La ventiseiesima edizione di Festivaletteratura si terrà da mercoledì 7 a domenica 11 settembre 2022. Dopo due anni di contenimenti forzati ma anche di coraggiose invenzioni, il Festival prova a riprendere più spazio in città, in un momento in cui cresce d’intorno il bisogno di letteratura. Scopri i nostri autori ospiti.

Mercoledì 7 settembre

16:30 Sarah SavioliIl club del giallo
Casa del Mantegna, con Samantha Bruzzone e Marco Malvaldi 

17:00 Alessandro Baricco, Dedicato a Beppe Fenoglio. Una lezione.
Piazza Castello

 

Giovedì 8 settembre 

18:30 Zeruya Shalev, Il fuoco sacro della scrittura
Tenda dei libri, con Elsa Riccadonna

19:00 Daniele Piccini, Un’eredità senza tempo
Auditorium del conservatorio Campiani, con Silvia Righi

19:15 Valeria ParrellaQuando il Vesuvio fermò il tempo
Basilica Palatina di Santa Barbara, con Massimo Osanna e Elisabetta Bucciarelli

 

Venerdì 9 settembre

14:45 Zeruya ShalevLa terapista letteraria di Israele
Palazzo San Sebastiano, con Gaia Manzini

 

Sabato 10 settembre 

11:00 Ernesto Maria RuffiniUn sogno mai completamente realizzato
Basilica Palatina di Santa Barbara, con Davide Maria De Luca

11:00 Christoph Ransmayr, Il viaggio è un movimento interiore
Palazzo San Sebastiano, con Melania G. Mazzucco

14:30 Aleksandar Hemon, Di ritorno da casa, tornavo a casa
Piazza Castello con Federica Manzon

15:00 Miguel Benasayag, Gli organismi sono macchine?
Circolo Arci Virgilio con Extemporanea

17:00 Silvia Ferrara, Se questo è un homo
Basilica Palatina di Santa Barbara, con Giorgio Manzi e Slvia Bencivelli

21:30 Miguel Benasayag, Una questione non solo privata
Basilica Palatina di Santa Barbara, con Adrian Bravi

 

Domenica 11 settembre 

12:00 Enrico TerrinoniLa parte dei critici. Parlando di James Joyce
Biblioteca Teresiana Sala delle Vedute, con Vincenzo Latronico 

12:15 Sarah Savioli, La voce letteraria degli animali
Auditorium del Conservatorio Campiani, con Tommaso Lisa e Marianna Albini

17:15 Enrico TerrinoniL’Ulisse di James Joyce. Un libro per tutti
Basilica Palatina di Santa Barbara

Stupore
Zeruya  Shalev

Zeruya Shalev

Zeruya Shalev, la scrittrice di maggior successo in Israele, è nata nel Kibbutz Kinneret. È, con Amos Oz e David Grossman, tra gli autori israeliani più letti nel mondo. In italiano: Una relazione intima (Frassinelli, 2000; Sperling & Kupfer, 2003), Una storia coniugale (Frassinelli, 2001), Il bambino della mamma (Mondadori, 2004), Dopo l’abbandono (Frassinelli, 2007), Quel che resta della vita (Feltrinelli, 2013; premio Femina Étranger e premio Roma) e Dolore (Feltrinelli, 2016).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>