Fare politica in costante sospetto di razzismo non è mai stato un problema per i leghisti. Logico, dunque, che la Lega non voglia estendere all´intero territorio italiano i vigorosi provvedimenti appena adottati contro chi abbandona rifiuti sul suolo pubblico in Campania. Per la Lega non esiste Italia e dunque non esistono italiani: perché la legge dovrebbe essere uguale per tutti?Detto questo, ci voleva il talento del leghista Guido Dussin per riuscire a sommare al banale e risaputo razzismo "padano" anche un tocco creativo di classismo: quel provvedimento - ha dichiarato Dussin - non può essere esteso al Nord perché "danneggerebbe le imprese". Se ne deduce che se lo sfaccendato del Sud molla un materasso per strada è giusto metterlo in galera, se a scaricare robaccia per strada dovesse essere "un´impresa", insomma uno con la partita Iva, merita che si chiuda un occhio. Se si è in vena di ridere, vengono in mente le macchiette anni Cinquanta sul cumenda che vive solo per la sua "fabbrichetta". Se si è in vena di piangere, si misura lo scempio del paesaggio e dell´ambiente (la valle del Po è uno dei luoghi più inquinati del pianeta) perpetrato dagli stessi padani per maggior gloria della "fabbrichetta", nel frattempo promossa Impresa. Una discarica a cielo aperto al Sud è solo segno di degrado. Al Nord, un monumento al Fatturato.

Torna alle altre news >>