Londra - Un «Grande Fratello» che non dorme mai. Potrebbe chiamarsi così il nuovo esperimento in campo di «tivù verità» lanciato dalla tv britannica: dieci persone, cinque uomini e cinque donne, chiuse in un appartamento, spiate delle telecamere, con l´obiettivo di non chiudere occhio per sette giorni di seguito. Si chiama Shattered e va in onda questa settimana su Channel Four, la rete specializzata in programmi controversi: come quello, l´autunno scorso, in cui l´illusionista David Blaine rimase per 44 giorni chiuso in una scatola di vetro appesa sopra al Tamigi, senza niente da mangiare. Questa volta lo show segue la formula tradizionale del «Grande Fratello»: prendere un gruppo di concorrenti, farli convivere per un po´ di tempo, mostrare ai telespettatori che cosa succede. Con l´aggiunta, ecco la novità, del divieto di prender sonno. Chi resiste di più, chi si addormenta per ultimo, vincerà la competizione, e si porterà a casa un bel premio in denaro: 100 mila sterline, quasi 150 mila euro.
Channel Four presenta l´iniziativa come un lodevole esperimento, sottolineando che una squadra di medici effettua un monitoraggio 24 ore su 24 dei concorrenti, che dunque non ci sono rischi per la loro salute, e che anzi alla fine potrà esservi qualche beneficio per la medicina o la scienza. C´è anche un trucco, o almeno una piccola concessione: all´inizio ciascuno riceve in dotazione una riserva di ore di sonno, per schiacciare un rapido sonnellino (non più di sessanta minuti) quando proprio non ce la fa più. Naturalmente, per restare sveglio, nessuno può ricorrere a medicinali o eccitanti, come il «modafinil», una sostanza a cui il "Daily Telegraph" ha dedicato qualche giorno fa un paginone, descrivendola come il mezzo per vivere «una giornata di 48 ore», sempre in piedi e con gli occhi spalancati (ne fanno gran uso le forze speciali dell´esercito americano e britannico). L´unico precedente noto di privazione del sonno «monitorata» risale al 1964, quando un americano, tale Randy Gardner, rimase sveglio undici giorni di seguito, sembra senza gravi conseguenze. I concorrenti di «Shattered» vengono ripresi perfino alla toilette, per verificare che non si addormentino seduti sulla tazza del gabinetto: le riprese più «intime», fortunatamente, non vengono mandate in onda.
Enrico Franceschini

Enrico Franceschini

Enrico Franceschini (Bologna, 1956), giornalista e scrittore, è da più di trent'anni corrispondente dall’estero per “la Repubblica”, per cui ha ricoperto le sedi di New York, Washington, Mosca, Gerusalemme e attualmente Londra. Nel 1994 ha ricevuto il Premio Europa per le sue corrispondenze sul golpe di Mosca. Per Feltrinelli ha pubblicato La donna della Piazza Rossa (1994), Russia. Istruzioni per l’uso (1998), Fuori stagione (2006), Avevo vent’anni. Storia di un collettivo studentesco. 1977-2007 (2007), Voglio l’America (2009), L’uomo della Città Vecchia (2013) e Scoop (2017).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>