Ricerca Autori

Autori lettera A

    Mattia Ascari

    Mattia Ascari

    Vai alla scheda >>

    Rodney Ascher

    Rodney Ascher

    Rodney Ascher, regista, vive a Los Angeles. Con Room 237 (Feltrinelli “Real Cinema”, 2013) di cui è regista e montatore, ha vinto nel 2012 il premio come miglior regista e miglior documentario al Fantastic Fest e il premio IDA per il miglior montaggio. I suoi lavori precedenti comprendono numerosi cortometraggi indipendenti, spot pubblicitari e video musicali.

    Vai alla scheda >>

    Nadeem  Aslam

    Nadeem Aslam

    Nadeem Aslam (1966), figlio di un poeta e produttore cinematografico, è nato in Pakistan e dall’età di quattordici anni vive in Inghilterra. Ha frequentato l’Università di Manchester che ha però lasciato prima di laurearsi per mettersi a scrivere il suo primo romanzo, Season of the Rainbirds, apparso nel 1993, con il quale ha vinto prestigiosi premi. Ha trascorso poi i successivi undici anni impegnato nella stesura di Mappe per amanti smarriti, tradotto in una decina di lingue, edito nel 2004 da Feltrinelli che pubblica anche La veglia inutile (2008) e Note a margine di una sconfitta (2014).

    Vai alla scheda >>

    Natalia Aspesi

    Natalia Aspesi

    Natalia Aspesi (1929) è giornalista e scrittrice. Ha lavorato per "la Repubblica" e "il Venerdì". Per Feltrinelli ha curato Inge fotoreporter (2000).

    Vai alla scheda >>

    Julian Assange

    Julian Assange

    Julian Assange è il fondatore di Wikileaks, il sito giornalistico che riceve da fonti anonime e rende disponibili al pubblico documenti catalogati come confidenziali o segreti da governi, organizzazioni internazionali, imprese multinazionali. Ha ricevuto il premio Amnesty International per i Nuovi Media nel 2009, la medaglia d’oro della Sydney Peace Foundation, il premio Walkley per il Giornalismo e il Premio Martha Gellhorn nel 2011.
    Internet è il nemico. Conversazione con Jacob Appelbaum, Andy Müller-Maguhn e Jérémie Zimmermann (Feltrinelli, 2013) è il suo primo libro, a cui ha consegnato la sua radicale, visionaria lettura del nostro tempo.

     

    Vai alla scheda >>

    Francesca Assirelli

    Francesca Assirelli

    Francesca Assirelli ha studiato pittura all’Accademia delle Belle Arti di Napoli e ha frequentato corsi di illustrazione a Napoli, Venezia e Sarmede. Ha partecipato a vari concorsi e mostre. Ha realizzato illustrazioni per diverse case editrici tra le quali Mondadori, Fatatrac, Kar-ben publishing, Pintar Pintar, Miles Kelly, EL, Camelozampa, EDT, Child play, Hightplay, Sinnos, San Paolo, Giunti e RCS Italia. Per Gribaudo ha illustrato Le sei storie della gentilezza (2018).

    Vai alla scheda >>

    Marina Astrologo

    Marina Astrologo

    Vai alla scheda >>

    Giacinto Attanasio

    Giacinto Attanasio

    Vai alla scheda >>

    Erich Auerbach

    Erich Auerbach

    Erich Auerbach (Berlino, 1892 - Wallingford, Usa, 1957), filologo e critico tedesco, pubblicò nel 1924 una traduzione in tedesco della Scienza Nuova di Vico, cui dedicò numerosi studi successivi, studiò la letteratura italiana e in particolare Dante. Ha insegnato alle università di Marburgo (dove, succeduto a Leo Spitzer alla cattedra di romanistica, studiò la filologia francese spaziando fino agli autori moderni), di Istanbul (dove si era rifugiato fuggendo dalla Germania nazista, insegnandovi dal 1936 al 1947), Pennsylvania, Princeton e Yale. È stato uno degli iniziatori della cosiddetta “critica stilistica”. Ha dato contributi decisivi allo studio della cultura occidentale con i suoi saggi sul realismo (Mimesis. Il realismo nella cultura occidentale, Einaudi, 1956), sulla letteratura medioevale (Lingua letteraria e pubblico nella tarda antichità latina e nel Medioevo, Feltrinelli, 1960 e 2007) e su Dante (Studi su Dante, Feltrinelli, 1964 e 2005).

