Giovanni Montanaro, che ha vissuto in prima persona i giorni tragici dell’inondazione, li racconta in un modo lontano dalle cronache che hanno commosso il mondo. Racconta l’angoscia dell’acqua che sale, che distrugge, ma mostra anche un’altra Venezia, i giovani, i cittadini che reagiscono, l’allegria nata in mezzo allo sfacelo, fatta della capacità di aiutarsi, di rinascere. Personaggi, emozioni, colpi di scena il cui cuore è Venezia, sono i librai, è l’amore per i libri e l’amore che nasce grazie ai libri, è la tenacia di salvare le cose più care, a ogni costo.

Ai librai di Venezia Giovanni Montanaro destina i proventi dei diritti d’autore del racconto.
In calce al volume sono elencati i librai della Venezia insulare e, attraverso alcune mappe, i lettori sono invitati a seguire un percorso per scoprire tutte le librerie della laguna.

Torna alle altre news >>