La sesta edizione del Premio Ryszard Kapuściński per il reportage letterario - è stata vinta da Rana Dasgupta.
Le edizioni precedenti sono state vinte da Liao Yiwu, il critico critico della Cina contemporanea e dal premio Nobel, Svetlana Alexievich.
Il premio è stato istituito per commemorare Ryszard Kapuściński, giornalista e scrittore polacco morto nel 2007.

Delhi di Rana Dasgupta racconta la storia della trasformazione di una delle più grandi città del mondo dalle nuove forze del capitale globale scatenate in India dopo il 1991. Il nucleo del libro nasce dalle conversazioni di Dasgupta con i residenti di Delhi - dagli abitanti della baraccopoda ai miliardari.

Delhi
Rana Dasgupta

Rana Dasgupta

Rana Dasgupta (Canterbury, 1971), scrittore britannico di origini indiane, è cresciuto a Cambridge. Ha studiato Letteratura francese presso il Balliol College di Oxford, pianoforte al conservatorio Darius Milhaud di Aix-en-Provence e Communication Arts all’University of Wisconsin-Madison. Ha lavorato alcuni anni per un’impresa di marketing, prima a Londra, poi a Kuala Lumpur, e infine a New York, periodo durante il quale ha abbozzato il progetto di un ciclo di storie sulle città contemporanee. Nel 2001 si è trasferito a Delhi per dedicarsi interamente alla scrittura. Il suo primo libro, Tokyo Cancelled (Feltrinelli, 2006), un ciclo di storie sul modello di Boccaccio e Chaucer, è una mappa immaginaria del mondo contemporaneo. Feltrinelli ha pubblicato anche Solo (2011) e Delhi (2015).

Vai alla scheda >>

Torna alle altre news >>