Ricerca Autori

Autori lettera V

    Attilio Veraldi

    Attilio Veraldi

    Vai alla scheda >>

    Grazia Verasani

    Grazia Verasani

    Grazia Verasani (Bologna, 1964) è scrittrice, autrice teatrale e cantautrice. Ha esordito giovanissima con alcuni racconti apparsi su “il manifesto”. Ha pubblicato numerosi romanzi, tra cui Tutto il freddo che ho preso (Feltrinelli, 2008) e Mare d’inverno (Giunti, 2014). Nella serie “Le indagini di Giorgia Cantini”, tradotta in Francia, Germania e Russia: Quo vadis, baby? (da cui il regista Gabriele Salvatores ha tratto l’omonimo film nel 2005 e una serie tv), Velocemente da nessuna parte, Di tutti e di nessuno (tutti e tre in Universale Economica Feltrinelli), Cosa sai della notte? (Feltrinelli, 2012) e Senza ragione apparente (2015). La sua opera teatrale From Medea-Maternity Blues (Sironi, 2004), più volte rappresentata in Italia e all’estero, è diventata un film presentato alla Mostra del cinema di Venezia 2012 e vincitore di numerosi premi. Ha studiato pianoforte classico e nel 1995 ha vinto il Premio Città di Recanati per la canzone d’autore, cui sono seguiti il cd Nata mai e il più recente Sotto un cielo blu diluvio.

    Vai alla scheda >>

    Horacio Verbitsky

    Horacio Verbitsky

    Horacio Verbitsky, nato in Argentina nel 1942, giornalista e politologo, è uno dei principali esponenti del movimento argentino per la difesa dei diritti umani e tra i responsabili di Human Rights Watch/ Americas. Dopo il golpe militare del 1976 entra a far parte di un'agenzia clandestina che diffonde le prime informazioni sui campi di concentramento della dittatura, e con i suoi scritti ha più volte denunciato le atrocità commesse dagli uomini che hanno governato il paese durante il regime militare e i silenzi di chi li ha coperti negli anni successivi. Collaboratore di ‟El País”, ‟New York Times” e ‟Wall Street Journal”, insegna alla Fundación para un Nuevo Periodismo Iberoamericano fondata da Gabriel García Márquez. Feltrinelli ha pubblicato Il volo nel 1996.

    Vai alla scheda >>

    Kris Verburgh

    Kris Verburgh

    Kris Verburgh (1986), laurea in Medicina, è esperto di neuroscienze e biogerontologia. All’età di venticinque anni il dottor Verburgh era già autore di tre libri scientifici. Il primo, scritto all’età di diciassette anni, ricevette una nomination per l’Eureka Science Prize, il più importante premio letterario per libri di non-fiction in Belgio e Paesi Bassi. Con La clessidra alimentare (Urra, 2013) è stato insignito del titolo onorifico di Most Important Belgian del 2012.

    Vai alla scheda >>

    Giuseppe Vercelli

    Giuseppe Vercelli

    Giuseppe Vercelli, psicologo e psicoterapeuta, insegna Psicologia dello sport all’Università degli Studi di Torino ed è il responsabile dell’Area psicologica dello Juventus Football Club dal 2011.
    È stato docente alla Bocconi di Milano e alla facoltà di Economia dell’Università di Torino. Responsabile dell’Area psicologica della Fisi (Federazione italiana sport invernali) e della Federvolley, ha partecipato a cinque Olimpiadi come psicologo ufficiale del Coni. Dirige il Centro di Psicologia dello sport e della prestazione umana dell’Isef di Torino. Con il suo team ha sviluppato il modello di prestazione SFERA e l’AFQ, Anti-Fragile Questionnaire, il primo test validato per la misurazione dell’antifragilità personale. È autore di pubblicazioni scientifiche e divulgative, tra cui i saggi Vincere con la mente (2006) e L’intelligenza agonistica (2009), entrambi editi da Ponte alle Grazie.

