Ricerca Autori

Autori lettera T

    Antonio Tabucchi

    Antonio Tabucchi

    Antonio Tabucchi (Pisa, 1943 - Lisbona, 2012) ha pubblicato Piazza d’Italia (Milano, 1975), Il piccolo naviglio (Milano, 1978), Il gioco del rovescio (Milano, 1981), Donna di Porto Pim (Palermo, 1983), Notturno indiano (Palermo, 1984), I volatili del Beato Angelico (Palermo, 1987), Sogni di sogni (Palermo, 1992), Gli ultimi tre giorni di Fernando Pessoa (Palermo, 1994), Marconi, se ben mi ricordo (Roma, 1997), La gastrite di Platone (Palermo, 1998), Racconti con figure (Palermo, 2011) e, con Feltrinelli, Piccoli equivoci senza importanza (1985), Il filo dell’orizzonte (1986), I dialoghi mancati (1988), la nuova edizione de Il gioco del rovescio (1988), Un baule pieno di gente (1990), L’angelo nero (1991), Requiem (1992), la riedizione di Piazza d’Italia (1993), Sostiene Pereira (1994, premio Viareggio-Rèpaci, premio Campiello, premio Scanno, premio dei Lettori e Prix Européen Jean Monnet), La testa perduta di Damasceno Monteiro (1997), Gli Zingari e il Rinascimento. Vivere da Rom a Firenze (1999), Si sta facendo sempre più tardi (2001, Prix France Culture 2002), Autobiografie altrui (2003), Tristano muore (2004, miglior libro dell’anno secondo la rivista francese “Lire”), Racconti (2005), L’oca al passo (2006), Il tempo invecchia in fretta (2009), Viaggi e altri viaggi (2010), la riedizione de Il piccolo naviglio (2011), Romanzi (2012), Di tutto resta un poco (2013), Per Isabel (2013). Ha curato l’edizione italiana dell’opera di Fernando Pessoa e ha tradotto le poesie di Carlos Drummond De Andrade (Sentimento del mondo, Torino, 1987). Ha ricevuto il Prix Médicis Etranger e il Prix Européen de la Littérature in Francia; l’Aristeion in Grecia; il Nossack dell’Accademia Leibniz in Germania; l’Europäischer Staatspreis in Austria e i premi Hidalgo e Cerecedo in Spagna. Ha vinto il premio Salento nel 2003 e il Frontiere-Biamonti nel 2010. I suoi libri sono tradotti in tutto il mondo.

    Vai alla scheda >>

    Maurizio Taddei

    Maurizio Taddei

    Vai alla scheda >>

    Federico Taddia

    Federico Taddia

    Federico Taddia è conduttore radiofonico e televisivo nonché autore di testi per Fiorello e Ballarò.

    Vai alla scheda >>

    Cinzia Tafani

    Cinzia Tafani

    Vai alla scheda >>

    Camilla Tagliabue

    Camilla Tagliabue

    Camilla Tagliabue ha la luna in Pesci, spesso storta, una laurea in filosofia, un diploma in regia. Giornalista professionista, collabora con la “Domenica del Sole 24 Ore”, “Il Fatto Quotidiano”, “Gente”, “ilLibraio.it” e “Treccani.it”. Si occupa di cultura perché la natura l’atterrisce.

    Vai alla scheda >>

    Aldo Tagliaferri

    Aldo Tagliaferri

    Vai alla scheda >>

    Andrea Tagliapietra

    Andrea Tagliapietra

    Andrea Tagliapietra (Venezia, 1962) insegna Storia della filosofia presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Tra le sue opere ricordiamo: La metafora dello specchio. Lineamenti per una storia simbolica (Feltrinelli, 1991; seconda edizione, riveduta e ampliata; Bollati Boringhieri, 2008), Il velo di Alcesti. La filosofia e il teatro della morte (Feltrinelli, 1997), Filosofia della bugia. Figure della menzogna nella storia del pensiero occidentale (Bruno Mondadori, 2001), La virtù crudele. Filosofia e storia della sincerità (Einaudi, 2003), La forza del pudore (Rizzoli, 2006), Il dono del filosofo. Sul gesto originario della filosofia (Einaudi, 2009), Icone della fine. Immagini apocalittiche, filmografie, miti (il Mulino, 2010). Per i “Classici” Feltrinelli ha inoltre tradotto e curato Sull’Apocalisse (2008) di Gioacchino da Fiore, il Fedone (1994) di Platone e ha scritto la prefazione all’Apocalisse di Giovanni (1992).

