Panico tra i terremotati abruzzesi alla notizia, diffusa da tutti i telegiornali, che il premier quest'estate vuole mandarli in crociera. Sui piani di Berlusconi si succedono voci incontrollate. Nel corso delle sue nove visite all'Aquila ha suggerito soluzioni sempre diverse e sempre più munifiche, che vanno dall'edificazione di una New Aquila montata su cuscinetti a sfera e spostabile, a seconda delle stagioni, al mare o in montagna, al trasferimento dei 20 mila sfollati a casa di sua moglie. Specialmente i più anziani sono disorientati e manifestano una viva inquietudine. Siamo in grado di anticiparvi le prossime proposte del premier.

Soluzione chirurgica
Berlusconi propone di rifare le tette, gratis, a tutti i terremotati, compresi i maschi. La proposta è contenuta nel documento 'misure per i terremotati': le misure sono la terza e la quarta di reggiseno. Il premier, pur riconoscendo che questa soluzione non risolve il problema della casa, sottolinea i grandi vantaggi psicologici. Come cavia è stata scelta la stessa signora alla quale il premier ha voluto rifare personalmente la dentiera. Da anziana casalinga di provincia, ora è identica a Paris Hilton e il governo la considera la testimonial ideale per dimostrare che anche dalle disgrazie si può trarre la forza per migliorare.

Soluzione artistica
Berlusconi ha chiesto a ogni terremotato di preparare, nelle lunghe ore di inedia, un book fotografico e di consegnarlo alla Protezione civile. Bertolaso esaminerà personalmente tutti i book e li smisterà nei vari reality-show. Le senzatetto più avvenenti verranno ospitate a Capodanno a Villa Certosa, dove è atteso il ritorno del leader ceko Topolanek che deve recuperare i suoi vestiti.

Soluzione sportiva
Su suggerimento di Berlusconi, il prossimo Giro d'Italia non solo partirà dall'Aquila e arriverà all'Aquila, ma rimarrà all'Aquila per tutte le 22 tappe, spostando ogni giorno le transenne per variare il percorso di tappa. All'Aquila saranno disputate anche la finale di Champion's League, i Mondiali di baseball e le Olimpiadi invernali. Il tutto in concomitanza con il G8 e con una speciale sessione dell'Onu in seduta plenaria. Lo slogan 'Non lasceremo soli gli aquilani' troverà così una sua concreta applicazione, in un tripudio di cordoni di polizia, colonne militari, elicotteri, servizi di sicurezza, telecamere, giornalisti, motociclisti che secondo le previsioni più ottimistiche costringerebbe almeno la metà dei terremotati a cercare rifugio all'estero.

Soluzione personale
Berlusconi, per tagliare corto, si è offerto di pagare di tasca sua una nuova casa a ogni terremotato. Il modello di abitazione da lui proposto per ogni unità familiare è la villa di Arcore in scala 1 a 100, con metratura ridotta a dieci metri quadrati, ma identica all'originale, compreso il giardino all'italiana di tre metri quadrati, la mini-piscina riscaldata con una semplice pila stilo, il personale di servizio formato da una Barbie e un Ken. Si entra carponi, ma ci si sente allo stesso livello sociale del premier.

Soluzione astronautica
Anche grazie all'amico Putin, che metterebbe a disposizione gli Sputnik perfettamente conservati nel Museo Gagarin, si potrebbe rilanciare la conquista dello spazio e puntare alla colonizzazione di Saturno da parte degli aquilani. Il modello è quello della grande bonifica delle Paludi Pontine operata da Mussolini: le zone acquitrinose di Saturno si prestano alla perfezione. Due sole controindicazioni. La difficoltà di spiegare agli anziani il progetto, anche perché i manuali di addestramento sono in russo. E la difficoltà di rimontare un'intera tendopoli, tale e quale, su Saturno. Nonostante questo, la soluzione astronautica è considerata la più realistica tra quelle fin qui proposte.

Torna alle altre news >>