‟Scrivere è come fare l'amore con l'amante perfetto: aiuta a esorcizzare il dolore e la paura” giura Isabel Allende, la grande scrittrice cilena da oltre 53 milioni di copie nel mondo. Chissà come sta vivendo in questi giorni, lei che si dichiara superstiziosa, l'uscita in Italia de La somma dei giorni (Feltrinelli) , il 17 esimo libro della sua vita. ‟Sicuramente con fibrillazione” scommette Elena liverani, traduttrice del volume e docente di lingua e traduzione spagnola all'università di Trenta. ‟Anche perche non si tratta di un romanzo, ma di un diario intimo: un dialogo con la figlia Paula, morta nel 1992 a 28 anni per una malattia molto rara, a cui l'autrice aveva già dedicato il celebre Paula". In 320 pagine che si leggono tutte d'un fiato ci sono i fatti più importanti accaduti alla Allende negli ultimi 15 anni: ‟Nella mia vita non mancano dranuni, ho materiale da telenovela in abbondanza per scrivere” confessa nell'incipit la nipote di Salvador Allende, il presidente del Cile ucciso nel golpe del 1973. In effetti, La somma dei giorni è una saga familiare intricata e avvincente come una soap opera. ‟Nella tribù della matriarca Isabel succede di tutto" dice Elena Liverani. Scopriamo, per esempio, che la nuora Celia scappa di casa con Sally, ex compagna di Jason, il figliastro di Willie Gordon, marito della scrittrice. O che Sabrina, nipotina di Willie, quando la mamma Jennifer muore, viene affidata a una coppia di monache buddiste lesbiche. In modo autoironico e divertente, nel libro l'autrice, 65 anni, parla persino del suo lifting: ‟Per settimane ho avuto la sensazione di indossare una maschera di legno, ma ne è valsa la pena". Insomma, Isabel Allende si mette a nudo con generosità. ‟Cerca nella lettrice un'amica e una complice" spiega Liverani. ‟Si racconta in un gioiello di scrittura, con la semplicità che fin dai tempi de La casa degli spiriti, del 1983, l'ha fatta conoscere e amare dalle donne di tutto il mondo".
Isabel Allende

Isabel Allende

Isabel Allende è nata a Lima, in Perù, nel 1942, ma è vissuta in Cile fino al 1973 lavorando come giornalista. Dopo il golpe di Pinochet si è stabilita in Venezuela e, successivamente, negli Stati Uniti. Con il suo primo romanzo, La casa degli spiriti del 1982 (Feltrinelli, 1983), si è subito affermata come una delle voci più importanti della narrativa contemporanea in lingua spagnola. Con Feltrinelli ha pubblicato anche: D’amore e ombra (1985), Eva Luna (1988), Eva Luna racconta (1990), Il Piano infinito (1992), Paula (1995), Afrodita. Racconti, ricette e altri afrodisiaci (1998), La figlia della fortuna (1999), Ritratto in seppia (2001), La città delle Bestie (2002), Il mio paese inventato (2003), Il Regno del Drago d’oro (2003), La Foresta dei pigmei (2004), Zorro. L’inizio di una leggenda (2005), Inés dell’anima mia (2006), La somma dei giorni (2008), L’isola sotto il mare (2009), Il quaderno di Maya (2011), Le avventure di Aquila e Giaguaro (2012), Amore (2013), Il gioco di Ripper (2013), L'amante giapponese (2015), Oltre l'inverno (2017), Lungo petalo di mare (2019). Negli Audiolibri Emons Feltrinelli: La casa degli spiriti (letto da Valentina Carnelutti, 2012) e L’isola sotto il mare (letto da Valentina Carnelutti, 2010). Inoltre Feltrinelli ha pubblicato Per Paula. Lettere dal mondo (1997), che raccoglie le lettere ricevute da Isabel Allende dopo la pubblicazione di PaulaLa vita secondo Isabel di Celia Correas Zapata (2001). Nel 2014 Obama l’ha premiata con la Medaglia presidenziale della libertà.

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>