Il diciassettesimo Congresso del Partito socialista italiano si apre a Livorno il 15 gennaio 1921 e, dopo una settimana drammatica, si chiuderà con la scissione e la nascita del Partito comunista d’Italia. Il PCI nasce infatti il 21 gennaio, dalla decisione della frazione comunista presente al congresso di abbandonare il Teatro Goldoni per andare a fondare il nuovo partito in un altro teatro, il vecchio Teatro San Marco, poco distante da quello in cui stavano discutendo Filippo Turati e gli altri riformisti, in contrasto con Lenin e la Rivoluzione russa. Siamo al punto di non ritorno: è vietato qualsiasi compromesso tra rivoluzionari e riformisti. Da quel giorno sono passati 100 anni, ma la frattura non è mai stata sanata.

I protagonisti straordinari della più lacerante scissione della sinistra italiana rivivono nella cronaca di un evento epocale, attraverso il racconto di uno dei più importanti giornalisti e intellettuali italiani: Ezio Mauro, La dannazione, Feltrinelli

Torna alle altre news >>