L’umanità si interroga sulle mani di Madonna Ciccone, che nelle fotografie recenti apparirebbero levigate e ringiovanite. Se ne parla sul Daily Mail, la notizia rimbalza su altri quotidiani europei, gli esperti avanzano ipotesi sul tipo di trattamento estetico adottato dalla diva per migliorare lo stato delle sue dita, apparse tempo fa grevemente rugose, se non bitorzolute. Alcuni avanzano l’ipotesi, davvero sconvolgente, che le mani ritratte non siano quelle di Madonna, ma il frutto di un fotomontaggio. Se ne discute, comunque, con la gravità dei grandi dibattiti etici, compreso l’intervento del luminare che raccomanda la prevenzione piuttosto che un tardivo intervento di chirurgia estetica. Letta fino in fondo un’intera pagina sulla vicenda, ho concluso di non avere una posizione personale sulle mani di Madonna, sulla loro manutenzione, né sul loro futuro. Piuttosto, provo un generico ma vigoroso impulso a vedere tutti i protagonisti della vicenda (Madonna, i suoi manutentori estetici, i suoi fotografi, i giornalisti e i commentatori coinvolti, ma soprattutto i lettori degli articoli in questione, me compreso) costretti a un mese di lavori socialmente utili, per vedere che effetto fa sulle mani, e soprattutto sul cervello. La vanga o il piccone. Tipo Rivoluzione Culturale. Per una volta, è bello essere vetero.

Torna alle altre news >>