Ricerca Autori

Autori lettera D

    Matteo De Benedittis

    Matteo De Benedittis

    Matteo De Benedittis, insegnante e musicista, è nato e cresciuto a Reggio Emilia; dal 2005 insegna italiano alle scuole secondarie superiori. Ha lavorato nelle scuole carcerarie, in una scuola privata e in altre pubbliche. Con Kowalski è uscito Cantami o dj... Lezioni parecchio alternative d’italiano (2009). Per Gribaudo ha scritto Le sei storie della rabbia (2018). 

    Vai alla scheda >>

    Mario De Benedittis

    Mario De Benedittis

    Mario De Benedittis (1971) insegna Sociologia dei processi culturali presso il corso di laurea in Mediazione linguistica e culturale dell’Università degli Studi di Milano. Oltre a diversi articoli su riviste scientifiche e saggi in pubblicazioni collettanee, ha pubblicato Comunità in rete (Franco Angeli, 2003). Per Feltrinelli ha pubblicato, con Mauro Magatti, I nuovi ceti popolari (2006).

    Vai alla scheda >>

    Alberto De Bernardi

    Alberto De Bernardi

    Alberto De Bernardi, storico dell’età contemporanea, ha formato generazioni di studenti insegnando e poi dirigendo il Dipartimento di Discipline storiche dell’Università di Bologna. Per Feltrinelli ha curato, insieme a Pier Paolo D’Attorre, l’annale Studi sullagricoltura italiana. Società rurale e modernizzazione (1994).

    Vai alla scheda >>

    Luca De Biase

    Luca De Biase

    Luca De Biase, storico e giornalista, è tra i più importanti osservatori della cultura della rete e dei nuovi media. Presidente della fondazione “ahref ”, è autore di Economia della felicità. Dalla blogosfera al valore del dono e oltre (Feltrinelli, 2007), di Cambiare pagina. Per sopravvivere ai media della solitudine (Rizzoli, 2011) e di I media civici. Informazione di mutuo soccorso (Feltrinelli, 2013).

    Vai alla scheda >>

    Mauro De Carli

    Mauro De Carli

    Mauro De Carli R. Insegnante e artista visivo si divide tra l’insegnamento delle discipline pittoriche e della storia dell’arte e la pratica artistica. Ha al suo attivo diverse collaborazioni con l’Accademia di Brera di Milano e, prima di ottenere una cattedra al Liceo Artistico, ha insegnato la storia dell’arte anche in altre scuole medie e superiori. Formatosi al corso sperimentale di Arte Sacra Contemporanea presso l’Accademia di Belle Arti di Brera, ha potuto assimilare diversi linguaggi delle arti visive e molteplici soluzioni espressive, che trovano infine sintesi nella dimensione della pittura e della grafica. A una fase iniziale, incentrata sulla rielaborazione di contenuti di carattere antropologico, volti alla ricerca del difficile equilibrio tra regress delle radici e sperimentazione in progress dei linguaggi contemporanei, segue una fase successiva in cui l’attenzione è rivolta ai meccanismi, spesso strategici, dell’arte attuale e del contesto sociale in cui si sviluppa. Un impegno particolare è dedicato alla grafica, ricerca del disegno come scrittura binaria, sintesi immediata del pensiero, ha realizzato inoltre diversi libri d’artista con le tecniche dell’incisione. Dal 2000 presenta il suo lavoro in diverse mostre personali e collettive in gallerie private e spazi pubblici in Italia e all’estero. È selezionato, inoltre, in diversi premi nazionali e internazionali ottenendo importanti riconoscimenti. Le sue opere grafiche e pittoriche sono presenti in collezioni private e non, in Italia, Germania, Svizzera, Francia, Inghilterra, Cina, Brasile. Ha eseguito una pala d’altare nella chiesa di Lugnacco (Ivrea) e una sua opera è presente nel Museo Civico di Fano (PU).

    Vai alla scheda >>

    Giancarlo De Cataldo

    Giancarlo De Cataldo

    Giancarlo De Cataldo (1956) è magistrato, scrittore e sceneggiatore per la tv. Ha raggiunto la fama come autore nel 2002, pubblicando Romanzo criminale, da cui sono stati tratti l’omonimo film e serie tv. Con Feltrinelli ha pubblicato I giorni dellira. Storie di matricidi (con Paolo Crepet,1998; nuova edizione 2001).

