Ricerca Autori

Autori lettera M

    Greil Marcus

    Greil Marcus

    Vai alla scheda >>

    Davide Marengo

    Davide Marengo

    Davide Marengo, napoletano, classe 1972, è cresciuto a Roma dove inizia molto giovane a lavorare come fotografo. Negli anni successivi passa alla regia girando numerosi backstage di film, videoclip, pubblicità, documentari e cortometraggi premiati in numerosi festival internazionali. Nel 2007 esordisce nel lungometraggio di finzione con Notturno Bus, una commedia noir interpretata da Giovanna Mezzogiorno, Valerio Mastandrea e Ennio Fantastichini. Tra il 2005 e il 2007 gira due documentari di argomento musicale. Nel 2007 presenta al Festival di Venezia Dall’altra parte della luna, il rockumentary sui Negramaro, la popolare band salentina, realizzato in coregia con Dario Baldi. Marengo ha lavorato anche per la televisione girando due film-tv della nuova serie di Crimini: Little Dream, tratto da un racconto di Massimo Carlotto, e Neve sporca, tratto da un racconto di Giancarlo De Cataldo. Per “Le Nuvole” Feltrinelli Boris 3 (2012).


     

    Vai alla scheda >>

    Irene Marfori

    Irene Marfori

    Vai alla scheda >>

    Henri Margaron

    Henri Margaron

    Henri Margaron è nato a Grenoble, in Francia, e vive da molti anni in Italia. Si occupa dal 1993 di tossicodipendenza, alcolismo e altre forme di addiction. Dalla seconda metà degli anni novanta fa parte di ERIT, un’associazione che accoglie i migliori esperti europei sulla tossicodipendenza. Dall’inizio del 2007 è membro della commissione scientifica del ministero della Salute. Feltrinelli ha pubblicato Le droghe spiegate a mia figlia (2012).

    Vai alla scheda >>

    Ivos Margoni

    Ivos Margoni

    Ivos Margoni (1929-2006) ha insegnato Lingua e letteratura francese in diverse università italiane. Autore di un saggio sulla lirica provenzale, Fin’amors, mezura e cortesia (1965), ha tradotto, fra gli altri, Lautréamont, Laforgue, Leiris, Michaux. Per Feltrinelli ha curato, di Jacques Prévert, Storie e altre storie (1965), Il Prévert di Prévert (con Franca Madonia; 1967), Immenso e rosso (con Franca Madonia; 1967), Parole canzoni poesie (con Franca Madonia; 1971) e Opere (1999) di Arthur Rimbaud.

    Vai alla scheda >>

    Alessandro Mari

    Alessandro Mari

    Alessandro Mari (1980) è narratore e traduttore. Con Troppo umana speranza (Feltrinelli, 2011), suo esordio narrativo, si è imposto all’attenzione di pubblico e critica vincendo il Premio Viareggio-Rèpaci. Ha poi pubblicato Gli alberi hanno il tuo nome (Feltrinelli, 2013), L’anonima fine di Radice Quadrata (Bompiani, 2015), Cronaca di lei (Feltrinelli, 2017) e la graphic novel Randagi (Rizzoli-Lizard, 2016). I suoi lavori sono tradotti in Europa e in Sudamerica. Ha inoltre firmato e condotto programmi di cultura per la televisione.

    Vai alla scheda >>

    Paula Mariani

    Paula Mariani

    Paula Mariani, laureata in Traduzione e Interpretariato, da molti anni lavora nel campo della sottotitolazione e del doppiaggio; insegna al master di Traduzione Audiovisiva all’università di Barcellona.

    Vai alla scheda >>

      Maria Teresa Crisci/Grandi & Associati

    Maria Teresa Crisci/Grandi & Associati

    Vai alla scheda >>

    Aya Mariko

    Aya Mariko

    Aya Mariko è nata a Miyagi, Giappone. È laureata in pedagogia e ha lavorato per diversi anni come insegnante presso una scuola elementare di Tokyo. Nel 2006 si trasferisce in Italia e attualmente insegna Lingua giapponese all’Università Ca’ Foscari di Venezia. Fin da giovane, si è dedicata allo studio della calligrafia giapponese, di cui possiede la qualifica di maestro. È parte attiva nell’organizzazione di eventi, workshop e corsi di cultura giapponese in Italia. Si dedica soprattutto all’organizzazione di lettura di libri giapponesi per bambini e ragazzi attraverso le attività del gruppo di lettura Bunko Lagoon che ha fondato nel 2011.

