Ricerca Autori

Autori lettera R

    Enrico Rava

    Enrico Rava

    Enrico Rava (1939) è cresciuto a Torino dove ha cominciato a suonare da autodidatta il trombone in bande dixieland. Ha collaborato con importanti musicisti come Gato Barbieri, Steve Lacy, Lee Konitz, Pat Metheny, Michel Petrucciani, Joe Henderson, Paul Motian, Richard Galliano e Roswell Rudd. Nel 1972 incide il suo primo album da leader di un quartetto, Il giro del giorno in 80 mondi. Con questa nuova formazione suona in vari club newyorkesi, in giro per l’Argentina e l’Europa riscuotendo molti consensi. In seguito ha registrato con musicisti italiani, americani ed europei, fra i quali Massimo Urbani, Stefano Bollani e John Abercrombie. Per Enrico Rava le influenze principali sono state Miles Davis e Chet Baker. In seguito ha registrato con musicisti italiani, americani ed europei, fra i quali Massimo Urbani, Stefano Bollani e John Abercrombie. Ha scritto Note necessarie (minimum fax, 2004) e Incontri con musicisti straordinari (Feltrinelli, 2011).

    Vai alla scheda >>

    Giosuè Ravaioli

    Giosuè Ravaioli

    Vai alla scheda >>

    Marcello Ravveduto

    Marcello Ravveduto

    Marcello Ravveduto, ricercatore di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Salerno, studia la modernizzazione delle mafie e gli intrecci tra cultura popolare e mentalità criminale. Ha scritto Libero Grassi. Storia di un siciliano normale (Ediesse, 1997), Le strade della Violenza (l’ancora del mediterraneo, 2006, Premio Napoli per la saggistica), Napoli… Serenata calibro 9. Storia e immagini della camorra tra cinema sceneggiata e neomelodici (con la prefazione di Giuliano Amato; Liguori, 2007). Ha curato l’antologia sulle mafie Strozzateci Tutti (Aliberti, 2010), vincitrice del Premio Paolo Giuntella per la saggistica di impegno civile. Ha curato inoltre l’antologia Novantadue. L’anno che cambiò l’Italia (Castelvecchi, 2012). Nel 2005 ha vinto il Premio nazionale Marcello Torre per l’impegno civile. È stato coautore della trasmissione radiofonica Parole fuori dal vulcano (Radio Rai Tre, 2010). È presidente dell’associazione antiracket Coordinamento Libero Grassi. È editorialista della rivista “Narcomafie”, collabora con l’Osservatorio sulla camorra e sull’illegalità e coordina il blog strozzatecitutti.info (aderente alla rete nazionale de “ilfattoquotidiano.it”). Con Feltrinelli ha pubblicato Libero Grassi. Storia di un’eresia borghese (2012).

    Vai alla scheda >>

    John Rawls

    John Rawls

    John Rawls (1921-2002), considerato tra i massimi filosofi politici del Ventesimo secolo, è stato professore emerito alla Harvard University, dove ha insegnato dal 1962 al 1991. Tra i suoi testi tradotti in italiano ricordiamo: Una teoria della giustizia (Feltrinelli, 1982, 2008); Unità sociale e beni primari, in Utilitarismo e oltre, a cura di Amartya Sen e Bernard Williams (il Saggiatore, 1984); Il liberalismo politico (Edizioni di Comunità Einaudi, 1994); Il diritto dei popoli (Edizioni di Comunità Einaudi, 2001); Saggi. Dalla giustizia come equità al liberalismo politico (Edizioni di Comunità Einaudi, 2001); Giustizia come equità. Una riformulazione (Feltrinelli, 2002); Lezioni di storia della filosofia morale (Feltrinelli, 2004) e Lezioni di storia della filosofia politica (Feltrinelli, 2009).

