La scrittrice americana A.M Homes con il suo sesto romanzo Che Dio ci perdoni è la vincitrice della 18° edizione del Women’s Prize for Fiction, premio che si propone di celebrare l’eccellenza e l’originalità nella scrittura al femminile proveniente da ogni parte del mondo.
Che Dio ci perdoni è una black comedy intelligente, originale e visceralmente divertente. E’ un libro che si desidera rileggere e regalare ai propri amici.”
La giuria del premio è formata da Miranda Richardson (attrice), Razia Iqbal (giornalista della BBC), Rachel Johnson (scrittrice, editrice e giornalista), Jijo Moyes (scrittrice) e Natasha Walter (scrittrice femminista e attivista per i diritti umani).
La premiazione si è tenuta il 5 giugno alla Royal Festival Hall di Londra.

Che Dio ci perdoni
A. M. Homes

A. M. Homes

Amy Michael Homes è nata a Washington D.C. e vive a New York. È considerata una delle figure più innovative e originali della nuova narrativa americana. Ha ricevuto numerosi premi letterari negli Stati Uniti e collabora regolarmente con molte prestigiose riviste, in particolare “Vanity Fair”, “New Yorker”, “Granta”, “McSweeney’s”, “Art Forum” e “New York Times”. Autrice di racconti, romanzi e saggi, in Italia ha pubblicato con minimum fax: Cose che bisognerebbe sapere (2003) e La fine di Alice (2005); e con Feltrinelli: Los Angeles (“Traveller”, 2004), Questo libro ti salverà la vita (2006), La figlia dell’altra (2007), In un paese di madri (2009), La sicurezza degli oggetti (2010), Jack (2010), Musica per un incendio (2011) e Che Dio ci perdoni (2013), Cose che bisognerebbe sapere (2019).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>