    Vai alla scheda >>

    Anna Tagliavini

    Anna Tagliavini

    Vai alla scheda >>

    Paco Ignacio Taibo

    Paco Ignacio Taibo

    Paco Ignacio Taibo I è nato a Gijón, in Spagna, nel 1924 ma dal 1958 si è trasferito con la famiglia a Città del Messico per sfuggire alle persecuzioni franchiste. Ha svolto il lavoro di giornalista e ha pubblicato numerosi libri, tra cui romanzi, saggi cinematografici, biografie di attori, opere teatrali e raccolte di poesie. È il padre di Paco Ignacio Taibo II, anch’egli scrittore. È morto nel 2008. Con Feltrinelli ha pubblicato Pallide bandiere nel 1999.

    Vai alla scheda >>

    Lorenzo Taiuti

    Lorenzo Taiuti

    Lorenzo Taiuti è docente di Mass Media presso l'Accademia di Belle Arti di Torino. È autore di video, installazioni e website, collabora con musicisti sperimentali in produzioni audiovisive. Ha collaborato sui temi di arte e media con vari periodici, tra cui "Giornale dell'Arte", "diario", "Mediamente" Rai, "Virus".

    Vai alla scheda >>

    Yōjirō Takita

    Yōjirō Takita

    Yōjirō Takita (1955) è un regista giapponese. Inizia la sua carriera negli anni ottanta con pellicole porno-soft. Il successo ottenuto gli permette di cambiare genere e nel 1986 sbarca al Festival di Cannes con la commedia No more comic magazines!, primo dei suoi film destinati al grande pubblico e inizio del cammino che nel 2009, con Departures (Feltrinelli “Le Nuvole”, 2011), lo porta all’Oscar per il miglior film straniero.

    Vai alla scheda >>

    Michael Talbot

    Michael Talbot

    Michael Talbot (1953-1992) è autore di volumi di divulgazione sulle frontiere della scienza fra cui, in particolare, Mysticism and the New Physics. Ha scritto anche quattro romanzi. Feltrinelli ha pubblicato Tutto è uno. L’ipotesi della scienza olografica (2016).

    Vai alla scheda >>

    Steve Tallantyre

    Steve Tallantyre

    Steve Tallantyre è un giornalista e un copywriter britannico. Trasferitosi dall’Italia a Barcellona nei tardi anni Novanta, già allora aveva con sé una Rough Guide con segnati tutti i ristoranti in cui aveva intenzione di andare. Sposato a una catalana del posto e con due figli catalangles, ora scrive articoli sulla cultura e sulla gastronomia della regione per agenzie di stampa e pubblicazioni internazionali oltre che per il suo blog: www.foodbarcelona.com.

    Vai alla scheda >>

    Robert Tallon

    Robert Tallon

    Robert Tallon, consulente d’azienda, da oltre dieci anni conduce insieme a Mario Sikora corsi di formazione basati su Enneagramma e Intelligenza emotiva per dirigenti e professionisti di numerose compagnie. Feltrinelli ha pubblicato Conoscersi per cambiare. Intelligenza emotiva ed Enneagramma per riorientare la propria vita e interpretare quella degli altri (con Mario Sikora; 2013).

    Vai alla scheda >>

    Amy Tan

    Amy Tan

    Amy Tan è nata nel 1952 a Oakland in California da genitori cinesi e si è laureata in Linguistica all'Università di San José. Meglio nota come romanziera per adulti, si dedica anche ad altri tipi d'intrattenimento. Ecco un campionario delle sue molteplici attività. Musica: come cantante con i Rock Bottom Remainders, una band costituita da scrittori di successo; insieme all'orchestra sinfonica San Francisco Symphony per una lettura musicata dei suoi scritti. Film: la riduzione cinematografica del suo primo romanzo Il Circolo della Fortuna e della Felicità, ha incontrato un buon successo di pubblico ed è uscito nel 1993 con la regia di Wayne Wang. Letteratura per l'infanzia: ha scritto due libri per bambini, fra cui Il Gatto Sino-Siamese, storia di un gattino irriverente. Dopo Il circolo della fortuna e della felicità (Rizzoli, 1989; Feltrinelli, 2001), il suo primo romanzo, che è stato un autentico bestseller e da cui nel 1993 è stato tratto il film omonimo, ha pubblicato La moglie del dio dei fuochi (Interno Giallo, 1992) e, con Feltrinelli, I cento sensi segreti (1996), La figlia dell’aggiustaossa (2002) e Perché i pesci non affoghino (2006).