    Vai alla scheda >>

    Ermanno Rea

    Ermanno Rea

    Ermanno Rea (Napoli, 1927 - Roma, 2016), giornalista, scrittore e fotografo, ha collaborato con numerosi quotidiani e settimanali. Con Feltrinelli ha pubblicato: La fabbrica dell’obbedienza. Il lato oscuro e complice degli italiani (2011), il suo libro di fotografie 1960. Io reporter (2012), La dismissione (2014; già Rizzoli, 2002), Il sorriso di don Giovanni (2014), Mistero napoletano (2014; già Einaudi, 1995, vincitore del premio Viareggio 1996), Il caso Piegari. Attualità di una vecchia sconfitta (2014), Napoli Ferrovia (2015; già Rizzoli 2007), Nostalgia (2016), Fuochi fiammanti a un’hora di notte (2017; già Rizzoli 1998, premio Campiello 1999), Il Po si racconta. Uomini donne paesi e città di una Padania sconosciuta (2017; già il Saggiatore 1990). Ha inoltre pubblicato L’ultima lezione. La solitudine di Federico Caffè scomparso e mai più ritrovato (Einaudi, 1992).

    Vai alla scheda >>

    Lesley Reader

    Lesley Reader

    Lesley Reader è una psicologa, una viaggiatrice e una scrittrice. Conosce l’Asia fin dagli anni Ottanta avendo viaggiato e vissuto in Buthan e Thailandia. Una volta tornata a Londra, ha contribuito alla stesura della Rough Guide dedicata alla Cina, è coautrice di quella sull’Indonesia e del volume dedicato a Bali&Lombok.

    Vai alla scheda >>

    Ready-made

    Ready-made

    Vai alla scheda >>

    Damiano Rebecchini

    Damiano Rebecchini

    Damiano Rebecchini insegna Letteratura russa all’Università di Milano. Conta numerose pubblicazioni al suo attivo, sia in italiano sia in russo. Per i “Classici” Feltrinelli ha tradotto e curato Delitto e castigo (2013) di Dostoevskij.

    Vai alla scheda >>

    Clemente Rebora

    Clemente Rebora

    Clemente Rebora, poeta nato a Milano nel 1885, collabora con la “Voce”, insegna, combatte nella Prima guerra mondiale dove viene gravemente ferito, poi dopo una crisi religiosa si converte al cattolicesimo, nel 1931 entra in convento e viene ordinato sacerdote nel 1936. Muore a Stresa nel 1957. Tra le sue raccolte di poesia ricordiamo: Frammenti lirici (1913), Canti anonimi (1922) e Canti dell’infermità (1957). Ha tradotto la favola buddhista Gianardana (Feltrinelli, 1999) e dal russo, oltre a Gogol’ (Il cappotto, “Classici” Feltrinelli, 1992), Andreev e Tolstoj.

    Vai alla scheda >>

    Jean Reboul

    Jean Reboul

    Jean Reboul è l'autore dell'articolo Sarrasine ou la castration personnifiée, pubblicato nel 1967, in ‟Cahiers pour l'Analyse”.

    Vai alla scheda >>

    Massimo Recalcati

    Massimo Recalcati

    Massimo Recalcati, psicoanalista tra i più noti in Italia, dirige l’Irpa (Istituto di ricerca di psicoanalisi applicata) e nel 2003 ha fondato Jonas Onlus (Centro di clinica psicoanalitica per i nuovi sintomi). Scrive per “la Repubblica” e insegna Psicopatologia del comportamento alimentare presso l’Università di Pavia e Psicoanalisi e scienze umane presso l’Università di Verona. Ha pubblicato numerosi libri, tradotti in diverse lingue, tra cui: Ritratti del desiderio (2012), Jacques Lacan. Desiderio, godimento e soggettivazione (2012), Non è più come prima (2014), L’ora di lezione (2014) e Contro il sacrificio (2017). Con Feltrinelli ha pubblicato: Il complesso di Telemaco (2013), Le mani della madre (2015), Il mistero delle cose (2016), Il segreto del figlio (2017), A libro aperto (2018) e Mantieni il bacio. Lezioni brevi sull’amore (2019).

    Vai alla scheda >>

    Simona Recanatini

    Simona Recanatini

    Simona Recanatini, nata a Milano, è una giornalista professionista. Si è sempre occupata di salute, fi tness e wellness realizzando articoli e interviste per alcune testate e siti web. È autrice di diversi libri dedicati principalmente al benessere e al food.

