Ricerca Autori

Autori lettera S

    Mariarosaria Sciglitano

    Mariarosaria Sciglitano

    Vai alla scheda >>

    Guglielmo Scilla

    Guglielmo Scilla

    Guglielmo Scilla, in arte Willwoosh, è esploso in rete con le sue esilaranti sit-comedy autoprodotte. I suoi video su YouTube hanno raggiunto in breve milioni di click, facendolo emergere come un nuovo fenomeno mediatico. Conduce il programma A tu per Gu su Radio Deejay. Ha pubblicato il bestseller 10 regole per fare innamorare (Kowalski, 2012; Feltrinelli, 2013), il libro ispirato alla webseries Freaks! (Kowalski, 2012) e il suo primo romanzo L’inganno della morte (Kowalski, 2013).

    Vai alla scheda >>

    Cinzia Sciuto

    Cinzia Sciuto

    Cinzia Sciuto è redattrice di "MicroMega". Ha studiato filosofia e ha scritto La Terra è rotonda. Kant, Kelsen e la prospettiva cosmopolitica (Mimesis 2015). Si occupa di diritti civili, laicità e femminismo. Scrive di questi temi sul suo blog, animabella.it. Vive e lavora fra Roma e Francoforte. Per Feltrinelli ha pubblicato Non c’è fede che tenga. Manifesto laico contro il multiculturalismo (2018).

    Vai alla scheda >>

    Tiziano Sclavi

    Tiziano Sclavi

    Tiziano Sclavi ha dato vita, con Dylan Dog, a uno dei personaggi di maggiore successo del fumetto contemporaneo. Un fenomeno entrato nell’immaginario collettivo, amato da generazioni di lettori, capace di ispirare e affascinare musicisti, registi, romanzieri e intellettuali, fra cui spicca il nome di Umberto Eco, e arrivato a vendere un milione di copie al mese. Sclavi ha dimostrato il suo enorme talento anche in serie come Altai & Jonson e Silas Finn (entrambe di sua creazione), Zagor, Ken Parker e Mister No. È stato inoltre giornalista, paroliere, copywriter, sceneggiatore televisivo e ha scritto una decina di romanzi. Per Feltrinelli Comics, Le voci dell'acqua (2019; con Werther Dell’Edera).

    Vai alla scheda >>

    Marianella Sclavi

    Marianella Sclavi

    Marianella Sclavi ha insegnato Etnografia urbana al Politecnico di Milano. Esperta di Arte di Ascoltare e Gestione Creativa dei Conflitti, è tuttora molto attiva come facilitatrice di metodologie partecipative e processi decisionali inclusivi. È autrice di numerosi libri fra i quali Arte di ascoltare e mondi possibili (Bruno Mondadori), La signora va nel Bronx (Bruno Mondadori), A una spanna da terra (Bruno Mondadori), la graphic novel Ciao mamma, vado in Cina! (Ipoc press), e, come coautrice, di Confronto Creativo (con Lawrence Susskind, Et Al Edizioni) e Avventure Urbane. Progettare la città con gli abitanti, (Eleuthera). Per Feltrinelli Urra ha pubblicato, insieme a Gabriella Giornelli, La scuola e l’arte di ascoltare. Gli ingredienti delle scuole felici (2014).

    Vai alla scheda >>

    Lorna Scobie

    Lorna Scobie

    Lorna Scobie, illustratrice e tipografa, per i suoi lavori si ispira spesso al regno animale, che rappresenta attraverso l’uso vibrante del colore. Ha vinto vari premi e collabora con editori e aziende quali Macmillan, Stella McCartney Kids, Waitrose e Wimbledon Tennis AELTC.

    Vai alla scheda >>

    Angelo Scola

    Angelo Scola

    Nominato arcivescovo di Milano il 28 giugno 2011, Angelo Scola è nato a Malgrate (Lecco) nel 1941 ed è stato ordinato sacerdote nel 1970. Dottore in Filosofia all’Università Cattolica di Milano e in Teologia in quella di Friburgo (Svizzera), dal 1982 insegna Antropologia teologica presso il Pontificio Istituto Giovanni Paolo ii per Studi su matrimonio e famiglia della Pontificia Università Lateranense. Già vescovo di Grosseto e patriarca di Venezia è stato rettore della Pontificia Università Lateranense a Roma. Tra i suoi ultimi libri, Buone ragioni per la vita in comune. Religione, politica, economia (Mondadori, 2010), Non uccidere (con Adriana Cavarero; il Mulino, 2011), Chi è la Chiesa? (Queriniana, 2011), La vita buona (con Aldo Cazzullo; Mondadori, 2012). Nella collana "Feltrinelli Vita" L’amicizia come virtù civica. Dialogo con Riccardo Bonacina (2014).

