Vorrei fare una dichiarazione ufficiale. ‟In seguito alle recenti notizie di stampa relative al dibattito interno al Partito democratico, dichiaro solennemente il mio risoluto e consapevole rifiuto di leggere una sola ulteriore riga in proposito. Per un annoso processo di saturazione neurologica, il mio cervello non è più in grado di immagazzinare nuovi dati riferibili alle voci ‘sinistra’, ‘centrosinistra’, ‘crisi della sinistra’, ‘dibattito nella sinistra’, ‘dibattito nel centrosinistra’, ‘D´Alema e Veltroni’, ‘Veltroni e D´Alema’ e categorie apparentabili. Non solo: anche i dati precedenti, equivalenti a seicento megabyte di parole e frasi quasi tutte ripetute centinaia di migliaia di volte negli ultimi vent´anni, sono oramai andati irrimediabilmente perduti. Ne consegue che a ciascuna delle suddette voci, e apparentabili, nel mio cervello corrisponde un vuoto assoluto e definitivo, che me la fa considerare totalmente estranee alla mia percezione sensoriale, ai miei interessi personali e alla mia vita passata, presente e futura. In seguito a questa condizione, che presumo estesa ad altri cittadini italiani, diffido chiunque, anche legalmente, dal considerarmi destinatario, a qualunque titolo, di notizie relative alle voci ‘dibattito nel Pd’, ‘crisi della sinistra’ e consimili”.

Torna alle altre news >>