Quattro giorni di appuntamenti, dal 9 all’11 settembre in Triennale Milano e il 12 settembre in Università Statale, per partecipare a un laboratorio di idee che, attraverso inchieste, masterclass, momenti musicali, ospiti e performance, si interroga e racconta come i cambiamenti di questi ultimi anni hanno impattato e stanno impattando su sostenibilità, equità, economia, politica, identità.
 
Venerdì 09 Settembre Ore 17:00 - Giardino
Storia di una principessa coraggiosa
 
Conversazioni sull’arte del racconto
Con Livia Manera Sambuy, scrittrice e giornalista, autrice di Il segreto di Amrit Kaur (Feltrinelli)
Performance alla chitarra di Greta Fisler, allieva della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado
A cura di Roberta Scorranese
 
Domenica 11 settembre Ore 16:00 - Giardino
Una voce dal Medio Oriente
 
Una scrittrice in cui il sentimento si intreccia a riflessioni politiche
Con Zeruya Shalev, scrittrice, autrice di Stupore (Feltrinelli)
Performance al clarinetto di Matilde Letizia Giusti, allieva della Civica Scuola di Musica Claudio Abbado
E con la partecipazione di Monica Gattini Bernabò, direttore generale Fondazione Milano
A cura di Roberta Scorranese
 
Domenica 11 Ore 17:00 - Salone D'onore
Il talento non basta mai
 
Coltivare la vocazione è un dovere verso sé stessi. E una responsabilità (collettiva)
Con Alessandra Baldini, Medical Affairs Director Janssen, Alessandra Carra, Ceo Gruppo Feltrinelli, Giorgio Minisini, campione europeo di nuotoartistico, Raffaele Morelli, psichiatra e psicoterapeuta, Antonella Viola, immunologa e divulgatrice scientifica, Cristiana Scelza, presidente Valore D
A cura di Maria Luisa Agnese
 

 

Stupore
Zeruya  Shalev

Zeruya Shalev

Zeruya Shalev, la scrittrice di maggior successo in Israele, è nata nel Kibbutz Kinneret. È, con Amos Oz e David Grossman, tra gli autori israeliani più letti nel mondo. In italiano: Una relazione intima (Frassinelli, 2000; Sperling & Kupfer, 2003), Una storia coniugale (Frassinelli, 2001), Il bambino della mamma (Mondadori, 2004), Dopo l’abbandono (Frassinelli, 2007), Quel che resta della vita (Feltrinelli, 2013; premio Femina Étranger e premio Roma) e Dolore (Feltrinelli, 2016).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>