    Vai alla scheda >>

    Renata Scola

    Renata Scola

    Renata Scola è laureata in Scienze dell’educazione e ha un diploma di dirigente di comunità. Lavora come educatrice presso un’importante comunità di pronto intervento per minori a Milano. È quindi abituata a relazionarsi anche con i bambini più “difficili”. In tv è Tata Renata, consulente pedagogica nel programma S.O.S. Tata. Feltrinelli ha pubblicato S.O.S. Tata (con Francesca Valla; 2011).

    Vai alla scheda >>

    Martin Scorsese

    Martin Scorsese

    Martin Scorsese (1942) è uno dei più grandi registi cinematografici di tutti i tempi. Dopo l’esordio con Chi sta bussando alla mia porta?, per Scorsese la stagione dei capolavori comincia con Mean Streets (1973), Alice non abita più qui (1974) e Taxi Driver. Poliedrico e vulcanico, Scorsese salta di genere in genere con la massima naturalezza: nel 1977 gira un musical sulla sua città, New York New York, mentre nel 1978 comincia una lunga stagione di documentari musicali con L’ultimo valzer. Dopo Toro scatenato (1980) e Fuori orario (1985), Scorsese descrive il mondo della mafia italoamericana in Quei bravi ragazzi (1990). La sua carriera procede con l’adattamento di un romanzo storico, L’età dell’innocenza (1993), Casinò (1995), Kundun (1997) sull’esilio all’estero del Dalai Lama. Ricordiamo anche Gangs of New York (2002), The Aviator (2004), ispirato alla figura di Howard Hughes, Hugo Cabret (2011) e The Wolf of Wall Street (2013). L’agognato Oscar come miglior regista arriva nel 2007 per The Departed. Il documentario George Harrison: Living in the Material World (Feltrinelli “Real Cinema”, 2012) ha avuto la sua anteprima italiana al Torino Film Festival del 2011 e compone un trittico di documentari su mostri sacri della musica pop: oltre a quello sull’ex Beatles, Scorsese ha realizzato nel 2005 No direction Home, dedicato a Bob Dylan, e Shine a Light (Feltrinelli “Real Cinema”, 2008) sui Rolling Stones.

    Vai alla scheda >>

    Manuel Scorza

    Manuel Scorza

    Manuel Scorza, poeta e romanziere, tra i massimi del Perù, è nato a Lima nel 1928. A vent’anni costretto all’esilio, fece ritorno in patria con la fine della dittatura, ma fu obbligato a lasciarla di nuovo nel 1968 e si trasferì a Parigi. È morto in un incidente aereo nei pressi di Madrid nel 1983. Nei suoi romanzi ha raccontato con partecipazione la civiltà e la lotta di resistenza delle popolazioni autoctone contro una modernità distruttiva e senza argini. Feltrinelli, oltre al suo libro testamento La danza immobile (1983), ha pubblicato il ciclo andino, conosciuto come la Ballata, che narra tra mito e storia della lotta dei contadini peruviani per le terre e che comprende Rulli di tamburo per Rancas (1975), Storia di Garabombo l’Invisibile (1977), Il cavaliere insonne (1979), Cantare di Agapito Robles (1979) e La Vampata (1980).

    Vai alla scheda >>

    Simon Scott

    Simon Scott

    Simon Scott si è trasferito in Giappone nel 1999 e sente di avere forti affinità con Shikoku, avendo speso i suoi anni formativi giapponesi all'ombra del gigantesco ponte Seto Ohashi, la principale porta d'accesso all'isola. In seguito ha barattato la tranquilla vita della soleggiata Okayama per le luci sbarluccicanti del frenetico quartiere di Shinjuku (Tokyo), dove ora vive e lavora come giornalista e scrittore di viaggi freelance.

    Vai alla scheda >>

    Massimo Scotti

    Massimo Scotti

    Massimo Scotti è ricercatore di Letteratura francese e insegna presso le università Kore (Enna) e Iulm (Milano). Ha pubblicato saggi che trattano delle poetiche del Novecento (fra cui Ces vipères de lueurs: Il mito ofidico nell’immaginario valériano, 1996) e delle rappresentazioni dell’Italia nella letteratura di viaggio (Sul mare degli Dei: Mitografia dell’isola di Capri, 2002; Gotico mediterraneo, 2007). Fra i suoi libri per ragazzi: Alla conquista del passato (con Giovanna Zoboli; 1994) e L’ora blu (2009). Per Feltrinelli ha tradotto Una notte al club (2004) di Christian Gailly e La democrazia e il mercato (2004) di Jean-Paul Fitoussi e ha pubblicato Storia degli spettri. Fantasmi, medium e case infestate fra scienza e letteratura (2013).

