Ricerca Autori

Autori lettera L

    Elena Lipetskaia

    Elena Lipetskaia

    Vai alla scheda >>

    Loredana Lipperini

    Loredana Lipperini

    Loredana Lipperini è giornalista e scrittrice. Collabora da molti anni con le pagine culturali di “la Repubblica” e “Il Venerdì” ed è fra i conduttori di Fahrenheit su Radio Tre. Ha pubblicato: Invito all’ascolto di Johann Sebastian Bach (Mursia, 1984), Don Giovanni (Editori Riuniti, 1987; Castelvecchi, 2006), Mozart in rock (Sansoni, 1990; il Saggiatore, 2006), Generazione Pokémon (Castelvecchi, 2000), La notte dei blogger (Einaudi Stile Libero, 2004), Questo trenino a molla che si chiama il cuore (Laterza, 2014), L’arrivo di Saturno (Bompiani, 2017), Magia nera (Bompiani, 2019). Feltrinelli ha pubblicato Ancora dalla parte delle bambine (2007), Non è un paese per vecchie (2010; Bompiani 2020) e Di mamma ce n’è più d’una (2013). Dal 2004 ha un blog, lipperatura.it.

    Vai alla scheda >>

    Silvia  Lippi

    Silvia Lippi

    Silvia Lippi è nata a Bologna e vive a Parigi. Laureata in filosofia e in psicologia, è psicoanalista, affiliata all’associazione Espace analytique di Parigi, e psicologa all’ospedale psichiatrico Barthélémy Durand d’Etampes. È ricercatrice presso l’Università di Parigi 7 e docente titolare dell’IRPA, Istituto di Ricerca di Psicoanalisi Applicata, nelle sedi di Milano e Grottammare. Ha pubblicato in Francia nel 2013 La decisione del desiderio (Premio Edipo 2014), nel 2008 Trasgressioni. Bataille, Lacan, e codiretto nel 2013 il libro collettivo Marx, Lacan: l’atto rivoluzionario e l’atto analitico. Con Feltrinelli ha pubblicato, nella collana "Eredi", Sigmund Freud. La passione dell'ingovernabile (2018).

    Vai alla scheda >>

    Clarice Lispector

    Clarice Lispector

    Clarice Lispector(1920-1977) è nata in Ucraina in una famiglia ebraica costretta a emigrare in Brasile quando Clarice ha solo due anni. Dopo un’infanzia passata nel Nordest del paese e la morte della madre, la famiglia si traferisce a Rio de Jaineiro dove Clarice frequenta l’università e scrive i primi racconti. A ventitré anni pubblica il suo primo romanzo, Vicino al suo cuore selvaggio(Adelphi, 2003).  Con Feltrinelli ha pubblicatoLegami familiari(1986), La passione del corpo (1987), La mela nel buio (1988), L’ora della stella (1989), La passione secondo G.H. (1991), Un apprendistato o il libro dei piaceri (1992),  Le passioni e i legami (2013), che raccoglie tutti suoi più importanti romanzi, e Tutti i racconti (2019).

    Vai alla scheda >>

    Elena Liverani

    Elena Liverani

    Vai alla scheda >>

    Paolo Antonio Livorati

    Paolo Antonio Livorati

    Vai alla scheda >>

    Anna Llenas

    Anna Llenas

    Anna Llenas vive a Barcellona, dove dopo la laurea in Pubblicità e Pubbliche Relazioni ha conseguito il diploma in Disegno Grafico e un master in illustrazione. Ha lavorato come direttore artistico e creativo per diverse aziende e attualmente è impegnata come grafica e illustratrice free lance. Ha ideato anche una linea di prodotti, dagli oggetti di cancelleria agli accessori per la casa, decorati con le sue illustrazioni allegre e raffinate.

    Vai alla scheda >>

    John Lloyd

    John Lloyd

    John Lloyd scrive per il “Financial Times” e collabora con il quotidiano “la Repubblica”. Ha contribuito a fondare il Reuters Institute for the Study of Journalism all’Università di Oxford, dove dirige il dipartimento di Giornalismo. Feltrinelli ha pubblicato Eserciti di carta. Come si fa informazione in Italia (con Ferdinando Giugliano; 2013).

    Vai alla scheda >>

    Phyllida Lloyd

    Phyllida Lloyd

    Phyllida Lloyd, (1957), regista cinematografica e teatrale britannica, ha esordito alla BBC all’inizio degli anni ottanta e dal 1985 ha cominciato a lavorare come regista per i teatri di Ipswich, Cheltenham, Bristol e Manchester. Nel 1991 ha debuttato alla prestigiosa Royal Shakespeare Company. Ricordiamo la sua regia per il film tv Gloriana, per il quale si aggiudica un Emmy Award, un FIPA d’Or e un Royal Philharmonic Society Award. Dopo il ritorno al teatro, la definitiva consacrazione cinematografica arriva con la regia di Mamma mia!, versione per il grande schermo del famoso musical tratto dal successo degli Abba. Per Feltrinelli “Le Nuvole”, The Iron Lady (2012).

