Il premio è stato consegnato, come da tradizione, il 10 dicembre dal re di Svezia a Stoccolma, Svezia, nell'anniversario della morte di Alfred Nobel. Tra i premiati Imre Kertész per il suo Essere senza destino. L'autore è stato accompagnato da Inge Feltrinelli.
La cerimonia è seguita da un banchetto per circa 1300 persone alla City Hall di Stoccolma, tra cui 250 studenti. I vincitori del premio, le loro famiglie, il re e la regina, gli altri membri della famiglia reale di Svezia e rappresentanti del governo e del parlamento sono ospiti d'onore sia alla cerimonia di assegnazione sia al banchetto.
Imre Kertész

Imre Kertész

Imre Kertész (1929-2016), nato a Budapest, è stato deportato nel 1944 ad Auschwitz e liberato a Buchenwald nel 1945. Tornato in Ungheria nel 1948, ha lavorato prima come giornalista, poi per mantenersi ha iniziato a tradurre (tra gli altri Freud, Nietzsche, Canetti, Wittgenstein) e a scrivere romanzi e opere per il teatro. Il libro Essere senza destino (Feltrinelli, 1999; premio Flaiano 2001) per molto tempo non ha trovato un editore in Ungheria, una volta uscito è stato ignorato e il suo autore messo al bando. Kertész, che ha dovuto attendere il crollo del muro di Berlino per vedere riconosciuta la propria opera, in patria e all’estero, ha vinto il Premio Nobel per la letteratura nel 2002 e il premio Lettura del Grinzane Cavour nel 2008. Feltrinelli ha pubblicato anche Fiasco (2003), Liquidazione (2005), Kaddish per il bambino non nato (2006), Storia poliziesca (2007) e Dossier K. (2009).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>