Non commettete suicidio mentre leggete questo libro. Non leggete questo libro in presenza di Sandro Bondi o di qualunque altro membro della sua famiglia, dato che sono un branco di crudeli psicopatici sadici che possono condurvi alla tomba.
Bush è convinto che l’America sganciò l’atomica sul Giappone per debellare Godzilla. Due volte, perché la prima atomica lo aveva mancato.

Comunque voglio ringraziare Bush, Blair e Berlusconi a nome di tutte le persone che si scaccolano di nascosto. A confronto delle porcherie che quei tre vi stanno facendo combinare qui in Iraq, scaccolarsi diventa un passatempo più che legittimo.
C’è una foto che mostra Bush mentre guarda sotto un armadietto dello Studio ovale e dice: "Dove sono le armi di distruzione di massa?". L’hanno criticato per la sua leggerezza. Questo è ingiusto. Bush le stava realmente cercando nel suo studio.
Bush si è strozzato con un salatino mentre guardava la tv. Non è capace di fare due cose contemporaneamente. Che differenza con Clinton, eh? Clinton leggeva dossier top secret, telefonava a Rabin e si faceva fare pompini allo stesso tempo. Chi gli telefonava la tirava per le lunghe sperando di notare nel suo tono di voce qualche cambiamento che provasse l’orgasmo.

La guerra che c’è adesso è la vera guerra. La guerra durata tre settimane era il trailer. Questo è il film.

Falluja non è più quella di una volta.
- Cos’era una volta? -
- Una volta era una massaggiatrice svedese con le emorroidi. E affittava biciclette. Biciclette con le emorroidi.

Pare abbia già pronta (Ratzinger) la sua prima enciclica, contro le sirene del relativismo e del modernismo. Si intitolerà: Te audire non possum, musa sapientum fixa est in aure. Che significa: Non riesco a sentirti, ho una banana nell’orecchio.
Papa a settantotto anni! Oggi la sua giornata è cominciata molto bene. Si è svegliato.
Questa battuta rovinerà la mia amicizia con Ratzinger.

Riassunto di questi ultimi tre anni: Berlusconi di nuovo assolto per l’ennesima volta dall’ennesimo reato grazie alle ennesime attenuanti generiche; Bush di nuovo presidente in America; Tiziano Ferro di nuovo in testa alle classifiche: l’apocalisse è vicina.
E infatti due giorni prima delle elezioni, si è rifatto vivo quel cretino di Osama con un nuovo video. La Cia pensa sia un messaggio vecchio perché a un certo punto Osama promette ai terroristi suicidi che una delle settantadue vergini che incontreranno in paradiso è Britney Spears. Sì, ciao, abbiamo già dato.

Un kamikaze ieri s’è fatto saltare in aria a Falluja, ma non ha ucciso nessuno, solo se stesso. - Mi dispiace, Ahmed. Niente vergini. Solo un tostapane.

Al principio piagnucolai che volevo la mamma, poi mi rilassai e con la mia lingua patrizia presi a dirigere l’azione come un pornodivo professionista.
- Cosa sono quelle cicatrici sui polsi, Daniele? - mi chiese lei.
- Niente. Avevo sentito dire che rinasceva il Psi.

I membri del congresso Usa hanno visto i video in cui Lynndie England fa sesso di gruppo coi soldati americani di fronte ai prigionieri iracheni. La guerra in Iraq è costata finora più di trecentomila miliardi di dollari. Gli Usa rientreranno delle spese con il video "Guardie carcerarie in calore".

Quanto ai nostri soldati a Baghdad, che dedizione ammirevole, all’inizio. Notte dopo notte senza riposo, sempre all’erta, sempre con gli occhi sull’obiettivo. Alla fine Lilli Gruber ha abbassato le tapparelle.

Ogni giorno questa guerra produce bombardamenti, decapitazioni, attentati, ostaggi. E così tanta sofferenza che Maria De Filippi ha detto: - Vorrei presentarla io.

Silvio, invece dei poveri carabinieri, in Iraq la prossima volta mandaci Piersilvio!