    Vai alla scheda >>

    Coretta Scott King

    Coretta Scott King

    Vai alla scheda >>

    Scrittori per il 99%

    Scrittori per il 99%

    Scrittori per il 99% è un gruppo di una cinquantina di scrittori e ricercatori, a vario titolo attivi nel sostegno a Occupy Wall Street, riunitosi appositamente per creare Occupy Wall Street (Feltrinelli, 2012).

    Vai alla scheda >>

    Marga Eleonora Scroppo

    Marga Eleonora Scroppo

    Vai alla scheda >>

    Simo Scuola

    Simo Scuola

    Vai alla scheda >>

    Scuola Holden

    Scuola Holden

    Nata a Torino nel 1994 con l'intento di creare un percorso di studi inedito per obiettivi, contenuti e metodi didattici, la Scuola Holden è una scuola di scrittura e storytelling. Un luogo unico dove si insegnano le tecniche con cui gli oggetti di narrazione sono prodotti, nel presente. Poi il talento è un'altra cosa.
    Si è specializzata fino a diventare un vero e proprio laboratorio: chi ha l'urgenza di una storia qui impara a raccontarla con linguaggi e strumenti differenti.
    Ma la Scuola Holden è anche altro, un centro di produzione culturale: eventi, incontri, progetti, contenuti. Un luogo aperto dove far nascere e crescere le idee.
    Dal 2008 la Holden è membro attivo dello European Network of Creative Writing Programmes, una rete che promuove l'organizzazione di eventi internazionali, gli scambi culturali fra studenti e docenti, la circolazione delle idee e dei progetti nel settore della scrittura creativa.

    "La Holden è nata da un'idea: che si dovesse fare una scuola in modo da formare dei narratori. Non degli scrittori. Non dei drammaturghi. Non dei registi. Ma dei narratori." –
    Alessandro Baricco, il Preside.

    Con Feltrinelli ha pubblicato la serie "Save The Parents":

    66 mostri, fate, eroi miti, mode e altre complicazioni (inevitabili se avete figli under 12) (2012);

    100 storie per quando è troppo tardi (2012);

    Manicomio giardinetti. 25 tipi di mamme, 4 papà e 1 nonna d’annata (2012);

    Ogni maledetta domenica. 71 idee per quando sono finite le idee (2012);

    Perché non è in prima fila? 10 storie di persone diventate molto famose lo stesso (2012);

    Adesso però dormi, per l’amor del cielo! 34 metodi non ordinari inventati da genitori in debito di sonno (che hanno incredibilmente funzionato, almeno una volta) (2012);

    Storie per mano. 14 racconti per far volare via il tempo camminando, viaggiando, aspettando (2013);

    53 risposte verosimili alle 42 domande impossibili dei nostri figli (2013);

    Cucciolo d’uomo. Come sopravvivere nella giungla dei primi 40 giorni dopo il parto (2013);

    I superpoteri dello yoga per andare bene a scuola (2013);

    Sogni di gloria. Genitori, figli e tutti gli sport del momento (2013);

    100 storie per quando è veramente troppo tardi (2013).

    Vai alla scheda >>

    Olistica Scuola Italiana di Medicina

    Olistica Scuola Italiana di Medicina

    Vai alla scheda >>

    Teresa Sdralevich

    Teresa Sdralevich

    Vai alla scheda >>

    Jeremy Seal

    Jeremy Seal

    Jeremy Seal ha lavorato nell'editoria, ha vissuto e insegnato in Turchia ed è reporter per il "Daily Telegraph", "The Times" e il "Sunday Times".

    Vai alla scheda >>

    Richard Seaver

    Richard Seaver

    Richard Seaver (Watertown, 1926 – New York, 2009), traduttore ed editore, è stato tra le figure più prestigiose dell’editoria internazionale. Ha condotto negli Stati Uniti una battaglia coraggiosa contro la censura di autori come Miller, Burroughs, Cioran, Kerouac. Ha fondato il trimestrale letterario “Merlin” che, nei primi anni ’50, dava spazio alle prime opere di Ionesco e Genet e ha avuto il merito di introdurre Beckett negli States. Prima di fondare nel 1988 Arcade Publishing insieme alla moglie Jeannette, ha lavorato per Grove Press, Viking, Holt, Rinehart & Winston. Feltrinelli ha pubblicato La dolce luce del crepuscolo. Parigi-New York. L’età d’oro dell’editoria (2015; con una Prefazione di Inge Schoental Feltrinelli).