    Vai alla scheda >>

    Stefania Recchia

    Stefania Recchia

    Vai alla scheda >>

    Roberto Recchioni

    Roberto Recchioni

    Roberto Recchioni è uno dei più noti fumettisti italiani, che ha esteso la propria popolarità come personaggio influente della rete. È stato autore di storie come Dylan DogTex Diabolik. Ha creato, assieme a Lorenzo Bartoli, la serie di culto John Doe. Per Sergio Bonelli, assieme a Emiliano Mammucari, ha inventato Orfani: progetto a fumetti, con uno sviluppo multimediale, di grande successo. Recchioni ha scritto romanzi, soggetti cinematografici, servizi giornalistici e saggi. Attualmente, è curatore e sceneggiatore di Dylan Dog. Ha scritto i testi della miniserie Memento Mori, riprendendo la saga di The Crow – Il Corvo di James O’Barr. Nella collana Feltrinelli Comics ha pubblicato La fine della ragione (2018) e RSDIUG. Roma sarà distrutta in un giorno (2019; feat Il Muro del Canto).

    Vai alla scheda >>

    Lyn-Genet Recitas

    Lyn-Genet Recitas

    Lyn-Genet Recitas ha studiato medicina olistica per oltre trent’anni e ha conseguito un diploma in nutrizione naturopatica presso il Clayton College of Natural Health. Da vent’anni si occupa delle problematiche relative alla risposta immunitaria e all’equilibrio ormonale e negli ultimi dieci anni ha diretto centri per la salute a New York e a Westchester. Nel 2007 ha aperto il Neighborhood Holistic Center in centro ad Harlem, un centro no-profit che offre servizi di medicina naturale anche alle persone meno abbienti. Con il metodo esposto in The Plan (pubblicatoi in Italia da Urra, 2014) si è guadagnata l’attenzione dei più importanti media americani (“Dr. Oz”, “Fox News”, “Usa Today”), entrando nei primi posti della classifica dei bestseller del “New York Times”.

     

    Vai alla scheda >>

    CarloAlberto Redi

    CarloAlberto Redi

    Vai alla scheda >>

    Marcus Rediker

    Marcus Rediker

    Marcus Rediker, storico, scrittore e attivista per la pace e la giustizia sociale, è professore di Storia atlantica all’Università di Pittsburgh. Ha ottenuto diversi premi e riconoscimenti per le sue opere, di cui sono state pubblicate in italiano: Sulle tracce dei pirati. La storia affascinante della vita sui mari del ’700 (Piemme, 1996), I ribelli dell’Atlantico. La storia perduta di un’utopia libertaria (con Peter Linebaugh; Feltrinelli, 2004), Canaglie di tutto il mondo. L’epoca d’oro della pirateria (Eleuthera, 2005) e La ribellione dell’Amistad. Un’odissea atlantica di schiavitù e libertà (2013).

    Vai alla scheda >>

    David Redmon

    David Redmon

    David Redmon, documentarista americano, ha incontrato Ashley Sabin nel 2004 sul set di Mardi Gras: Made in China e ha continuato a collaborare con lui per i successivi Kamp Katrina, Intimidad e Invisible Girlfriend, ottenendo premi e riconoscimenti ai più importanti festival del cinema indipendente come il Sundance e il South by Southwest. Ha fondato insieme a Ashley Sabin la casa di produzione e distribuzione Carnivalesque Films e con Girl Model (con Ashley Sabin; Feltrinelli “Real Cinema”, 2013), premiato al Festival di Roma, ha ottenuto il primo importante riconoscimento in Europa.

    Vai alla scheda >>

    Dolores Redondo

    Dolores Redondo

    Dolores Redondo Meira (Donostia-San Sebastián, 1969) ha studiato Legge, poi ha deciso di diplomarsi chef e di aprire un ristorante di cucina basca. Ha iniziato la sua carriera letteraria scrivendo racconti e storie per bambini e nel 2009 ha pubblicato il suo primo romanzo, Los privilegios del ángel (Editorial Eunate). Con Feltrinelli Il guardiano invisibile (2013).

    foxcrime.feltrinelli.it
    doloresredondomeira.com

    Vai alla scheda >>

    Larkin Reed

    Larkin Reed

    Kelly Moore è cresciuta in una vecchia casa molto simile ad Amber House e ha cominciato a lavorare a questo romanzo tanti anni prima che le sue figlie, Tucker e Larkin Reed, ne scoprissero il manoscritto in soffitta e decidessero di riscriverlo dalla prospettiva di due adolescenti. Prima di diventare scrittrice Kelly Moore ha lavorato come avvocato per prestigiosi studi legali. Vive con le figlie a Jacksonville, in Oregon.

