In La società sorvegliata. Tecnologie di controllo della vita quotidiana, David Lyon dipinge i possibili futuri scenari di una società in cui alcuni soggetti (i governi, le industrie) dispongono di un archivio dettagliatissimo dei nostri dati personali, da quelli anagrafici ai gusti alle disposizioni a malattie, permettendo un controllo anche più invasivo di quello immaginato da Orwell in 1984. L’affaire delle intercettazioni illegali che ha portato all’arresto di 21 persone, tra cui i responsabili del settore security di Telecom, non ci dice forse che la costruzione della ‟gabbia elettronica”che ci imprigionerà dalla culla alla tomba, di cui si parla in questo libro, è in uno stadio molto avanzato?

Torna alle altre news >>