Descrizione

A fronte di una comunità politica e culturale chiusa fra il ‟niente” e l'atto (non solo terroristico), è necessario trovare una nuova strada a quello che molte generazioni hanno chiamato ‟impegno”. Che cos'è l'impegno secondo Benasayag? Mettendo in discussione la posizione centralizzante di molti movimenti contemporanei per cui è sufficiente sostituire un'idea universale cattiva con una buona, Benasayag sostiene che la molteplicità delle iniziative costituisce la vera forma di resistenza creativa al neoliberismo. I Forum sono un'iniziativa utile, dice, se servono a scambiarsi le esperienze della molteplicità dell'impegno, ma diventano sterili quando si illudono di far emergere altri modelli di società. La grande illusione – comune ad alcuni new global e ai partiti di sinistra – sta nel credere che questi legami si possano costruire dall'alto, a partire da un modello, da un programma. Il motore dei cambiamenti sta invece nei movimenti di base. E in effetti i vocaboli meno strettamente politici di questo abc (e sono la maggior parte, la più gustosa, la più coinvolgente) insistono nella critica al neoliberismo e al modo di vivere che comporta e sulla necessità di resistervi creando alternative partendo da situazioni concrete. Benasayag intende questo libro come uno strumento, e di fatto lo è. Di parte, eccessivo talora, comunque generoso è uno strumento per tutti coloro che hanno scoperto o cominciano a scoprire nuove forme di aggregazione politica o più semplicemente nuove forme per non essere succubi e sudditi del neoliberismo.
‟La nostra è l'epoca dei proclami, delle informazioni terribili e delle parole di denuncia. Eppure tutti questi discorsi non riescono più a raggiungerci, tanto sono lontani dalla realtà. Restiamo insensibili, divisi tra due sentimenti di impotenza. [...] Questo dizionario dell'impegno vuole essere una 'scatola degli attrezzi' per i nostri tempi: per ripensare, ricollegare certi concetti e certe parole al quotidiano, allargare queste maglie così strette perché, nell'immediato, non ci sia più soltanto un feedback individualista ma anche un pensiero favorevole alla creazione di legami.”

Conosci l’autore

Miguel Benasayag

Miguel Benasayag (1953), filosofo e psicanalista di origine argentina, rifugiatosi in Francia dopo l’esperienza della guerriglia guevarista, è autore di molti libri, tra i quali, tradotti in italiano: Il mito dell’individuo (2002), Resistere è creare (con Florence Aubenas, 2004), La salute ad ogni costo. Medicina e biopotere (2010). Con Feltrinelli ha pubblicato L’epoca delle passioni tristi (con Gérard Schmit; 2004), Contro il niente. Abc dell’impegno (2005), Elogio del conflitto (con Angélique del Rey; 2008) e Oltre le passioni tristi. Dalla solitudine contemporanea alla creazione condivisa (2015).

.

Scopri di più >>

Extra

Dettagli

Marchio: 
FELTRINELLI
Data d’uscita: 
Ottobre, 2005
Collana: 
Super Universale Economica
Pagine: 
185
Prezzo: 
10,00€
ISBN: 
9788807840593
Genere: 
Tascabili 
Traduttore: 
Guendalina Sertorio