    Vai alla scheda >>

    Tucker Reed

    Tucker Reed

    Kelly Moore è cresciuta in una vecchia casa molto simile ad Amber House e ha cominciato a lavorare a questo romanzo tanti anni prima che le sue figlie, Tucker e Larkin Reed, ne scoprissero il manoscritto in soffitta e decidessero di riscriverlo dalla prospettiva di due adolescenti. Prima di diventare scrittrice Kelly Moore ha lavorato come avvocato per prestigiosi studi legali. Vive con le figlie a Jacksonville, in Oregon.

    Vai alla scheda >>

    Simone Regazzoni

    Simone Regazzoni

    Simone Regazzoni, già allievo di Jacques Derrida, ha insegnato presso l’Università Cattolica di Milano e l’Università di Pavia. Tra i suoi libri, La decostruzione del politico. Undici tesi su Derrida (2006); Nel nome di Chora. Da Derrida a Platone e al di là (2008); Derrida. Biopolitica e democrazia (2012); Derridario. Dizionario della decostruzione (2012, coa-autore); Ti amo. Filosofia come dichiarazione d’amore (2017). È autore di due romanzi editi da Longanesi il cui protagonista è ispirato alla figura di Derrida: Abyss (2014); Foresta di tenebra (2017). Per Feltrinelli ha pubblicato Jacques Deridda. Il desiderio della scrittura (2018).

     

    Vai alla scheda >>

    Sven Regener

    Sven Regener

    Sven Regener è nato a Brema il 1° gennaio 1961. Nel 1985 ha preso parte alla costituzione del gruppo Element of Crime, di cui è paroliere e cantante.
    Signor Lehmann è il suo primo romanzo, rimasto oltre 50 settimane sulla lista dei bestseller tedeschi.

    Vai alla scheda >>

    Paola Reggiani

    Paola Reggiani

    Paola Reggiani è nata a Milano nel 1963. Ha cantato per quasi vent’anni come mezzosoprano in prestigiose formazioni vocali in Italia ed Europa e ha collaborato alla regia di opere barocche. Ha svolto per anni collaborazioni legate all’editoria scolastica e attualmente è musicoterapista specializzata nell’uso della voce. Feltrinelli ha pubblicato Duccio e il mistero della musica telepatica (2013), il suo primo romanzo.

    Vai alla scheda >>

    Wilhelm Reich

    Wilhelm Reich

    Vai alla scheda >>

    Sarah Reid

    Sarah Reid

    Sarah Reid ha viaggiato per quindici anni in tutto il Sudest asiatico ed è stata felice di tornarci durante le ricerche della sua prima Rough Guide. Almeno per adesso risiede in Australia dove scrive per editori di viaggio da "Wanderlust" (Regno Unito) fino a "Get Lost" (Australia) oltre a gestire un blog sui viaggi ecosostenibili www.ecotravelist. Potete anche seguirla su Instagram: @ecotravelist.

    Vai alla scheda >>

    Alexandra Reinwarth

    Alexandra Reinwarth

    Alexandra Reinwarth è nata a Norimberga nel 1973 ed è vissuta a Regensburg, figlia unica di genitori divorziati. Nel 2000 si è trasferita in Spagna, lavorando a Barcellona come assistente di produzione e poi come produttrice nel settore dei film pubblicitari e nella fotografia. Nello stesso tempo ha iniziato a scrivere libri, diventati dei bestseller in Germania. Dal 2016 vive a Valencia con la sua famiglia. Per Feltrinelli Urra ha pubblicato Fregatene! Piccole decisioni che danno qualità alla vita (e liberano dai rompiscatole) (2018) e La vita è troppo corta per rimandare. Scegli solo ciò che conta per vivere davvero (2019).