    Vai alla scheda >>

    Carlo Verdelli

    Carlo Verdelli

    Carlo Verdelli è editorialista del “Corriere della Sera”. È stato il primo direttore editoriale per l’offerta informativa nella storia della Rai. Inoltre, vicedirettore di “Epoca” e del “Corriere della Sera”. Ha diretto “Sette”, “Vanity Fair”, la “Gazzetta dello Sport” e, fino al 23 aprile 2020, “la Repubblica”. Ha pubblicato I sogni belli non si ricordano (Garzanti, 2014), Roma non perdona. Come la politica si è ripresa la Rai (Feltrinelli, 2019) e Acido. Cronache italiane anche brutali (Feltrinelli, 2021).

    Vai alla scheda >>

    Nicola Verderame

    Nicola Verderame

    Vai alla scheda >>

    Vera Verdiani

    Vera Verdiani

    Vai alla scheda >>

    Ed Vere

    Ed Vere

    Ed Vere è uno scrittore e illustratore britannico di libri per bambini molto apprezzato. Ha vinto l'Highland Children's Book Award nel 2007 ed è stato selezionato per la medaglia di Kate Greenaway per l'illustrazione nel 2008. Il mostro della buonanotte è stato nominato nel 2011 al Roald Dahl Funny Prize.

    Vai alla scheda >>

    Giovanni Verga

    Giovanni Verga

    Giovanni Verga nasce a Catania nel 1840, da una famiglia di proprietari terrieri di Vizzini. Si iscrive nel 1858 alla facoltà di Giurisprudenza, ma senza portare a termine gli studi. Si dedica invece precocemente alla letteratura e alla pubblicistica: compone fra il 1856 e il 1861 due romanzi, Amore e patria, rimasto inedito, e I carbonari della montagna, stampato a proprie spese.
    Nel 1863 pubblica il romanzo Sulle lagune in una rivista fiorentina e a Firenze si reca nel suo primo viaggio importante, nel 1865. Nel 1866 esce Una peccatrice e nel 1871 Storia di una capinera, il suo primo vero successo di pubblico. Intanto soggiorna sempre più a lungo a Firenze, dove frequenta l'ambiente intellettuale. Dal 1872 si stabilisce a Milano, con qualche breve ritorno in Sicilia, ma intraprende anche viaggi all'estero, a Parigi, a Londra e in Germania. È il periodo di più intensa attività compositiva: dai romanzi Eva, Tigre reale, Eros, ai primi esperimenti di realismo con Nedda (1874) e altre novelle.
    La grande stagione creativa verghiana dura circa dieci anni, dal 1880 al 1889, comprendendo fra l'altro le raccolte Vita dei campi, Novelle rusticane, Per le vie, e i romanzi I Malavoglia, Mastro-don Gesualdo, primi due del progettato ciclo dei Vinti, che l'autore non riuscì tuttavia a proseguire (sono rimaste solo poche pagine del terzo romanzo previsto, La duchessa di Leyra). Risale a questo periodo anche il maggior successo teatrale, la trasposizione della novella Cavalleria rusticana, che andò in scena a Torino nel 1884.
    Dal 1893 ritorna a dimorare a Catania. Comincia a diradarsi la composizione letteraria: escono ancora alcune raccolte di novelle e qualche opera teatrale, fra cui la più rilevante è Dal tuo al mio (1903). Conduce per anni una vita appartata, finendo con l'essere dimenticato. Soltanto nel 1920 viene pubblicamente festeggiato per gli ottant'anni e nominato senatore. Muore nel 1922. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Novelle (1992, 2013), I Malavoglia (1993), Mastro don Gesualdo (1995) e Storia di una capinera (2011) e Eva (2020).

     


     

    Vai alla scheda >>

    Dario Vergassola

    Dario Vergassola

    Dario Vergassola è attore, autore, comico, cantautore, nonché inventore delle interviste divertenti e irriverenti, cominciate a Zelig e approdate poi nelle trasmissioni di Serena Dandini, Parla con me e The Show Must Go Off. Oltre a un’intensa attività teatrale, televisiva e radiofonica, non trascura la fiction e il cinema, partecipando a diverse serie televisive e ai film L’anima di Enrico di Stefano Saveriano, Nuda proprietà di Enrico Oldoini, Affetti smarriti di Luca Manfredi e Il mattino ha l’oro in bocca di Francesco Patierno. Ha inciso gli album Manovale gentiluomo e Lunga vita ai pelandroni. Feltrinelli ha pubblicato Panta Rai. La notizia scorre (2012).