    Vai alla scheda >>

    Monia Marin

    Monia Marin

    Vai alla scheda >>

    Adele Marini

    Adele Marini

    Adele Marini, bergamasca, vive e lavora a Milano. Giornalista professionista, specializzata in cronaca nera e giudiziaria, ha lavorato per importanti settimanali nazionali e collaborato a diversi quotidiani. Il suo primo romanzo: Il Consulente, uscito nel 1994, le ha aperto la strada per quel genere fra attualità e invenzione letteraria che gli anglosassoni chiamano non-fiction novel. Strada proseguita con Milano solo andata (2005), con cui ha vinto il “Premio Azzeccagarbugli 2006” e con Naviglio blues (2008), entrambi pubblicati in Italia dalla casa editrice Fratelli Frilli e in Germania da Random House-Goldmann. Nel 2013 ha pubblicato A Milano si muore così, sempre con Fratelli Frilli Editore. Numerosi suoi racconti sono presenti in varie antologie, fra cui Alle signore piace il nero (Sperling & Kupfer) e Neronovecento (Cordero). In e-book, con l’editrice Milanonera, i due saggi: I fondamentali della scrittura d’indagine (2010) e Arriva la scientifica (2011). In Feltrinelli Indies, Io non ci sto. Le ombre del commissario Marino (2014), il suo quinto romanzo.

    Vai alla scheda >>

    Massimiliano Marino

    Massimiliano Marino

    Vai alla scheda >>

    Ignazio Marino

    Ignazio Marino

    Ignazio Marino è un chirurgo di fama internazionale, specialista in trapianti e chirurgia del fegato. Nato a Genova, è cresciuto a Roma dove si è  formato all'Università Cattolica. Ha lavorato per oltre venti anni all'estero, prima a Cambridge nel Regno Unito e poi negli Stati Uniti, a Pittsburgh e Philadelphia, dove ha diretto il centro trapianti ed è Professor of surgery alla Thomas Jefferson University e Distinguished Adjunt Professor of Science alla Temple University. Nel 2006 è stato eletto senatore e nel 2008 è stato nominato presidente della Commissione parlamentare d'inchiesta sul Servizio sanitario nazionale. Durante il suo mandato da senatore ha fatto approvare la chiusura dei manicomi criminali. Dal 2013 al 2015 è stato sindaco di Roma. Ha pubblicato numerosi libri, tra cui Credere e curare (2005), una riflessione sul rapporto tra medicina e fede e sulla crisi della missione del medico, Nelle tue mani. Medicina, fede, etica e diritti (2009) e Credere e conoscere (2012), un dialogo con il cardinale Carlo Maria Martini. Con Feltrinelli ha pubblicato Un marziano a Roma (2016).

    Vai alla scheda >>

    Sylvie Marion

    Sylvie Marion

    Vai alla scheda >>

    Giovanni Mariotti

    Giovanni Mariotti

    Giovanni Mariotti, versiliese collabora al Corriere della Sera.

    Vai alla scheda >>

    Kamala Markandaya

    Kamala Markandaya

    Kamala Markandaya, nata da una famiglia bramina in una città dell’India meridionale, nel 1924, ha compiuto gli studi all’Università di Madras. Fin dalla prima giovinezza ha collaborato a giornali e riviste, ha viaggiato in India e in Europa e si è poi trasferita a Londra nel 1948. Feltrinelli ha pubblicato Nèttare in un setaccio (1956) e Furia e amore (1957).

    Vai alla scheda >>

    Jonathan Marks

    Jonathan Marks

    Jonathan Marks insegna all'University of North Carolina, a Charlotte. È autore di Human Biodiversity. Genes, Race, and History (1995) e coautore, con Edward Staski, di Evolutionary Anthropology (1992).

