Il presidente di Forza Italia, onorevole Berlusconi, ha annunciato per il mese di settembre ‟un profondo restyling” del suo partito. Erano noti casi di restyling di automobili (in genere rinnovano il disegno dei paraurti e aggiungendo la scritta "sprint"), di oggetti per la casa e anche di esseri umani (lifting, trapianto di capelli, cambio del guardaroba, nuova montatura degli occhiali, a volte nuova moglie), ma non si conoscevano ancora restyling di partiti politici. La curiosità, nel mondo del design, è grande. Da che parte comincerà l’ambiziosa operazione? Sostituzione delle insegne di sezione con altre, magari fluorescenti e lampeggianti come quelle delle farmacie? Cambio di cravatte di dirigenti, visto che le cravatte di Marinella ormai ornano il collo dei venditori di polizze porta a porta? Basta Apicella, che ha un repertorio da cortile di caseggiato hezbollah, e via libera al rap? Convention meno castriste, con aggiunta di qualche oratore nel programma e addirittura di un oratore di minoranza? Ancora non si sa. Ma si saprà. Tutto sarà chiarito con il nuovo kit del militante, che secondo indiscrezioni comprende anche una nuova guaina coprivolante in pelle, tipo Jaguar, ma adattabile anche all’Ape.

Torna alle altre news >>