    Vai alla scheda >>

    Caroline Vermalle

    Caroline Vermalle

    Caroline Vermalle (Piccardia, 1973) è figlia di un pilota di caccia e di una bibliofila. Appassionata di viaggi, cinema e avventura, ha studiato scienze cinematografiche e ha prodotto documentari per la Bbc a Londra. Nel 2007 è tornata in Francia e, dopo aver girato il mondo per quasi un anno insieme alla famiglia, si è stabilita a Vendée, di fronte all’oceano Atlantico, per dedicarsi interamente alla scrittura. I suoi romanzi sono stati tradotti con successo in Germania e in Spagna. Feltrinelli ha pubblicato La felicità delle piccole cose (2014), Due biglietti per la felicità (2015) e Due cuori a Parigi (2016).

    Vai alla scheda >>

    Jean-Pierre Vernant

    Jean-Pierre Vernant

    Jean-Pierre Vernant (Provins, 1914 - 2007) è stato uno storico e antropologo francese. Studioso dell’età classica, si è occupato in modo particolare della mitologia greca. Fra le sue opere ricordiamo Mito e pensiero presso i Greci (Einaudi, 1970), L’universo, gli dèi, gli uomini. Il racconto del mito (Einaudi, 2000), Senza frontiere. Memoria, mito e politica (Cortina, 2005), Pandora, la prima donna (Einaudi, 2008) e Le origini del pensiero greco (Feltrinelli, 2011).

    Vai alla scheda >>

    Jules Verne

    Jules Verne

    Jules Verne (1828-1905) raggiunse la fama nel 1863 pubblicando su una rivista Cinque settimane in pallone, un’opera che inaugurò un nuovo genere letterario ispirato dalle conquiste tecnico-scientifiche, un genere di narrativa che in seguito gli inglesi avrebbero denominato science-fiction, fantascienza. Scrisse oltre sessanta libri, tra questi i più noti sono Viaggio al centro della Terra (1864), Dalla Terra alla Luna (1865), Intorno alla Luna (1870), I figli del capitano Grant (1867-8), Ventimila leghe sotto i mari (1869-70), L’isola misteriosa (1874), Michele Strogoff (1876), oltre naturalmente a Il giro del mondo in ottanta giorni (1873) e Ventimila leghe sotto i mari (2018).

    Vai alla scheda >>

    Thierry Vernet

    Thierry Vernet

    Vai alla scheda >>

    Cecilia Veronese

    Cecilia Veronese

    Vai alla scheda >>

    Marisa Vestita

    Marisa Vestita

    Marisa Vestita è nata a Taranto e fin da piccola ha le idee chiare: nella vita vuole disegnare! Quindi studia pittura all’Accademia di Belle Arti, frequenta workshop di fumetto, scenografia e sceneggiatura e si trasferisce a Milano, dove inizia le prime collaborazioni come illustratrice. Nel corso degli anni lavora, sia come autrice che come illustratrice, con le maggiori case editrici italiane. Per Gribaudo ha pubblicato Occhi di gatto e Io sono un cane!.

    Vai alla scheda >>

    Maria Luisa Vezzali

    Maria Luisa Vezzali

    Vai alla scheda >>

    Delfina Vezzoli

    Delfina Vezzoli

    Vai alla scheda >>

    Riccardo Viale

    Riccardo Viale

    Vai alla scheda >>

    Guido Viale

    Guido Viale

    Guido Viale, nato a Tokyo nel 1943, e vive a Milano. Ha lavorato in diverse società di ricerca e progettazione in ambito economico, sociale e ambientale e svolge un’intensa attività pubblicistica. Si è occupato di rifiuti per conto dell’associazione Amici della Terra, dell’Enea, del ministero dell’Ambiente. Tra le sue opere: Il Sessantotto. Tra rivoluzione e restaurazione (Mazzotta, 1978; NdA press, 2008); Governare i rifiuti (Bollati Boringhieri, 1999); A casa. Una storia irritante (L’Ancora del Mediterraneo, 2001); Vita e morte dell’automobile. La mobilità che viene (Bollati Boringhieri, 2007); Azzerare i rifiuti. Vecchie e nuove soluzioni per una produzione e un consumo sostenibili (Bollati Boringhieri, 2008); Prove di un mondo diverso. Itinerari di lavoro dentro la crisi (NdA press, 2009); La civiltà del riuso. Riparare, riutilizzare, ridurre (Laterza, 2010); La conversione ecologica. There is no alternative (NdA press, 2011). Con Feltrinelli ha pubblicato Un mondo usa e getta. La civiltà dei rifiuti e i rifiuti della civiltà (1994; UE, 2000), Tutti in taxi. Demonologia dell’automobile (1996) e Virtù che cambiano il mondo (2013). Ricordiamo inoltre Il Sessantotto tra rivoluzione e restaurazione (Milano 1978).