    Vai alla scheda >>

    Geoffrey E. R. Lloyd

    Geoffrey E. R. Lloyd

    Geoffrey E. R. Lloyd è professore emerito di Filosofia e scienza antiche all'Università di Cambridge. Molte delle sue opere sono state tradotte in italiano: La scienza dei Greci (Laterza 1978), Magia, ragione, esperienza: nascita e forme della scienza greca (Bollati Boringhieri 1982), Aristotele: sviluppo e struttura del suo pensiero (Il Mulino 1985), Scienza, folclore, ideologia: le scienze della vita nella Grecia antica (Bollati Boringhieri 1987), Smascherare la mentalità (Laterza 1991), Metodi e problemi della scienza greca (Laterza 1993), La curiosità nei mondi antichi: Grecia e Cina (Donzelli 2003), Il sapere greco: dizionario critico (Einaudi 2005).

    Vai alla scheda >>

    Ken Loach

    Ken Loach

    Kenneth “Ken” Loach nasce a Nuneaton (Inghilterra), nel 1936. È uno dei registi più noti e premiati in Europa. In Italia ha un seguito di appassionati che consacrano i suoi film con grandi risultati di box office. Tra i titoli più conosciuti: Piovono pietre (1993, Premio speciale della giuria al Festival di Cannes), Terra e libertà (1995, Premio internazionale della critica e Premio speciale della giuria al Festival di Cannes), La canzone di Carla (1996). Palma d'Oro Al 59° Festival Di Cannes. Nella collana “Le Nuvole” di Feltrinelli sono usciti In questo mondo libero... (2007) e Il vento che accarezza l'erba (2008).

    Vai alla scheda >>

    Paola Loaldi

    Paola Loaldi

    Vai alla scheda >>

    Sascha Lobo

    Sascha Lobo

    Sascha Lobo (1975) già direttore creativo in un'agenzia pubblicitaria, è oggi stratega della comunicazione free-lance e sviluppa idee di marchi. Collabora con la Zentrale Intelligenz Agentur e scrive per il blog ‟Riesenmaschine”. Nel 2006 è stato pubblicato il suo Wir nennen es Arbeit (insieme a Hom Friebe).

    Vai alla scheda >>

    António Lobo Antunes

    António Lobo Antunes

    António Lobo Antunes è nato a Lisbona nel 1942. Ha esercitato la professione di medico psichiatra nell’ospedale Miguel Bombarda della capitale e ha partecipato alla guerra coloniale in Angola come tenente, chirurgo e psichiatra: un’esperienza che ha più volte rievocato, soprattutto nei suoi primi libri. Considerato uno degli autori europei più importanti, le sue opere sono tradotte in oltre quindici lingue. Il suo romanzo d’esordio, Memória do Elefante, è del 1979. Dalla metà degli anni ottanta si dedica esclusivamente alla scrittura. Feltrinelli ha pubblicato Trattato delle passioni dell’anima (1998), L’ordine naturale delle cose (2001), La morte di Carlos Gardel (2002), Che farò quando tutto brucia? (2004), Buonasera alle cose di quaggiù (2007), In culo al mondo (2009), Lettere dalla guerra (2009), Spiegazione degli uccelli (2010), Arcipelago dell’insonnia (2013), Non è mezzanotte chi vuole (2018) e Lo splendore del Portogallo (2019).

    Vai alla scheda >>

    Luigi Lo Cascio

    Luigi Lo Cascio

    Luigi Lo Cascio nasce a Palermo il 20 ottobre 1967. Diplomatosi all’Accademia di Arte Drammatica Silvio D’Amico nel 1992, comincia subito una prolifica carriera teatrale, arrivando a vincere due volte il premio UBU come miglior attore protagonista con Nella tana di Kafka (da lui anche riscritto e diretto) e Il silenzio dei comunisti, diretto da Luca Ronconi. Nel 2000 Marco Tullio Giordana lo chiama per il ruolo di Peppino Impastato nel film I cento passi, con cui ottiene un David di Donatello. La sua carriera cinematografica prosegue con Luce dei miei occhi di Giuseppe Piccioni (Coppa Volpi alla 58° Mostra del Cinema di Venezia), La meglio gioventù, Buongiorno, notte e molti altri. Nel 2012 esordisce come regista con La città ideale alla 69° Mostra del Cinema di Venezia. Ogni ricordo un fiore (Feltrinelli, 2018) è la sua prima prova narrativa.