- Andarsene ora sarebbe da irresponsabili, - ha detto Rutelli. E poi, come sempre, la cassiera ha annuito e gli ha dato il suo Big Mac.

Insomma la guerra è giustificata dalla guerra. La verità è che Bush vuole sapere come mai l’Iraq abbia sotto la sabbia tutto quel petrolio americano.
Eeh, bei tempi, quando i presidenti americani mentivano solo sui pompini!

Alle ultime elezioni, Berlusconi ha perso quattro milioni di voti. Rutelli, D’Alema e Fassino sono soddisfatti: di questo passo rischiano di vincere le elezioni del 2001.

Rutelli ieri si è fermato a una stazione di benzina, ma gli è andata male. Non assumevano.

Gli elettori dell’Ulivo sono già al traguardo. Stiamo aspettando i leader.

Alcuni commentatori hanno scritto che il problema dell’Ulivo è come coniugare l’identità dei partiti col progetto comune. No, il vero problema è qual è la differenza fra Rutelli e Follini, a questo punto. Entrambi sono per la difesa della famiglia, contro l’aborto, contro la fecondazione assistita, per la scuola cattolica e per rimanere in Iraq. Se nell’Ulivo ci sta Rutelli, ci può stare anche Follini. Ci sta Boselli, possono starci tutti. Ci sta Pomicino! È la cloaca massima.

In estate salta fuori Rutelli a dire che un eventuale futuro governo dell’Ulivo non dovrà cancellare tutte tutte tutte le riforme di Berlusconi.
Io gli farei un esamino come per Buttiglione. Quali riforme vuole tenere? La legge 30? Il conflitto d’interessi? Il falso in bilancio? Il federalismo? La Gasparri? La Fini? La Bossi-Fini? La Cirami? La Cirielli? Lo Scudo fiscale? Non lo so, ogni volta che Rutelli apre la bocca sembra voglia dimostrarti che perdere le elezioni del 2001 non fu un caso.

In estate uno aveva esclamato: - Sentite: facciamo una cazzata? Chiamiamola GAD! Dai dai dai dai dai! - E così per un po’ l’avevano anche chiamata GAD. Grande Alleanza Democratica. Grande, non piccola. Perché per i maschi il problema è sempre chi ce l’ha più grosso.

Ci stiamo abituando alle file ai check-in in aeroporto! Non è normale! Chi stabilirà quando l’emergenza è finita? Bush? Io le file ai check-in non le sopporto più. Voglio tornare ai tempi in cui la cosa più pericolosa su un aereo era il roast-beef Alitalia!
In aereo controllo sempre chi sta guardando il film. Perché dubito che un terrorista stia lì a guardare il film. Anche se questo sarebbe un segno che il film è davvero bello. L’aereo atterra. - Cazzo, mi sono dimenticato di farlo esplodere! È la terza volta!

Secondo i pm, Dell’Utri faceva da cerniera fra la mafia e il gruppo Berlusconi. Commento dell’opposizione: - Non commentiamo le sentenze. - Ma se non sai commentare certe sentenze vai a casa, che votiamo gente che certe sentenze le sa commentare.

Come se non bastasse, i giudici si ritirano in camera di consiglio e due giorni prima della sentenza il presidente della Camera Casini sente il bisogno di telefonare a Dell’Utri per esternargli la propria stima. Non pago, avverte i giornalisti. - Ho telefonato a Dell’Utri per dirgli che lo stimo. - E loro: - Ma bravo!
Così la notizia viene pubblicata. Questo è il "Corriere della Sera": "Casini: stimo Dell’Utri".
Una cosa talmente aberrante che se n’è accorto perfino Francesco Cossiga. Dice Cossiga: - Ma come è venuto in mente alla terza carica dello Stato di telefonare a uno che, lo si voglia o no, è un imputato di gravi reati in attesa di sentenza e domani potrà essere un pregiudicato? - Casini ha evitato di rispondere e ha ordinato delle linguine allo scoglio.