    Vai alla scheda >>

    Phillip Tang

    Phillip Tang

    Phillip Tang ha iniziato a viaggiare in America Latina nel 2002 ed è autore di Rough Guide to South America On a Budget e di altre guide di questa zona del mondo (ad esempio Rough Guide Perú) e dell'Asia, tra cui Rough Guide Thailandia. Il modo più facile per contattarlo è visitare il suo sito: www.philliptang.co.uk. Chiama casa sia Città del Messico sia Sydney.

    Vai alla scheda >>

    Jun’ichirō  Tanizaki

    Jun’ichirō Tanizaki

    Jun’ichirō Tanizaki, nato a Tokyo nel 1886 e morto ad Atami nel 1965, è considerato tra i maggiori scrittori giapponesi. Esordì nel 1910 con Il tatuaggio, compreso nella raccolta Pianto di sirena (Feltrinelli, 1985, 2009). I suoi racconti e romanzi colpiscono per il culto raffinato di una bellezza perversa e crudele, la complessità della psicologia sessuale, intrisa di sadismo, masochismo e feticismo. Feltrinelli ha pubblicato anche Il dramma stregato (1990) e Morbose fantasie (1999, 2013).

    Vai alla scheda >>

    Igino Ugo Tarchetti

    Igino Ugo Tarchetti

    Igino Ugo Tarchetti (San Salvatore Monferrato 1839-Milano 1869), di famiglia dell’agiata borghesia piemontese, si lega al gruppo milanese degli scapigliati e intraprende la “carriera della carta sporca”, per usare l’espressione con cui Carlo Dossi indicava l’impegno di lavoro nel giornalismo e nell’editoria. Negli ultimi anni, Tarchetti, che aggiunse al proprio nome Ugo in omaggio a Foscolo, amato autore delle Ultime lettere di Iacopo Ortis, si lancia in un’intensa frenetica attività: collabora alle riviste del movimento, traduce e soprattutto scrive. Nei Classici Feltrinelli, Tosca (2018).

    Vai alla scheda >>

    Marcello Tarì

    Marcello Tarì

    Vai alla scheda >>

    Edy Tassi

    Edy Tassi

    Vai alla scheda >>

    Igina Tattoni

    Igina Tattoni

    Vai alla scheda >>

    Gonçalo M. Tavares

    Gonçalo M. Tavares

    Gonçalo M. Tavares, scrittore portoghese, è nato a Luanda nel 1970. Ha passato l’infanzia ad Aveiro, nel Nord del Portogallo. Oggi insegna Teoria della Scienza all’Università di Lisbona. La sua operaè stata fonte di ispirazione per numerose istallazioni, creazioni artistiche e adattamenti teatrali. José Saramago lo considerava il miglior scrittore della sua generazione e pensava che avrebbe potuto essere il prossimo scrittore portoghese a vincere il premio Nobel. Tavares ha ricevuto molti premi, tra i quali il premio José Saramago 2005, il premio Portugal Telecom 2007, il premio Internazionale Trieste 2008 e il premio Belgrado Poesia 2009. Ricordiamo: Il signor Valéry (Guanda, 2005), Gerusalemme (Guanda, 2006), Il signor Calvino (Guanda, 2007), Autobiografia (Franco Puzzo, 2008), Acqua, cane, cavallo, testa (Il Filo, 2009). Feltrinelli ha pubblicato Imparare a pregare nell’Era della tecnica (2011).

    Vai alla scheda >>

    Paola Tavella

    Paola Tavella

    Paola Tavella, genovese, giornalista e scrittrice, ha lavorato al “Lavoro” e a “il manifesto” e collabora con radio, televisione, agenzie di pubblicità e riviste, fra cui “Noidonne” e “Amica”. Con Livia Turco ha scritto I nuovi italiani. L’immigrazione, i pregiudizi, la convivenza (Mondadori, 2005) e con Alessandra di Pietro, Madri selvagge. Contro la tecnorapina del corpo femminile (Einaudi, 2006). Feltrinelli ha pubblicato Il prigioniero (con Anna Laura Braghetti; 2003), a cui è ispirato il film di Marco Bellocchio Buongiorno, notte (2003), e Gli ultimi della classe: un anno con i ragazzi e i maestri in una scuola di strada a Napoli nel 2007.

