About a City 2019 – Rethinking cities si propone come una rassegna di pratiche tese a costruire risposte originali ai bisogni dell’abitare urbano contemporaneo, attivando processi di responsabilizzazione sociale e politica per le città di domani. Definire le necessità a partire dalle esperienze che vi si confrontano permette di assumere una prospettiva dinamica verso bisogni dai contorni in costante ridefinizione e un approccio consapevole e reattivo verso il futuro che prefigurano. Un futuro che, in assenza di soluzioni definitive e carenza di proposte politiche robuste, richiede urgentemente che la capacità di attivazione dei singoli e delle comunità sia recepita e integrata dai decisori pubblici e privati in un quadro di visione sistemica e lungimirante.

Mosso da tale tensione critica e trasformativa, la nuova edizione della rassegna About a City 2019 -Rethinking cities rappresenta storie e pratiche di risposta a questioni e bisogni oggi dirimenti attraverso quattro giorni – dal 23 al 26 maggio, nell’ambito di Arch Week, di riflessione in tavoli a porte chiuse, talk, dibattiti, dialoghi, lecture ed eventi performativi.

Un programma articolato pensato per un pubblico di interlocutori e primi destinatari rappresentati da:

• I cittadini, le associazioni, i citymakers e le comunità, perché possano concorrere direttamente a definire il futuro della qualità di vita degli spazi che abitano sulla base dei propri bisogni e desideri

• gli stakeholder e le imprese, perché possano interpretare le necessità, le sensibilità e gli immaginari dei cittadini, producendo trasformazioni urbane sostenibili perché coerenti alle identità dei luoghi, ancorate alle storie di chi li abita e proiettate verso il futuro in maniera sperimentale

• le istituzioni, le organizzazioni governative e non governative, la politica, perché concorrano all’elaborazione di nuove forme di governo, in grado di interpretare e includere le istanze di cittadinanza, assumendosi la responsabilità di scelte coraggiose atte a garantirle.


Si parte il giovedì pomeriggio con una sessione di 8 tavoli tematici a porte chiuse, in cui stakeholders di varia provenienza e competenza si confronteranno sui bisogni legati alle povertà, al turismo consapevole, all’uso delle tecnologie, alla mobilità come accesso alle opportunità urbane, alla costruzione di spazio pubblico, alla gestione dei beni comuni, alle ecologie da salvaguardare e alla qualità della vita, per definire le risorse di “capitale civico” necessarie a mutare il diritto alla città da grido a esperienza concreta. Dopo l’apertura istituzionale Alfredo BrillemburgU-TT Caracas, terrà una lecture Making urban utopias (from peripheries), a seguire la proiezione de L’Adolescenza delle città – Diario di una metropoli che cresce, esito di un percorso annuale di Fondazione G. Feltrinelli in collaborazione con Fondazione Cariplo nell’ambito de Lacittàintorno.

Il percorso della rassegna si snoderà poi il venerdì e il sabato mattina intorno a tre momenti di riflessione:

1) Borderscapes. Trasformare la città dai bisogni  come punto di osservazione privilegiato per rilevare bisogni e potenziali risposte alle diseguaglianze nella crisi dei territori abitati

2) Commonscapes. Costruire la città come un patto per ragionare sulle forme di responsabilità, corresponsabilità e innovazione giuridico-politica necessarie per i la costruzione collettiva di futuri urbani

3) Culturescapes. Progettare la città sulle competenze quale punto di forza per città rigenerate (economicamente e umanamente) dal potere delle competenze e capacità di chi le abita

Una serie di studiosi, esperti e attivisti e una platea di politici, rappresentati delle imprese, delle organizzazioni (governative e non), della società civile e del terzo settore aiuteranno a comporre e valorizzare un dizionario minimo di termini per ripensare attivamente la città e di storie che li mettono in pratica.

Per informazioni scrivere a fondazione@fondazionefeltrinelli.it

 

Torna alle altre news >>