    Vai alla scheda >>

    Jeannette Seaver

    Jeannette Seaver

    Vai alla scheda >>

    Beppe Sebaste

    Beppe Sebaste

    Beppe Sebaste (Parma, 1959) è conoscitore di Rousseau e dello spirito elvetico, anche per la sua attività di ricerca nelle università di Ginevra e Losanna. Con Feltrinelli ha pubblicato Café Suisse e altri luoghi di sosta (1992), Niente di tutto questo mi appartiene (1994), Porte senza porta. Incontri con maestri contemporanei (1997; poi ripubblicato in Il libro dei maestri. Porte senza porte rewind, luca sossella, 2011). Tra i suoi ultimi libri, Panchine. Come uscire dal mondo senza uscirne e Oggetti smarriti e altre apparizIoni, entrambi con Laterza. Per Feltrinelli ha curato e tradotto ne "I Classici" Le passeggiate del sognatore solitario di Jean-Jacques Rousseau (2012) e I miei amici di Emmanuel Bove (nuova ed. 2015).

    Vai alla scheda >>

    Steven Sebring

    Steven Sebring

    Steven Sebring, fotografo di moda e regista di videoclip, ha incontrato Patti Smith nel 1994. Da allora l’ha seguita e ha speso tutte le sue energie e le sue finanze per realizzare Patti Smith. Dream of life (Feltrinelli “Real Cinema”, 2009).


     

    Vai alla scheda >>

    Elisabetta Sedda

    Elisabetta Sedda

    Elisabetta Sedda (Cagliari, 1981), ideatrice e curatrice di questo volume, è editor, traduttrice e grande conoscitrice del mondo delle graphic novel e del fumetto indipendente. Vive e lavora a Milano. Per Feltrinelli Comics ha curato il volume collettaneo Post Pink. Antologia di fumetto femminista (2019).

    Vai alla scheda >>

    Marcus Sedgwick

    Marcus Sedgwick

    Marcus Sedgwick è nato nel 1968 in Inghilterra. Pubblica libri dal 2000 e ha vinto numerosi premi importanti. È musicista e suona la batteria.

    Vai alla scheda >>

    Charlotte Seeling

    Charlotte Seeling

    Vai alla scheda >>

    Zindel V. Segal

    Zindel V. Segal

    Zindel V. Segal lavora con Jeremy D. Safran presso l'Unità di terapia cognitiva del Clarke Institute of Psychiatry (di cui Safran è il direttore) e insegna al Dipartimento di Psichiatria dell'Università di Toronto.

    Vai alla scheda >>

    Gaia Segattini

    Gaia Segattini

    Gaia Segattini è fashion designer e insegnante del corso di Fashion Design al Poliarte di Ancona. Dal 2006 si è appassionata al movimento craft americano per i contenuti semplici, creativiti e rivoluzionari, ed è stata una delle prime in Italia a interessarsi al fenomeno handmade, come segno di rottura creativa e sociale al femminile. Sull’argomento tesse una fitta rete di contatti e collaborazioni, tiene workshop colorati e incontri ad alto tasso di divertimento. È una delle firme del portale www.vanityfair.it con Vendetta Uncinetta, il suo blog su riciclo, nuovo artigianato e creatività indipendente.

    Vai alla scheda >>

    Niki Segnit

    Niki Segnit

    Niki Segnit, dopo una formazione nel campo del marketing si è specializzata nel settore alimentare lavorando per aziende importanti, finché non ha abbandonato la sua carriera per dedicarsi alla catalogazione dei sapori e delle associazioni tra essi: il risultato è il libro La grammatica dei sapori, pubblicato in Italia da Gribaudo (2011), a cui segue Cucina laterale, con un altro punto di vista originale sull’interpretazione degli ingredienti e delle loro combinazioni. 

    Vai alla scheda >>

    Daniele Segre

    Daniele Segre

    Daniele Segre (1952) è fotografo e regista; fin dalla metà degli anni settanta realizza film e video. I suoi primi lavori si focalizzano su problemi delle realtà giovanili disagiate (Perché droga; Il potere dev’essere bianconero) e sulla dignità e umanità di vite difficili (Vite di ballatoio). Tra i suoi lungometraggi ricordiamo Testadura , finzione sulla realtà di un microcosmo giovanile fatto di scelte ostinate, e Manila Paloma Blanca, in cui indaga l’universo esistenziale di un attore emarginato. Per Feltrinelli “Real Cinema”, Vivere e morire di lavoro (2012).

    Vai alla scheda >>

    Cesare Segre

    Cesare Segre

    Cesare Segre (1928) è ordinario di filologia romanza all'Università di Pavia. È filologo, critico letterario, innovatore nella teoria della letteratura e semiologo delle varie arti.

    Vai alla scheda >>