    Vai alla scheda >>

    Giuseppe De Col

    Giuseppe De Col

    Vai alla scheda >>

    Kiki Deere

    Kiki Deere

    Kiki Deere ha una laurea in letteratura latino-americana e ha viaggiato regolarmente in America Latina dal 2006. Ha visitato angoli remoti del Perú come il poco esplorato canyon del Cotahuasi, tra i più profondi del mondo, e le isolate comunità di allevatori di lama sulle Ande. È coautrice della Rough Guide dedicata al Brasile e twitta dei suoi viaggi con l’account @kikideere

    Vai alla scheda >>

    Phillip Deery

    Phillip Deery

    Phillip Deery, full professor alla Victoria University di Melbourne, dove insegna Storia degli Stati Uniti e Storia delle relazioni internazionali, è uno dei massimi studiosi di storia della Guerra fredda in Estremo Oriente e nel Pacifico. Si occupa attualmente della campagna anticomunista coordinata dai governi di Australia, Stati Uniti e Gran Bretagna durante i primi anni della Guerra fredda e del caso Alger Hiss. Per Feltrinelli ha pubblicato insieme a Mario Del Pero Spiare e tradire (2011).

    Vai alla scheda >>

    Daniel Defoe

    Daniel Defoe

    Daniel Defoe (1660-1731), scrittore inglese, dopo aver provato vari mestieri ed esperienze (commerciante, politico, addirittura galeotto), si stabilì a Londra, dove fondò e diresse il settimanale “The Review” (1704-1713), pubblicando una serie di libelli e pamphlet, fra cui il paradossale e satirico La via più breve con i dissenzienti (1702), che gli costò una condanna al carcere, dove scrisse l’Inno alla gogna (1703). Dedicò gli ultimi anni alla scrittura dei romanzi e ottenne un grande successo con la pubblicazione di Robinson Crusoe nel 1719. Tra le sue altre opere ricordiamo: Memorie di un cavaliere (1720); Il capitano Singleton (1720); Il colonnello Jack (1722); Il Diario dell'anno della peste (1722), Le fortune e le sventure della famosa Moll Flanders (1722), Lady Roxana (1724). Morì a Londra nel 1731. Feltrinelli ha pubblicato Fare l’elemosina non è carità (1982), Robinson Crusoe (1993, 2013).

    Vai alla scheda >>

    Antonino De Francesco

    Antonino De Francesco

    Antonino De Francesco (Milano, 1954) è ordinario di Storia moderna all’Università degli Studi di Milano. Ha dedicato studi alla storia del movimento democratico in Francia e in Italia, con particolare riguardo alle vicende della Rivoluzione francese e del Mezzogiorno d’Italia in età moderna. Dei suoi libri ricordiamo: Vincenzo Cuoco. Una vita politica (Laterza, 1997), 1799. Una storia d’Italia (Guerini e Associati, 2004), Mito e storiografia della “grande rivoluzione”. La Rivoluzione francese nella cultura politica italiana del ’900 (Guida, 2006), L’Italia di Bonaparte. Politica, statualità e nazione nella penisola tra due rivoluzioni, 1796-1812 (Utet, 2011). Di Vincenzo Cuoco ha curato un’edizione del Saggio storico sulla rivoluzione di Napoli e, con Annalisa Andreoni, del Platone in Italia. Con Manuela Albertone ha pubblicato, presso Palgrave, Rethinking the Atlantic World. Europe and America in the Age of Democratic Revolutions (2009), mentre presso Oxford University Press, The Antiquity of the Italian Nation. The Cultural Origins of a Political Myth in Modern Italy, 1796-1943 (2013). Feltrinelli ha pubblicato La palla al piede. Una storia del pregiudizio antimeridionale (2012).

