Maurizio Maggiani con Il viaggiatore notturno ha vinto il Premio Strega 2005. Rondini e orse, animali erranti, migratori. E migratore è l’uomo, dalla pace alla violenza, dal deserto dell’Hoggar – cuore dell’Universo – ai boschi balcanici, alla mite città di Tuzla, teatro di un assedio sanguinoso. Maurizio Maggiani lascia la parola a uno studioso di migrazioni animali, che si imbatte in tanti personaggi memorabili, e insegue l’utile bellezza del costruire (un pane, un tavolo, una gabbietta per gli uccelli) contro l’orrore della distruzione, la pietà dei piccoli gesti contro l’empietà della guerra.

Si è conclusa, intanto, l'intervista dei lettori a Maggiani realizzata attraverso questo sito. Se vuoi accedere alla versione integrale dell'intervista clicca qui

Torna alle altre news >>