Le Librerie Feltrinelli si uniscono a fianco di Milano Pride per celebrare l’anniversario dei moti di Stonewall Inn del 1969. Un’adesione che vuole ribadire l’importanza della diversità e della libertà di espressione come componenti fondamentali della nostra società.
Per l’occasione, da mercoledì 26 a domenica 30 giugno, in tutte le librerie Feltrinelli di Milano e Lombardia - rappresentate dalla Libreria Feltrinelli di corso Buenos Aires che verrà idealmente attraversata dal corteo del 29 giugno - verrà proposta ai lettori una selezione ragionata di oltre 70 titoli tra romanzi, saggi, graphic novel, libri per bambini e film: un mondo di storie, esperienze e colori per celebrare anche con un libro la festa dei diritti Lgbt+.
Tra i titoli proposti, classici come Camere separate di Pier Vittorio Tondelli (Bompiani), La statua di sale di Gore Vidal (Fazi) e Troppi paradisi di Walter Siti (Rizzoli); saggi tra cui La gaia critica di Mario Mieli (Marsilio) e Global Gay di Frédéric Martel (Feltrinelli) e libri per i più piccoli come La bambina con due papà di Elliott Mel (De Agostini) e Il libro delle famiglie speciali di Vanderheyden Thais (Clavis).
Per la sezione graphic novel - che prima ancora di affermarsi come categoria editoriale mainstream, ha dato un contributo importante alla visibilità della comunità LGBT+Il principe e la sarta di Wang Jen (Bao), Il blu è un colore caldo di Maroh Julie (Panini Comics), In Italia sono tutti maschi di Sara Colaone e Luca De Santis (Oblomov) e La generazione di Flavio Biondi (Bao).
Un’offerta culturale che viene arricchita anche dal piccolo regalo che riceveranno i lettori: la spilla arcobaleno che riporta il visual della campagna presente in tutte le librerie Feltrinelli il cui messaggio portante è “Volevano che fossimo invisibili. Non lo siamo. Balliamo.”, frase-manifesto coniata dall’attivista per i diritti gay Joe Jervis.

Il sostegno dei Mondi Feltrinelli

Giangiacomo Feltrinelli Editore
Una proposta editoriale dedicata all’identità di genere

«A livello internazionale i diritti gay stanno diventando una questione di diritti umani. La depenalizzazione universale dell’omosessualità avanza, spinta dal movimento Lgbt, dai governi progressisti e dalla società civile. Raccontare questa storia vuole essere un modo per contribuire a questa battaglia, per incoraggiare chi combatte negli angoli più remoti del mondo e per mobilitare chi li vuole sostenere.» Frédéric Martel, Global Gay.

Il catalogo dell’editore Feltrinelli propone titoli sia di saggistica sia di narrativa, tra classici e novità dedicati alla comunità LGBTQ. Ecco alcuni dei titoli più significativi dal nostro catalogo:
Eva Cantarella, Secondo natura. La bisessualità nel mondo antico
Anne Cadoret, Genitori come gli altri. Omosessualità e genitorialità
Frédéric Martel, Global gay
Mario Mieli, Elementi di critica omosessuale
Piergiorgio Paterlini, Ragazzi che amano ragazzi 1991-2011
Banana Yoshimoto, Kitchen
Pier Vittorio Tondelli, Altri libertini


laF - canale 135 di Sky

Love Me Gender: il programma che esplora le relazioni ai tempi della gender equality

Da mercoledì 12 giugno alle ore 21.10 è in onda su laF (canale 135 di Sky) “Love Me Gender” con Chiara Francini: quattro puntate, dodici storie autentiche, emozionanti e coraggiose per esplorare le nuove frontiere dell’amore e soprattutto capire se di frontiere si può ancora parlare.  In una società in cui la tradizionale e rassicurante identità binaria uomo-donna non è più la sola a dettare le regole del vivere sociale, “Love me gender” raccoglie infatti i racconti di chi questo cambiamento lo sta vivendo sulla propria pelle: nuove coppie nate all’indomani di una transizione di sesso; famiglie tradizionali nelle quali i consueti ruoli mamma/papà vengono ribaltati o ripensati da nuove strutture poligenitoriali come le famiglie allargate; persone intersex o transex, ma anche genitori che si trovano a gestire figli adolescenti che non si riconoscono negli stereotipi sessuali comuni; ed ancora amori fluidi, famiglie arcobaleno e fenomeni ancora poco esplorati come il crossdressing.


Fondazione Giangiacomo Feltrinelli

Fight for Right: il ciclo di proiezioni sulle lotte che hanno determinato la conquista dei diritti civili

Venerdì 28 giugno alle 19.30 Fondazione Giangiacomo Feltrinelli, a conclusione del ciclo di proiezioni Fight for Rights dedicato alle lotte che hanno scandito la difesa e la conquista di diritti civili, presenta “Sex Revolutions” scritto e diretto da Sylvain Desmille per ARTE, in onda in esclusiva su LaF, la TV di Feltrinelli. Il documentario ripercorre le rivoluzioni sessuali che hanno ridefinito le nostre società, dal dopoguerra agli anni ’70. La prima parte - “Il diritto al piacere” - si concentra sui primi cambiamenti nella sfera della sessualità e la conquista del diritto al desiderio, che smuovono le coscienze e ridefiniscono i comportamenti collettivi. La seconda parte - “Reinventare l’amore” - racconta come la rivoluzione sessuale assuma istanze profondamente sociali: uguaglianza, fine delle discriminazioni, tolleranza e un nuovo sguardo sull’altro per reinventare il concetto di amore. La proiezione verrà introdotta da Carlo Greppi e sarà seguita da un dialogo tra l'attivista e storica del movimento lesbico Elena Biagini, il giornalista Roberto Festa e Nichi Vendola.


Il Razzismo è una brutta storia

Il kit didattico Una bella differenza. Per sconfiggere le paure per lavorare sulla prevenzione alle discriminazioni di genere

L’associazione promossa dal Gruppo Feltrinelli Il Razzismo è una brutta storia propone il suo kit didattico Una bella differenza. Per sconfiggere le paure., che contiene cortometraggi per lavorare in classe sulla prevenzione delle discriminazioni di genere e dell’omo-transfobia, accompagnati da Guida Didattica con spunti di discussione, attività e consigli di lettura. I cortometraggi sono destinati a diversi target d’età – dagli 8 ai 18+ - ed è possibile ricevere copia gratuita del cofanetto scrivendo a razzismobruttastoria@gmail.com.

Torna alle altre news >>