I giornali hanno elencato "i punti cardine del testo, voluto da Bossi". Cioè la Costituzione, frutto dell’intelligenza delle menti migliori del dopoguerra (i giuristi più insigni, i politici più preparati e integri), adesso viene modificata sulla base delle indicazioni di uno che fatto la Scuola Radio Elettra! Non mi do pace.

All’estero, la colpa peggiore per un politico è che ha mentito agli elettori. In Italia mentire agli elettori è ormai una referenza.
- Sa governare il Paese? -
- È un bugiardo matricolato.
- Perfetto.

Quanto a Vespa, è il giornalista più oleoso che ci sia in natura. Si cosparge il corpo di margarina e poi, la sera del 7 a 0 per l’Ulivo, fa una puntata sull’"Isola dei famosi". Se cerchi di fermarlo lui sguscia via! - Sta scappando! Qualcuno gli versi addosso un sacco di farina!
Puntata sul terrorismo. Ospite: Valeria Marini. Perché quando penso al terrorismo, penso a Valeria Marini.
La Fallaci è sempre lì che parla di guerra fra civiltà. La guerra fra civiltà potrebbe portare alla distruzione del mondo con le bombe atomiche. Che ironia se gli unici sopravvissuti per perpetuare la specie fossero la Marini e Cecchi Gori, eh?

È una crisi grave. Ieri mia zia è entrata in banca per un prestito. Non ce l’hanno ancora data indietro.

La trama: Gesù è morto affinché Mel Gibson potesse guadagnare cinquecento milioni di dollari. Un successo prevedibile, dopo duemila anni di pubblicità.

ADAMO: Salve. Viene qui spesso?
EVA: Non parlo mai con estranei.
ADAMO: Cosa sei, lesbica?
EVA: E tu cosa sei, l’alternativa?
Dio aveva creato Adamo a sua immagine e somiglianza. Ma un mese prima aveva creato i dinosauri a immagine di sua zia Sofocle (Sofocle è un nome maschile, ma in Romagna è anche femminile. Perché Dio è romagnolo).

Ovvio che la Chiesa sia contraria ai matrimoni gay. Nulla deve turbare la santità delle vocazioni pedofile.
Il matrimonio è sacro? Non fatemi ridere. Si è sposato Paolo Limiti!
Dio, patria e famiglia!

E così viene diffusa la "Lettera sulla collaborazione dell’uomo e della donna" di Ratzinger. Ratzinger ha scritto un documento sulle donne. Mi ha colpito perché non immaginavo che Ratzinger ne conoscesse una.
Il cardinal Tonini: - Lo sanno tutti che nel contesto del rapporto uomo-donna è garantita ai figli una formazione più completa. - Come dimostra la vicenda serena dei coniugi Lorenzi a Cogne.
E così abbiamo politici come Buttiglione, gli occhi vispi di un cane sorpreso dalle proprie scoregge.
La separazione tra stato e Chiesa, cioè fra reato e peccato, la indicò Gesù, quando disse: - Date a Cesare quel che è di Cesare e a Dio quel che è di Dio. - Ne deduco che, se Buttiglione è cattolico, Cristo non lo era.

Muore con Wojtyla il suo grande sogno, l’unificazione delle cinque grandi religioni: cristianesimo, ebraismo, Islam, Walt Disney e Sony.

Fra destra e sinistra una differenza c’è. Claudio Velardi se l’è scordata, ma c’è. Per la sinistra, la politica è (o dovrebbe essere) partecipazione, che come ricordava Gaber è libertà. Per la destra, la politica è controllo.
Tutti i capi ulivisti sono in cerca di una propria identità. Lo scopo è dimostrare agli elettori di essere meno estremisti di Bertinotti, meno vuoti di Rutelli e meno forzisti di D’Alema.

In America, un uomo si è svegliato dopo diciannove anni di coma. C’è ancora speranza per l’Ulivo.

Le droghe sono pericolose. Rischi di diventare giocatore della Juve.

Urbani, ex ministro dei Beni Culturali. Mi spiace, ministro, la satira bisogna meritarsela.

Torna alle altre news >>