La guardia bianca. Nel romanzo dello scrittore di Kiev, la storia di una Nazione e di un popolo fotografati in un momento decisivo, l’inverno tra il 1919 e il 1920, quando la città di Kiev venne accerchiata dall’atamano cosacco Shoropadskij e dai bolscevichi. Il romanzo che diede a Bulgakov celebrità in vita, prima della fama universale postuma raggiunta con Il maestro e Margherita ruota attorno alle vicende dei tre fratelli Turbin (Aleksej, Nikolka ed Elena) ed è ambientato nella tempestosa Kiev colpita dalla guerra civile.

«Tutto passerà. Le sofferenze, i tormenti, il sangue, la fame e la pestilenza. La spada sparirà, ma le stelle resteranno anche quando le ombre dei nostri corpi e delle nostre opere non saranno più sulla terra. Non c’è uomo che non lo sappia. Perché dunque non vogliamo rivolgere il nostro sguardo alle stelle? Perché?»

Torna alle altre news >>