    Vai alla scheda >>

    Stefania De Franco

    Stefania De Franco

    Vai alla scheda >>

    Elsa de' Giorgi

    Elsa de' Giorgi

    Elsa de’ Giorgi, nata in una famiglia di antica aristocrazia provinciale, fu scoperta a seguito di un concorso fotografico da Mario Camerini, che le offerse il ruolo di protagonista nel film T’amerò sempre (1933). Negli anni trenta recitò in numerosi film in costume, ma il suo antifascismo non le fece mai amare il cinema di regime. Sposata col conte Sandrino Contini Bonacossi, nella seconda metà degli anni cinquanta ebbe una relazione con lo scrittore Italo Calvino. Con prefazione di Gaetano Salvemini, nel 1955 diede alle stampe I coetanei, diario pubblico con molti riferimenti alla lotta partigiana e al cinema romano del periodo intorno alla guerra. Nel 1975 interpretò la signora Maggi, una delle narratrici di Salò o le 120 giornate di Sodoma di Pier Paolo Pasolini.

    Vai alla scheda >>

    Fulvia Degl'Innocenti

    Fulvia Degl'Innocenti

    Vai alla scheda >>

    Domenico De Gregorio

    Domenico De Gregorio

    Vai alla scheda >>

    Concita De Gregorio

    Concita De Gregorio

    Concita De Gregorio, giornalista e scrittrice, ha pubblicato per Feltrinelli Mi sa che fuori è primavera (2015). Firma storica del quotidiano “La Repubblica”, si è occupata di cronaca politica per più di trent’anni. Ha diretto “l’Unità” dal 2008 al 2011. Ha ideato e condotto programmi per la radio e per la tv tra cui Fuoriroma, inchiesta in cinquanta puntate sull’Italia delle città e dei sindaci. I suoi articoli sul processo Andreotti e sul G8 di Genova sono entrati nella Storia del giornalismo italiano 1860-2001 (Meridiani Mondadori, 2009). Nel 2019 ha vinto il premio Arrigo Benedetti. Con il romanzo Nella notte (Feltrinelli, 2019) torna dopo molto tempo a raccontare la politica.

    Vai alla scheda >>

    Leonardo Dehò

    Leonardo Dehò

    Vai alla scheda >>

    Serena Dei

    Serena Dei

    Serena Dei, laureata in giurisprudenza, è giornalista e scrittrice. Ha collaborato a diversi progetti editoriali con Gribaudo: è autrice di Diario agenda della mia gravidanzaL’arte della pizza di Simone Padoan, La credenza – The new season e ha contribuito alla stesura dei testi di La mia cucina garibaldina di Igles Corelli. 

    Vai alla scheda >>

    Roberto Deidier

    Roberto Deidier

    Roberto Deidier (Roma, 1965), poeta e saggista, vive tra la sua città e la Sicilia, dove è ordinario di Letterature comparate nell’università. Tra le sue pubblicazioni recenti si ricordano le poesie di Solstizio (Mondadori, 2014) e il volume di saggi Kore, la ragazza ineffabile (Donzelli, 2018). Per i "Meridiani" Mondadori ha curato Poesie, prose e diari di Sandro Penna e ha tradotto John Keats.

    Vai alla scheda >>

    Maylis de Kerangal

    Maylis de Kerangal

    Maylis de Kerangal è considerata una delle più importanti scrittrici francesi contemporanee. Con Feltrinelli ha pubblicato Nascita di un ponte (2013), Prix Médicis e Premio Gregor von Rezzori; Riparare i viventi (2015; Grand Prix RTL-Lire e Premio Letterario Merck), Lampedusa (2016) e Corniche Kennedy (2018; finalista al Prix Femina, al Prix Médicis e al France Culture/Télérama) adattato al cinema dalla regista Dominique Cabrera e indicato come lettura consigliata per gli studenti nei licei francesi.

    Vai alla scheda >>

    Derrick de Kerckhove

    Derrick de Kerckhove

    Derrick de Kerchhove (1944), sociologo belga naturalizzato canadese, si è occupato principalmente del legame tra rapporti sociali e nuove tecnologie, elaborando la teoria dell’intelligenza connettiva. Si è specializzato inoltre sulle ricadute neurosociali e le modificazioni antropologiche determinate dall’introduzione delle tecnologie. Per Feltrinelli, La civilizzazione video-cristiana (1995).

