Il 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, è la "Giornata della memoria", costituita al fine di ricordare la Shoah, le leggi razziali, la persecuzione dei cittadini ebrei, di tutti coloro che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, e a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Romanzi e memorie Saggistica Cinema

SPECIALI:

La voce dei sopravvissuti

Per non dimenticare il genocidio cambogiano

Torna alle altre news >>