L’estate arriva sempre all’improvviso e, come disse Flaubert, è sempre eccezionale: che sia in città, su spiagge lontane, in tanti, in coppia. Oppure alla Holden.
La scuola di Storytelling & Performing Arts di Torino la prossima settimana inaugura Stand by Me un mese intero di cinema, musica, teatro e feste dal tramonto all’alba, in collaborazione con Hiroshima Mon Amour e Real Cinema Feltrinelli: perché l’estate è bello viverla di notte, quando le temperature calano, si accendono le stelle, le luci del palcoscenico e quelle dei fuochi d’artificio.
In tutto ciò, il cinema avrà la sua parte di rilievo. Per tutto il mese di luglio proietteremo una serie di documentari della collana Real Cinema Feltrinelli.
Si inizia martedì 1 luglio con Exit Through the Gift Shop, regia di Banksy, per poi proseguire martedì 8 luglio con The Art of Rap, regia di Ice-T e Andy Baybutt.
Martedì 15 luglio proietteremo Anonymous. L’esercito degli hacktivisti, regia di Brian Knappenberger, martedì 22 luglio ci sarà Bobby Fischer Against the World, regia di Liz Garbus e, per concludere, martedì 29 luglio vedremo Al Capolinea – The End of the Line, regia di Rupert Murray.

Questa iniziativa della Holden rientra nelle intenzioni della Scuola di fare sinergia col territorio: la rassegna è infatti parte integrante del programma “Un’estate al cinema”, un’iniziativa dell’Associazione Museo Nazionale del Cinema che prevede proiezioni di film e documentari in vari punti della città.
Il ciclo di proiezioni Real Cinema sarà a contributo libero, ingresso fino a esaurimento posti.

Dal 30 giugno al 1° agosto, scopri il programma completo su www.scuolaholden.it!

Scuola Holden

Scuola Holden

Nata a Torino nel 1994 con l'intento di creare un percorso di studi inedito per obiettivi, contenuti e metodi didattici, la Scuola Holden è una scuola di scrittura e storytelling. Un luogo unico dove si insegnano le tecniche con cui gli oggetti di narrazione sono prodotti, nel presente. Poi il talento è un'altra cosa.
Si è specializzata fino a diventare un vero e proprio laboratorio: chi ha l'urgenza di una storia qui impara a raccontarla con linguaggi e strumenti differenti.
Ma la Scuola Holden è anche altro, un centro di produzione culturale: eventi, incontri, progetti, contenuti. Un luogo aperto dove far nascere e crescere le idee.
Dal 2008 la Holden è membro attivo dello European Network of Creative Writing Programmes, una rete che promuove l'organizzazione di eventi internazionali, gli scambi culturali fra studenti e docenti, la circolazione delle idee e dei progetti nel settore della scrittura creativa.

"La Holden è nata da un'idea: che si dovesse fare una scuola in modo da formare dei narratori. Non degli scrittori. Non dei drammaturghi. Non dei registi. Ma dei narratori." –
Alessandro Baricco, il Preside.

Con Feltrinelli ha pubblicato la serie "Save The Parents":

66 mostri, fate, eroi miti, mode e altre complicazioni (inevitabili se avete figli under 12) (2012);

100 storie per quando è troppo tardi (2012);

Manicomio giardinetti. 25 tipi di mamme, 4 papà e 1 nonna d’annata (2012);

Ogni maledetta domenica. 71 idee per quando sono finite le idee (2012);

Perché non è in prima fila? 10 storie di persone diventate molto famose lo stesso (2012);

Adesso però dormi, per l’amor del cielo! 34 metodi non ordinari inventati da genitori in debito di sonno (che hanno incredibilmente funzionato, almeno una volta) (2012);

Storie per mano. 14 racconti per far volare via il tempo camminando, viaggiando, aspettando (2013);

53 risposte verosimili alle 42 domande impossibili dei nostri figli (2013);

Cucciolo d’uomo. Come sopravvivere nella giungla dei primi 40 giorni dopo il parto (2013);

I superpoteri dello yoga per andare bene a scuola (2013);

Sogni di gloria. Genitori, figli e tutti gli sport del momento (2013);

100 storie per quando è veramente troppo tardi (2013).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>