    Vai alla scheda >>

    Étienne  de la Boétie

    Étienne de la Boétie

    Étienne de La Boétie (Sarlat, Dordogna, 1530 - Germignan, Gironda, 1563), filosofo, poeta e umanista francese, fu molto vicino al pensiero stoico. Consigliere al Parlamento di Bordeaux, lì conobbe Montaigne, di cui diventerà grande amico. Tra i protagonisti nei tentativi di riconciliazione religiosa ai tempi delle guerre di religione in Francia, morì giovanissimo tra le braccia dell’amico Montaigne. La sua opera più nota fu il Discorso della servitù volontaria (“Classici” Feltrinelli, 2014).

    Vai alla scheda >>

    P.-A.-F. Choderlos de Laclos

    P.-A.-F. Choderlos de Laclos

    Pierre-Ambroise-François Choderlos de Laclos (1741-1803) è stato scrittore, inventore e militare. Durante la Rivoluzione francese entrò a far parte del gruppo legato al duca Filippo d’Orleans, e in seguito fu alle dirette dipendenze di Napoleone. Dal suo romanzo più famoso, Le relazioni pericolose (Feltrinelli, 2013) è stato tratto il famoso film del 1989 diretto da Stephen Frears, con Glenn Close, John Malkovich, Michelle Pfeiffer, Uma Thurman e Keanu Reeves.

    Vai alla scheda >>

    Olivier de Ladoucette

    Olivier de Ladoucette

    Olivier de Ladoucette è psichiatra e gerontologo. Tiene dei corsi all’Università Paris V, dove insegna psicologia dell’invecchiamento. In italiano sono stati pubblicati Guida per invecchiare bene e vivere a lungo (Newton Compton, 2004) e Restar giovani è questione di testa (Feltrinelli, 2007).

    Vai alla scheda >>

    François de La Rochefoucauld

    François de La Rochefoucauld

    Vai alla scheda >>

    Teresa de Lauretis

    Teresa de Lauretis

    Teresa de Lauretis (Bologna, 1938), docente, scrittrice e accademica, dopo gli studi all’Università Bocconi si è trasferita negli Stati Uniti, dove ha insegnato in vari atenei fino a ottenere la cattedra di Storia della Coscienza presso l’Università della California Santa Cruz. I temi a cui si è dedicata includono semiotica, psicoanalisi, teoria del cinema e della letteratura, femminismo, lesbismo e studi queer. Per Feltrinelli, Sui generis (1996) e Soggetti eccentrici (1999).

    Vai alla scheda >>

    Corrado Del Bò

    Corrado Del Bò

    Vai alla scheda >>

    Anna Del Bo Boffino

    Anna Del Bo Boffino

    Vai alla scheda >>

    Oreste Del Buono

    Oreste Del Buono

    Vai alla scheda >>

    Elena Del Conte

    Elena Del Conte

    Elena Del Conte è entrata in ruolo nel 1986 e da allora è docente di matematica e scienze all’Istituto Comprensivo Duca D’Aosta di Novara, città dove vive. Da sempre appassionata di matematica, ha ideato per i suoi alunni “Il quadernino delle regole”, nel quale semplifica gli argomenti per renderli alla portata di tutti. Con Instant matematica estende il suo quadernino a un pubblico di adulti. 

    Vai alla scheda >>

    Marco Del Conte

    Marco Del Conte

    Marco Del Conte è stato autore di numerosi programmi comici e firma da dieci anni la trasmissione Zelig.

    Vai alla scheda >>

    Ota De Leonardis

    Ota De Leonardis

    Ota de Leonardis (La Spezia, 1948), docente di Sociologia all’Università degli studi di Milano, è una studiosa dei processi d'innovazione sociale e istituzionale, una voce autorevole e propositiva. I suoi interessi di ricerca, sia teorica che empirica, vertono sui seguenti argomenti: la teoria delle istituzioni e le sue implicazioni epistemologiche, organizzazioni e istituzioni nei sistemi locali di governance e nei processi di institution building, le culture e le pratiche della giustizia nelle politiche sociali, le trasformazioni della sfera pubblica, i nuovi conflitti culturali e normativi e le nuove forme di mediazione. Per Feltrinelli, Il terzo escluso (1990) e In un diverso welfare (1998).

    Vai alla scheda >>