    Vai alla scheda >>

    Laura Locatelli

    Laura Locatelli

    Laura Locatelli, laureata in Lingue, autrice, redattrice e traduttrice, ha scritto tra gli altri per: Mondadori Libri, Panini Editore, Edizioni Hachette, “la Gazzetta dello Sport”, De Agostini, Gribaudo. Si occupa anche di tematiche legate all’adolescenza e di promozione della lettura nelle scuole. Da 20 anni fa parte di una compagnia amatoriale che propone la riduzione teatrale dei classici per le scuole.

    Vai alla scheda >>

    Simonetta Lochi

    Simonetta Lochi

    Vai alla scheda >>

    Erlend Loe

    Erlend Loe

    Erlend Loe, nato a Trondheim nel 1969, è uno dei più originali giovani scrittori norvegesi. Prima di trasferirsi a Oslo, dove abita e lavora, ha vissuto in Francia e in Danimarca. Appassionato di cinema e sceneggiatore, autore di libri per bambini, si è affermato come scrittore proprio con Naif.Super (Feltrinelli, 2006), un libro di grande successo che nel 1997 ha vinto il Premio Cappelen, tradotto in oltre dieci lingue e pubblicato in Italia nel 2002 da Iperborea. In Feltrinelli Kids sono usciti i libri per ragazzi Kurt (2003) e Kurt (2008).

    Vai alla scheda >>

    Elena Loewenthal

    Elena Loewenthal

    Elena Loewenthal è autrice di saggi e romanzi, oltre che traduttrice e curatrice di numerosi testi della tradizione ebraica e d'Israele. I suoi ultimi libri sono Dimenticami (Bompiani 2006), Scrivere di sé (Einaudi 2007), Conta le stelle, se puoi (Einaudi 2008). Insegna Cultura ebraica alla facoltà di Filosofia dell'Università San Raffaele di Milano e scrive su ‟La Stampa”.

    Vai alla scheda >>

    Hugh Lofting

    Hugh Lofting

    Hugh Lofting (1886-1947) nacque in Inghilterra, in un villaggio del Berkshire, ma cominciò molto presto a viaggiare. Studiò negli Stati Uniti e in seguito lavorò come topografo in Canada, poi per le ferrovie dell’Africa occidentale e di Cuba. Durante la Prima guerra mondiale fu mandato come tenente al fronte, dove inventò il Dottor Dolittle per le lettere che spediva ai suoi figli. Nel 1920 pubblicò il primo libro dedicato al personaggio a cui ne seguiranno molti altri. Da allora il Dottor Dolittle è stato sempre amatissimo dai lettori e ha ispirato trasposizioni cinematografiche di successo: dalla memorabile versione con Eddie Murphy del 1998, fino all’interpretazione della star hollywoodiana Robert Downey Jr., uscita a cento anni dalla prima pubblicazione.

    Vai alla scheda >>

    Ettore Lo Gatto

    Ettore Lo Gatto

    Ettore Lo Gatto (1890-1982), grande slavista, ordinario di Letteratura russa all’Università di Roma, Accademico dei Lincei, è stato tra i primi studiosi e divulgatori della cultura russa in Italia. Tra le sue opere ricordiamo le monumentali Storia della letteratura russa (1927-1979), Storia del teatro russo (1952) e Storia di un poeta e del suo eroe (1959). Uno tra i suoi saggi più importanti, Il mito di Pietroburgo, è stato pubblicato per la prima volta da Feltrinelli nel 1960.

    Vai alla scheda >>

    Franco Loi

    Franco Loi

    Vai alla scheda >>

    Guido Lombardi

    Guido Lombardi

    Guido Lombardi (Napoli, 1975) è regista, sceneggiatore e scrittore. Ha diretto Là-bas (Leone del Futuro alla 68a Mostra internazionale di arte cinematografica di Venezia) e Take Five, in concorso al Festival di Roma. Ha pubblicato Non mi avrete mai (Einaudi, 2013; con Gaetano Di Vaio) e Teste matte (Chiarelettere, 2015; con Salvatore Striano). Da Il ladro di giorni (Feltrinelli, 2019) è tratto l’omonimo film  prodotto da Indigo Film e Bronx Film, con regia dello stesso autore.

    Vai alla scheda >>

    Sandro Lombardi

    Sandro Lombardi

    Sandro Lombardi è tra gli artisti più importanti del teatro italiano. Fondatore – insieme a Federico Tiezzi e Marion D'amburgo – della compagnia Lombardi-Tiezzi, ha interpretato testi di Samuel Beckett, Heiner Müller, Mario Luzi, Alessandro Manzoni, Pier Paolo Pasolini, Bertolt Brecht, Goffredo Parise, Anton Cěchov, Thomas Bernhard. Ha vinto per tre volte il premio Ubu come miglior attore e nel 2004 ha pubblicato Gli anni felici. Realtà e memoria nel lavoro dell'attore (Garzanti, premio Bagutta 2005).

