La giuria del Premio Cabalbio formata da Nicola Caracciolo, Settimio Bianciardi, Mirella Serri, Giacomo Marramao, Furio Colombo, Giancarlo Bosetti, Marisa Garito, Giuppi Pietromarchi, Marco Calamai, Alessandro Orlandi e Maria Concetta Monaci, ha decretato vincitore della sezione di saggistica storica Filippo Ceccarelli che con il suo Invano "ha sviluppato una raffinata e dotta analisi del mutamento politico da De Gasperi a Salvini".

La premiazione si terràaCaplbio, in piazza Magenta, il 31 agosto alle 18.

Invano
Filippo Ceccarelli

Filippo Ceccarelli

Filippo Ceccarelli è giornalista politico da oltre quarant’anni, prima a “Panorama”, poi alla “Stampa” e ora a “Repubblica”. Il suo sterminato archivio sulla politica italiana è stato donato nel 2015 alla Biblioteca della Camera. Per Feltrinelli ha pubblicato La suburra. Sesso e potere: storia breve di due anni indecenti (2010), Come un gufo tra le rovine (2013) e Invano. Il potere in Italia da De Gasperi a questi qua (2018).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>