Sotto il leggiadro titolo "Obama come Giuda" ieri il quotidiano Libero spiegava che il presidente degli Stati Uniti sta tramando contro Silvio Berlusconi. Che la Casa Bianca intende contrastare il patto d’amicizia tra Berlusconi e Putin, considerandolo pericoloso per le relazioni internazionali. Che Obama ha convocato Michail Gorbaciov per approntare un piano contro Putin e contro il suo alleato di ferro Berlusconi. Che Obama è convinto che «un Berlusconi debole e in difficoltà farebbe gioco a mezzo mondo». Che Gorbaciov, premio Nobel per la Pace, è ancora molto influente nella sinistra europea ed è ancora in grado di «muovere leve che contano». Che l’Europa è contraria all’eccessiva dipendenza energetica da Mosca sancita anche dal recente accordo tra Eni e Gazprom, suggellato sul Mar Nero dall’amico Putin e dall’amico Silvio. Che Obama e il suo agente segreto Gorbaciov stanno lavorando subdolamente nella stessa direzione dei giudici italiani e dei giornali di sinistra, con l’intenzione di cancellare dalla scena politica Silvio Berlusconi. Purtroppo non c’è niente di vero.

Torna alle altre news >>