Così come Rossella O´Hara alla fine della prima parte del film "Via col vento" annuncia «Non patirò più la fame!», il commissario europeo, la signora Loyola de Palacio, ha dichiarato di essere stufa delle maree nere, atteggiamento morale ed emozionale appoggiato da tutti i responsabili dei Trasporti della Ue, che a loro volta si sono dichiarati stufi delle maree nere. Mentre in Galizia i pescatori di molluschi cercano di strappare il maggior numero possibile di cozze e pescano tutte le vongole alla loro portata in quanto temono una nuova marea nera proveniente dalla "Prestige" più dannosa di quella che stanno già subendo, le autorità si sono divise. Se i più alti funzionari europei sono stufi, i più alti responsabili dell´amministrazione spagnola ripetono invece, una e più volte, che tutto è sotto controllo. Una diversità di risposte che turba poiché ci si poteva aspettare dall´efficienza razionalista dell´Europa di Cartesio, Kant e Hegel una dichiarazione tranquillizzante dal punto di vista dell´applicazione della costanza della ragione alle regole di condotta. Ma, al contrario, l´Europa si indigna, si emoziona, è stufa. La Spagna, che per quanto riguarda le sue capacità analitiche e deduttive, gode di così poco prestigio, ritiene che tutto è sotto controllo, prova evidente di un cambiamento sostanziale nel paese, soprattutto nell´uso delle metafore.
L´Europa, stufa di nave spazzatura e mucche pazze, ha potuto conoscere il doppio linguaggio della Spagna governata dalla maggioranza assoluta di Aznar. Perché quando ministri e direttori generali assicurano di avere tutto sotto controllo, questo significa che la nave è affondata di 3000 metri e che se in seguito il petrolio continuerà a spargersi e a raggiungere le coste spagnole, si avrà la prova di quanto fosse nel giusto Tommaso da Kempis quando nella sua "Imitazione di Cristo" affermava: La vita è dolore.

(Traduzione di Hado Lyria)
Manuel Vázquez Montalbán

Manuel Vázquez Montalbán

Manuel Vázquez Montalbán (1939 - 2003) con Feltrinelli ha pubblicato: Gli uccelli di Bangkok (1990), Tatuaggio (1991), Il centravanti è stato assassinato verso sera (1991), Il labirinto greco (1992), Ricette immorali (1992), La solitudine del manager (1993), I mari del Sud (1994), Le ricette di Pepe Carvalho (1994), Pamphlet dal pianeta delle scimmie (1995), La Rosa di Alessandria (1995), La Mosca della Rivoluzione nella collana “Traveller” (1995), Le Terme (1996), Il fratellino (1997), Il premio (1998), Quintetto di Buenos Aires (1999), Storie di fantasmi (1999), L’uomo della mia vita (2000), Il signore dei bonsai nella collana “Kids” (2000), Storie di padri e figli (2001), Ho ammazzato J.F. Kennedy (2001), Tre storie d’amore (2003), Assassinio al Comitato Centrale (2005), Millennio. Pepe Carvalho sulla via di Kabul (2004), Millennio 2. Pepe Carvalho, l’addio (2005), Sabotaggio olimpico (2006), Storie di politica sospetta (2008), Assassinio a Prado del Rey e altre storie sordide (2009), La bella di Buenos Aires (2013), Luis Roldán né vivo né morto (2013), Carvalho indaga (2016), Millennio. La grande saga di Pepe Carvalho (2019; il libro comprende Millennio. Pepe Carvalho sulla via di Kabul, 2004, e Millennio 2. Pepe Carvalho, l’addio, 2005). Nel 1995 ha ricevuto il prestigioso Premio Nacional de las Letras Españolas come riconoscimento per tutta la sua opera letteraria. Ha vinto il premio internazionale Grinzane Cavour “Una vita per la letteratura” nel 2000.

 

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>