Un “aiuto” dall’Italia e dalla comunità internazionale affinché “continuino ad alzare la voce contro la Cina” e restino al fianco delle persone di Hong Kong che si battono per la democrazia.  E’ quanto ha sollecitato l’attivista pro democrazia Joshua Wong, leader della protesta a Hong Kong, rispondendo alle domande dopo il suo intervento al Senato per una lezione dedicata al tema della libertà alla Scuola di formazione della Fondazione Farefuturo.
Wong ha messo in guardia quei Paesi, come l’Italia, che hanno firmato l'accordo “Belt & Road Initiative”, sottolineando come Pechino violi i diritti umani. Poi ancora sulla situazione a Hong Kong ha aggiunto: “è importante che le persone in Italia, e nel resto del mondo, comprendano che la situazione è cambiata drammaticamente negli ultimi anni ed è impossibili tornare indietro”.

Per approfondire le ragioni della “Rivolta degli ombrelli” di Hong Kong, il libro di Joshua Wong, Noi siamo la rivoluzione, Feltrinelli

Torna alle altre news >>