Per gli esponenti del centrodestra don Gelmini è un sant’uomo, e fin qui siamo nell’ovvio esercizio delle opinioni. La novità è un’altra: il centrodestra, che evidentemente giudica insufficiente o lacunosa la propria solidarietà al santo, lamenta la mancata solidarietà del centrosinistra, e in un certo senso la pretende. L’onorevole Gasparri, in particolare, si dice "molto colpito dal silenzio della Turco", mentre il portavoce Ronchi, di vedute più ampie, si affida a una generica amarezza per il silenzio "della sinistra" nel suo complesso. E’il debutto ufficiale sulla scena politica delle non-dichiarazioni. Duole dare ulteriore dispiacere a Ronchi, Gasparri, Giovanardi e tutti gli altri ragazzi di don Pierino: ma oltre alla Turco, risultano anche le non-dichiarazioni di Fassino, D’Alema, Veltroni, Bertinotti, Dario Fo, Lippi, Monicelli, Rubbia, l’Equipe 84, Scalfaro, Elisabetta Canalis, Totti, Napolitano, Ricky Tognazzi, il Milan e l’Inter, Claudio Abbado, Venditti, l’orchestra della Rai, la nazionale di Pallavolo, le guide alpine di Courmayeur, Alberto Tomba, Biagio Antonacci, Mike Buongiorno, le maestranze dell’Italsider, il consiglio di quartiere di Sampierdarena e infiniti altri cittadini, associazioni ed enti locali per un numero complessivo di trentanove milioni, trecentoventiduemila e seicentoventidue non dichiaranti.

Torna alle altre news >>