    Vai alla scheda >>

    Antonio Augugliaro

    Antonio Augugliaro

    Vai alla scheda >>

    Carlo Auriemma

    Carlo Auriemma

    Carlo Auriemma (1951)  vive viaggiando per il mondo in barca a vela. Con Elisabetta Eördegh è stato in Sudamerica, nelle isole della Polinesia, in Asia e in Africa. Da anni perlustrano insieme l’Oceano Indiano in cerca di tradizioni sconosciute, popolazioni a rischio e animali in via d’estinzione. Realizzano filmati e reportage per le principali reti televisive e collaborano con quotidiani e riviste. Assieme hanno pubblicato Sotto un grande cielo. Mille giorni di mare, di avventura e libertà. Due italiani, a vela, intorno al mondo (1992), Mar d’Africa (Feltrinelli, 1999), Partire. Consigli e istruzioni per realizzare un sogno (2005) e In barca a vela intorno al mondo (2008).

    Vai alla scheda >>

    Jane Austen

    Jane Austen

    Jane Austen (Steventon, 1775 - Winchester, 1817) è una delle figure di maggior spicco della narrativa inglese. In vita, i suoi romanzi furono pubblicati anonimamente. Nonostante in alcuni circoli aristocratici il nome dell’autrice fosse noto, solo con la pubblicazione postuma dell’Abbazia di Northanger e Persuasione (nel 1818) il fratello Henry rivelò il nome dell’autrice al pubblico. Nei “Classici” Feltrinelli Ragione e sentimento (2011), Orgoglio e pregiudizio (2011), Persuasione (2015) e Emma (2017).

    Vai alla scheda >>

    Michel Authier

    Michel Authier

    Michel Authier (1949), sociologo e storico delle scienze, è presidente della TriVium SA, la società che ha sviluppato e commercializzato Gingo, il sistema logico degli alberi di conoscenze. Per Feltrinelli, Gli alberi di conoscenze (con Pierre Lévy, 2000).

    Vai alla scheda >>

    Ippolita Avalli

    Ippolita Avalli

    Ippolita Avalli è nata nel 1949 a Milano. Vive a Roma. Ha scritto per il teatro e per il cinema e ha partecipato con il suo gruppo teatrale ‟The a tre” a numerose rassegne della post-avanguardia in Italia e in Europa. Ha collaborato, tra l'altro, alla sceneggiatura della Città delle donne di Federico Fellini. Ha pubblicato Aspettando Ketty (Feltrinelli, 1982), L'infedele (Rizzoli, 1988), Non voglio farti male (Garzanti, 1991), Amami (Baldini & Castoldi, 1999), La Dea dei baci (Baldini e Castoldi, 1997; Feltrinelli, 1999), Nascere non basta (Feltrinelli, 2003), Mi manchi (Feltrinelli, 2008).

    Vai alla scheda >>

    Francesca Avanzini

    Francesca Avanzini

    Vai alla scheda >>

    Gabriel Axel

    Gabriel Axel

    Gabriel Axel (1918) è un regista danese. Il suo ultimo lungometraggio è Leila, del 2001. Nel 2003 ha ricevuto, in occasione del Copenhagen International Film Festival, un riconoscimento per l’intera sua opera filmica. Il pranzo di Babette (“Le Nuvole” Feltrinelli, 2012) è stato il più grande successo della sua carriera.

    Vai alla scheda >>

    Maura Axelrod

    Maura Axelrod

    Vai alla scheda >>