    Vai alla scheda >>

    Franco Rella

    Franco Rella

    Franco Rella (Rovereto, 1944), docente di Estetica alla facoltà del Design e delle Arti dell’Università di Venezia, è autore di numerosi saggi, più volte ristampati e tradotti. Con Feltrinelli ha pubblicato: Il mito dell’altro. Lacan, Deleuze, Foucault (1978), Il silenzio e le parole. Il pensiero nel tempo della crisi (1981), Metamorfosi. Immagini del pensiero (1984), La battaglia della verità (1986), Limina. Il pensiero e le cose (1987), Asterischi (1989), Bellezza e verità (1990), L’enigma della bellezza (1991), Miti e figure del moderno (1993, 2003), Le soglie dell’ombra (1994), Negli occhi di Vincent. L’io nello specchio del mondo (1998), Ai confini del corpo (2000), Figure del male (2002), Dall’esilio. La creazione artistica come testimonianza (2004) e Scritture estreme. Proust e Kafka (2005), oltre al romanzo L’ultimo uomo (1996); per i “Classici” ha scritto l’introduzione a Edipo il tiranno di Hölderlin, Baccanti di Euripide e Edipo Re di Sofocle; ha tradotto e curato I sonetti a Orfeo di Rilke, Lo Spleen di Parigi e Ultimi scritti di Baudelaire e Bouvard e Pécuchet di Flaubert.

    Vai alla scheda >>

    David Remnick

    David Remnick

    David Remnick è stato giornalista del “Washington Post” per dieci anni, quattro dei quali come corrispondente da Mosca. È entrato come giornalista al “New Yorker” nel 1992, e ne è il direttore dal 1998. Il suo libro Il re del mondo (Feltrinelli, 1999), la biografia di Muhammad Ali, è stato dichiarato dal “Time” il miglior libro di non-fiction del 1998. Lenin’s Tomb: The Last Days of the Soviet Empire ha vinto il premio Pulitzer nel 1994.
    Feltrinelli ha pubblicato in seguito Ritratti da vicino (2007), Obama. Una storia della nuova America (2010) e We Are Alive. Ritratto di Bruce Springsteen (2013).

    Vai alla scheda >>

    Giancarla Re Mursia

    Giancarla Re Mursia

    Vai alla scheda >>

    Ernest Renan

    Ernest Renan

    Ernest Renan nacque a Tréguier nel 1823, a quindici anni andò a Parigi ed entrò in seminario, ma rinunciò a farsi prete, dopo una crisi religiosa. Compiuti gli studi universitari, pubblicò alcuni volumi filosofici, viaggiò in Italia e nel '60 fece un lungo soggiorno, con la sorella. In Siria e Palestina per ragioni di studio, concepì, allora, ‟La vita di Gesù”. Il libro suscitò un grande clamore, e Renan fu revocato dalla cattedra al College de France. La vita di Gesù che narra ‟umanamente” la storia di Cristo, segna una data fondamentale nell'indagine critica sul Cristianesimo primitivo. Renan morì nel 1892.

    Vai alla scheda >>

    Jules Renard

    Jules Renard

    Jules Renard (Châlons-du-Maine, 1864 – Parigi, 1910), figlio di un modesto imprenditore di costruzioni, trascorre l'infanzia a Chitry-les-Mines, non lontano da Châlons, in quell'ambiente di campagna che ritroveremo in Peldicarota. Compie gli studi liceali a Nevers e si trasferisce poi a Parigi a partire dal 1881 dove, dopo una serie di piccoli impieghi, può dedicarsi alla letteratura. È uno dei fondatori del ‟Mercure de France”, la celebre rivista dei simbolisti. Nel 1888 pubblica la prima raccolta di racconti, Crime de village, cui segue una seconda raccolta, Sourires pincés (1890), e un romanzo impegnativo, L'Écornifleur (Lo scroccone, 1892), storia di un intellettuale fallito. Nel 1894 esce la sua opera più famosa, Poil de carotte (Peldicarota), in seguito adattata anche per il teatro. Segue un atto unico, Le pain du ménage (Il pane di casa, 1899), un'amara rappresentazione della mediocrità coniugale, e le Histoires naturelles (Storie Naturali, 1896), una sorta di album di ritratti di animali domestici e selvatici raccontati con affettuosa ironia. Il Journal uscirà postumo nel 1926 ed è una miniera di notazioni psicologiche. Anche se Renard afferma che lo scrivere è inutile perché scrivendo si mente sempre, da queste pagine emerge forte l'impressione di una continua e onesta ricerca di una sua personale verità.

    Vai alla scheda >>