    Vai alla scheda >>

    Sandro Lombardini

    Sandro Lombardini

    Vai alla scheda >>

    Agostino Lombardo

    Agostino Lombardo

    Agostino Lombardo (Messina, 1927 - Roma, 2005), anglista e americanista, Accademico dei Lincei, professore emerito dell’Università “La Sapienza” di Roma, su Shakespeare ha scritto, tra l’altro: Lettura del Macbeth (premio Bellonci per la critica); Il Fuoco e l’Aria (su Antonio e Cleopatra); L’eroe tragico moderno; La grande conchiglia (su La Tempesta); Eduardo e Shakespeare. A lui si devono versioni di opere shakespeariane messe in scena da G. Barberio Corsetti, F. Branciaroli, S. Braunschweig, A. Calenda, S. Cardone, P. Carriglio, G. Cobelli, E. D’Amato, F. D’Avino, L. de Berardinis, R. Guicciardini, F. Ricordi, S. Sequi, L. Squarzina, P. Stein e G. Strehler, sul quale ha pubblicato Strehler e Shakespeare. Ha ricevuto il premio Grinzane-Cavour e il premio Achille Marazza per le sue traduzioni. Feltrinelli ha ripubblicato Lettura del Macbeth (2010). Per i “Classici” Feltrinelli ha tradotto e curato opere di Shakespeare: Antonio e Cleopatra (1992), Il Mercante di Venezia (1992), La dodicesima notte (1993), Romeo e Giulietta (1994), Amleto (1995), Otello (1996), Macbeth (1997), Tito Andronico (1999), Giulio Cesare (2000), Coriolano (2002), Misura per misura (2003), Il racconto d’inverno (2004), La tempesta (2004), Sogno di una notte di mezza estate (2006) e Re Lear (2010); inoltre ha scritto la prefazione a Casa Howard (2008) di Edward Morgan Foster.

    Vai alla scheda >>

    Lorena Lombroso

    Lorena Lombroso

    Vai alla scheda >>

    Jack London

    Jack London

    Jack London (San Francisco, 1876 - Glen Ellen, California, 1916) è stato autore molto prolifico e tra l’altro scrisse: i romanzi avventurosi Il richiamo della foresta (1903), Il lupo di mare (1904), Zanna Bianca (1906); i romanzi autobiografici La strada (1907), Martin Eden (1909), John Barleycorn (1913); oltre a diversi racconti, reportage, saggi, trattati politici, e inchieste come Il popolo dell’abisso (1903). Il Tallone di Ferro (1908) è stato pubblicato da Feltrinelli per la prima volta nel 1972. Nei “Classici”, Feltrinelli ha edito anche, in unico volume, Il richiamo della foresta - Bâtard - Preparare un fuoco (2012), Zanna Bianca (2014), Il vagabondo delle stelle (2015) e Martin Eden (2016).

    Vai alla scheda >>

    Loren Long

    Loren Long

    Loren Long vive a Cincinnati, Ohio, con sua moglie Tracy, e i due figli, Griffith e Graham. Ha insegnato disegno, e il suo lavoro è apparso in numerose pubblicazioni, tra cui ‟Sports Illustrated” e ‟Time”. Grande fan del baseball, ha giocato in una squadra di non professionisti per molti anni.

    Vai alla scheda >>

    Bianca Longhi

    Bianca Longhi

    Vai alla scheda >>

    Norm Longley

    Norm Longley

    Norm Longley ha speso gli ultimi quindici anni in giro per l’Europa orientale (Ungheria e Budapest comprese) e i Balcani scrivendo per Rough Guides. Recentemente ha co-firmato le guide dedicate a Scozia e Galles. Vive vicino a Bath; se passate da quelle parti potreste imbattervi in lui che monta gazebo presso il Recreation Ground.

    Vai alla scheda >>

    Davide Longo

    Davide Longo

    Davide Longo (1971) vive a Torino dove insegna scrittura presso la Scuola Holden. Tra i suoi romanzi, Un mattino a Irgalem (Marcos y Marcos, 2001, Feltrinelli Zoom Filtri 2015), Il mangiatore di pietre (Marcos y Marcos 2004, Universale Economica Feltrinelli 2016), L’uomo verticale (Fandango, 2010) e Maestro Utrecht (NN 2016). Per Feltrinelli ha pubblicato Ballata di un amore italiano (2011), Il caso Bramard (2014) e Così giocano le bestie giovani (2018).

    Vai alla scheda >>