Mi domando che idea possano farsi del mondo adulto due adolescenti come B. e D. Lei è la figlia di Pier Ferdinando Casini, lui un compagno di scuola. Sono stati "paparazzati", come si dice con un neologismo ipocritamente spensierato, mentre sciavano insieme, e sbattuti su un rotocalco come presunto "gossip politico": alla faccia di ogni legge sulla tutela dei minori. Pare che lui sia di sinistra (pensate!), e nella visione decerebrata dei gossippari un eventuale flirt tra un ragazzo di sinistra e la figlia di un leader di centro costituisce, evidentemente, una rimarchevole notizia. Una specie di sottomarca di Capuleti e Montecchi, si suppone. Per giunta il padre della ragazza si è lasciato incautamente sfuggire una battuta allegra (‟mia figlia sta con un comunista!”) che è servita a montare un "caso" laddove esiste soltanto il diritto di due minorenni a essere lasciati in pace.
È toccato a D. spiegare, giudiziosamente, che il "caso" è inventato e comunque sgradevole. Come se spettasse a due studenti di liceo il compito di mettere in guardia gli adulti dalla loro stessa scempiaggine.

Torna alle altre news >>