Sono ormai vent’anni che il Nord, la parte più dinamica e ricca del paese, manifesta in vari modi il proprio disagio. Lo fa affidando con forza la delega politica a un partito che esprime gli interessi del territorio regionale, la Lega Nord, o, più in generale, manifesta il suo rancore con un atteggiamento di sfiducia nel complesso del mondo politico, e in particolare nei confronti dei partiti di centro-sinistra, come le ultime elezioni hanno ampiamente dimostrato. Aldo Bonomi - direttore dell’Istituto di ricerca Aaster e consulente del Cnel – ne Il rancore. Alle radici del malessere del Nord, analizza i comportamenti sociali della nuova borghesia italiana sia attraverso le forme esasperate di egoismo sociale radicate nel territorio, sia tramite le richieste che vengono poste alla politica.

Ascolta l'intervista

Torna alle altre news >>