    Vai alla scheda >>

    Rosa Tavelli

    Rosa Tavelli

    Rosa Tavelli (1948) ha pubblicato poesie su “Linea d’ombra”, ha tradotto Elizabeth Bowen, Giunchiglie e altri racconti (Brescia 1993) e William Blake, Le porte del Paradiso (Torino 2004) e per i “Classici” Feltrinelli Poesie sacre e profane (1995) di John Donne.

    Vai alla scheda >>

    Mirko Tavosanis

    Mirko Tavosanis

    Vai alla scheda >>

    Dan Taylor

    Dan Taylor

    Vai alla scheda >>

    Charles Taylor

    Charles Taylor

    Charles Taylor (1931), già docente di Teoria sociale e politica a Oxford, ha insegnato Scienze politiche e Filosofia alla McGill University a Montréal, dove è professore emerito. È autore, tra l'altro, di Hegel e la filosofia moderna (il Mulino, 1984), Il disagio della modernità (Laterza, 1994), Gli immaginari sociali moderni (Meltemi, 2004). Con Feltrinelli ha pubblicato anche Radici dell’io (1993), assieme a Jürgen Habermas, Multiculturalismo. Lotte per il riconoscimento (2001) e L’età secolare (2009).

    Vai alla scheda >>

      Teatro dell'Archivolto

    Teatro dell'Archivolto

    Vai alla scheda >>

    Michael Teitelbaum

    Michael Teitelbaum

    Michael Teitelbaum, dopo aver lavorato in radio e nel mondo della pubblicità, diventa editore di fumetti, riviste e libri per ragazzi. Oggi è autore e editor di varie pubblicazioni dedicate a importanti supereroi (Superman, Batman, l’Uomo Ragno) e Kermit la rana. Ha scritto inoltre un saggio dedicato a Jackie Robinson. 

    Vai alla scheda >>

    Toon Tellegen

    Toon Tellegen

    Per evadere dalle esperienze spesso drammatiche della sua professione di medico, Toon Tellegen (Den Briel, Olanda, 1943) elabora un suo universo fantastico, familiare e irreale insieme. Nel 1984 esce la prima raccolta di storie di animali, a cui seguiranno altri 15 titoli con protagonisti l’elefante, la formica, l’orso, lo scoiattolo e tutti gli altri abitanti del bosco. I suoi libri sono stati pubblicati in tutto il mondo, dal Giappone all’Arabia e sono ormai considerati classici della letteratura, non solo per ragazzi. Feltrinelli ha pubblicato Il mio papà (2001), Il compleanno dello scoiattolo (2003) e Lettere di uno scoiattolo alla formica (2001, 2015).

    Vai alla scheda >>

    Janne Teller

    Janne Teller

    Janne Teller, nata nel 1964 a Copenaghen, è laureata in Scienze economiche. Ha lavorato per sette anni per le Nazioni Unite e per l’Unione europea a New York, Bruxelles, in Mozambico e in Tanzania. Dal 1995 si è completamente dedicata alla scrittura. Il suo lavoro che, oltre a romanzi per adulti, comprende anche saggi, racconti brevi e libri per ragazzi, ruota sempre intorno alle grandi domande dell'esistenza che ispirano vivaci dibattiti di critica sociale. Ricordiamo i romanzi L’isola di Odino (Iperborea, 2001), L’innocenza di Sofie (Fanucci, 2004), Niente (Feltrinelli, 2012 e Ue, 2014; premio del ministero della Cultura danese) e Immagina di essere in guerra (Feltrinelli, 2014).

    Vai alla scheda >>

    Matthew Teller

    Matthew Teller

    Matthew Teller è stato per la prima volta in Medio Oriente nel 1980, a 11 anni, quando faceva i capricci per andare al mercato delle spezie di Gerusalemme a “sentire gli odori”. Ha vissuto ad Amman e al Cairo, ha viaggiato in tutta la regione e oggi è un giornalista di viaggi con base nel Regno Unito. Lavora per le Rough Guides da quindici anni in qualità di autore, editor e curatore.

    Vai alla scheda >>