieto fine senza porsi troppe domande.

Conosci l’autore

Rana Dasgupta

Rana Dasgupta (Canterbury, 1971), scrittore britannico di origini indiane, è cresciuto a Cambridge. Ha studiato Letteratura francese presso il Balliol College di Oxford, pianoforte al conservatorio Darius Milhaud di Aix-en-Provence e Communication Arts all’University of Wisconsin-Madison. Ha lavorato alcuni anni per un’impresa di marketing, prima a Londra, poi a Kuala Lumpur, e infine a New York, periodo durante il quale ha abbozzato il progetto di un ciclo di storie sulle città contemporanee. Nel 2001 si è trasferito a Delhi per dedicarsi interamente alla scrittura. Il suo primo libro, Tokyo Cancelled (Feltrinelli, 2006), un ciclo di storie sul modello di Boccaccio e Chaucer, è una mappa immaginaria del mondo contemporaneo. Feltrinelli ha pubblicato anche Solo (2011) e Delhi (2015).

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Settembre, 2006
Collana: 
I Canguri
Pagine: 
355
Prezzo: 
16,50€
ISBN: 
9788807701818
Genere: 
Narrativa 
Traduttore: 
Silvia Rota Sperti