La maglia che l’Inter indossa per il suo centenario porta lo stemma di Milano, croce rossa in campo bianco. Ma un avvocato di Smirne ha letto in quella croce il simbolo dei Templari, e ha chiesto sanzioni contro l’Inter per avere affrontato (e battuto) i turchi del Fenerbache con quel segno intimidatorio stampato sul petto. Si sa che i simboli sono cosa delicata, e continua fonte di equivoci. Una famosa griffe indiana è finita nei guai per avere decorato di svastiche (segno solare sanscrito) una sua borsa, e si capisce che per un ebreo, o per qualunque persona civile, la svastica sia qualcosa di definitivamente repellente. All’avvocato di Smirne non saprei dunque che cosa suggerire, visto che la bonaria croce civica di Milano a lui fa l’effetto di un lugubre segnale di guerra. Posso solo raccontagli che, da quel lunatico che sono - segno zodiacale del cancro - quando vedo nel cielo notturno la falce della luna rimango estasiato a guardarla. Ma, vedendola, non penso all’Islam, penso solo alla luna. Le religioni sono cose degli uomini, troppo poco importanti rispetto al corso degli astri.

Torna alle altre news >>