Sciamanìnn! Dimentichiamoci Questa Città è il romanzo di esordio di Giuseppe de Pinto. La storia di una città e di due generazioni racchiusa nella vita di Nino, e in uno scontro decisivo tra una 127 giallo limone e una Y10 rosso fuoco.

Per presentarvi questo romanzo vogliamo farvi sbirciare tra i tetti delle case della città in cui è ambientato.

Vogliamo farvi respirare l'atmosfera di questa storia. Farvi guardare attraverso gli occhi di Nino e farvi salire sulla sua 127 giallo limone. Ecco allora alcune citazioni dal libro, accompagnate dagli scatti del fotografo Eric Forsmark.

Non c’era niente di più facile che dimenticare, per qualche minuto, di avere diciassette anni e farsi un giretto in macchina in un bel pomeriggio d’estate. Una piccola stupida piroetta fra le strade, come una pallina da flipper, a un’ora del pomeriggio alla quale non girava nessuno, per non dare troppo nell’occhio.

Parallel Lives by Eric Forsmark

Photo Parallel Lives by Eric Forsmark.

Quando la Ferriera spense i forni la città fu avvolta da una bolla di silenzio. I tonfi dei laminati che venivano caricati sui convogli speciali, il ruggito del carro ponte, lo scorrimento continuo delle billette sui rulli del laminatoio, il bagliore accecante e improvviso della colata nel cielo notturno: dopo poche settimane che tutto questo era terminato sembrava già passata un’eternità.

Dying Metal - Eric Forsmark

Photo Dying Metal by Eric Forsmark.

Devi essere uno che soffre di nostalgia oppure uno scemo completo per decidere di tornare a Giovinazzo, dopo aver trovato la tua strada da un’altra parte, e tu non mi sembri né uno né l’altro.

The End of Giovinazzo - Eric Forsmark

Photo The End of Giovinazzo by Eric Forsmark.

Ho amato la mia città fino al giorno che l’ho lasciata. Io non volevo andarmene, io volevo restare a casa mia, respirare la brezza che soffiava sopra il mio mare.

Evening Rust - Eric Forsmark

Photo Evening Rust by Eric Forsmark.

La colonna sonora

Torna alle altre news >>