     

    Vai alla scheda >>

    Riccardo Vianello

    Riccardo Vianello

    Vai alla scheda >>

    Serena  Vicari Haddock

    Serena Vicari Haddock

    Vai alla scheda >>

    Patrizia Vicentini

    Patrizia Vicentini

    Vai alla scheda >>

    Simona Viciani

    Simona Viciani

    Vai alla scheda >>

    Pierre Vidal-Naquet

    Pierre Vidal-Naquet

    Pierre Vidal-Naquet (1930 - 2006), storico di fama internazionale, è stato direttore di ricerca all'école des Hautes Etudes en Sciences Sociales dal 1969 al 1990, anno in cui è succeduto a Jean-Pierre Vernant nella direzione del Centre Louis Gernet di studi comparati sulle società antiche. Ha pubblicato con Jean-Pierre Vernant i due volumi Mito e tragedia nell'antica Grecia (Einaudi 1976 e 1991). Ha scritto pochi libri, perché , come ha dichiarato lui stesso, gli era più congeniale la misura del saggio breve e dell'articolo. Altri suoi libri in italiano sono: Gli assassini della memoria (Editori Riuniti 1993), La democrazia greca nell'immaginario dei moderni (Il Saggiatore 1996), Il mondo di Omero (Donzelli 2001) e Lo specchio infranto (Donzelli 2002).

    Vai alla scheda >>

    Ricci Videha

    Ricci Videha

    Swami Anand Videha Ricci cura da anni le opere di Osho tradotte in italiano e collabora con diverse Case editrici per rendere sempre più acces-sibile la Visione di un Uomo Nuovo, cui ha dedicato la propria vita.

    Vai alla scheda >>

    Tommaso Vidus Rosin

    Tommaso Vidus Rosin

    Tommaso Vidus Rosin è illustratore e graphic designer e lavora come direttore creativo nello Studio Quadrato a Udine. Tra gli altri ha illustrato È arrivato il futuro (Electa Kids, 2018), Mappe spaziali (Nord-Sud Edizioni, 2019), The Game (Feltrinelli, 2020) e Alla ricerca di Atlantide (Feltrinelli, 2021).

    Vai alla scheda >>

    Ricardo  Viel

    Ricardo Viel

    Vai alla scheda >>

    Ada Vigliani

    Ada Vigliani

    Vai alla scheda >>

    Enrique Vila-Matas

    Enrique Vila-Matas

    Enrique Vila-Matas (Barcellona, 1948) è autore di una vasta, provocatoria e personalissima opera narrativa, insieme intimista e sperimentale, elegante e sfrontata, che include romanzi, racconti, articoli e saggi. Feltrinelli ha pubblicato Il mal di Montano (2005), Parigi non finisce mai (2006), Dottor Pasavento (2008), Storia abbreviata della letteratura portatile (2010), Dublinesque (2010), Esploratori dell’abisso (2011), Un’aria da Dylan (2012), Bartleby e compagnia (UE, 2013), Kassel non invita alla logica (2015), Un problema per Mac (2019). Cavaliere della Legion d’Onore della Repubblica francese, tradotto in ventinove lingue, ha ottenuto numerosi riconoscimenti internazionali, tra gli ultimi, in Italia, il Premio Bottari Lattes Grinzane nel 2011, il Premio Gregor von Rezzori nel 2012 e il Premio Feronia Città di Fiano nel 2017.

    Vai alla scheda >>

    Emilio Villa

    Emilio Villa

    Vai alla scheda >>