    Vai alla scheda >>

    Layn Marlow

    Layn Marlow

    Vai alla scheda >>

    Pierina Marocco

    Pierina Marocco

    Vai alla scheda >>

    Lorenzo Marone

    Lorenzo Marone

    Lorenzo Marone (Napoli, 1974) ha pubblicato La tentazione di essere felici (Longanesi, 2015; Premio Stresa 2015, Premio Scrivere per amore 2015, Premio Caffè corretto città di Cave 2016, 16 traduzioni all’estero), che ha ispirato un film, La tenerezza, con regia di Gianni Amelio; La tristezza ha il sonno leggero (Longanesi, 2016; Premio Como 2016), da cui verrà tratto un film omonimo con regia di Marco Mario De Notaris; Magari domani resto (Feltrinelli, 2017; Premio Selezione Bancarella 2017); Un ragazzo normale (Feltrinelli, 2018; Premio Giancarlo Siani 2018); Tutto sarà perfetto (Feltrinelli, 2019) e il saggio Cara Napoli (Feltrinelli, 2018). Collabora con “la Repubblica” di Napoli con una rubrica fissa dal titolo “Granelli”. Vive a Napoli con la moglie, il figlio e la bassotta Greta.

     

    Vai alla scheda >>

    Virgilio Marone Publio

    Virgilio Marone Publio

    Publio Virgilio Marone nacque probabilmente ad Andes, presso Mantova, nel 70 a.C., da famiglia di condizioni modeste. Sulla sua vita non mancano fonti ma è difficile accertare quali notizie siano vere. Sappiamo che fece i suoi studi a Cremona, Milano e Roma. Nella capitale strinse amicizia con il console Gaio Asinio Pollione, della fazione di Cesare e poi di Marco Antonio, cui dedicò la quarta egloga delle Bucoliche; con il poeta Lucio Vario Rufo, editore assieme a Plozio Tucca dell’Eneide; con il giurista Alfeno Varo, legato di Ottaviano per la distribuzione delle terre nel Cremonese e nel Mantovano ai veterani dopo la battaglia di Filippi, in occasione della quale Virgilio perdette i possedimenti paterni; con il letterato Quintilio Varo, cui Orazio dedicherà un’ode consolatoria per confortarlo della morte dell’amico; con Gaio Cornelio Gallo, poeta con incarichi politici che subì la damnatio memoriae, ragion per cui Virgilio dovette mutare l’iniziale dedica fatta a lui delle Georgiche; con Quinto Orazio Flacco, col quale si recò sulla via Appia alla volta di Brindisi durante le trattative tra Ottaviano e Marco Antonio. Virgilio si formò sulla filosofia di Epicuro, trasmessa da Lucrezio; dopo le Georgiche si orienterà verso la religiosità di concezioni misteriche dell’orfismo e del pitagorismo di Quinto Ennio e Nigidio Figulo; fu allievo dell’epicureo Sirone a Napoli. Virgilio fu presentato da Asinio Pollione a Cesare Ottaviano, che verso il 39 a.C. avviò un programma di riforma culturale affidandolo a Lucio Clinio Mecenate, un insostituibile appoggio nella formazione e nel consolidamento del principato augusteo, la cui domus sull’Esquilino fu luogo di incontro per i maggiori letterati del tempo. Delle opere virgiliane ricordiamo: la cosiddetta Appendix virgiliana (insieme di testi di attribuzione incerta, del periodo giovanile); le dieci egloghe delle Bucoliche (42-39 a.C.); i quattro libro delle Georgiche (38-37 a.C.), scritti sul modello delle Opere e i giorni di Esiodo e del De re rustica di Varrone, che Virgilio leggerà in una prima versione a Mecenate, alla presenza di Augusto di ritorno da una spedizione in Asia, in Campania; e infine l’Eneide, che occupò il poeta dal 29 a.C. fino alla sua morte. Per scrivere il suo poema epico, composto per lo più a Napoli e in Sicilia, Virgilio fece anche un viaggio verso la Grecia e l’Oriente assieme ad Augusto, che seguiva molto attentamente le fatiche del poeta e che lo ricondurrà poi malato a Brindisi dove questi morirà nel 19 a.C. Le biografie antiche concordano nel tramandare che Virgilio avrebbe voluto distruggere l’opera incompiuta ma che fu Augusto a opporvisi e a salvare l’Eneide. Feltrinelli ha pubblicato nei “Classici” Eneide (2008).

    Vai alla scheda >>

    Gabriel García Márquez

    Gabriel García Márquez

    Gabriel García Márquez (1928-2014), nato in Colombia, ha studiato giurisprudenza alle università di Bogotà e Cartagena, ha esordito come scrittore nel 1947. Legge Faulkner, Kafka e Virginia Woolf. Al lavoro di romanziere e autore di racconti, affianca quello di giornalista, che lo fa viaggiare in Europa, America Latina e Stati Uniti. Come scrittore ha inventato il fantastico mondo letterario di Macondo, dove sono ambientati molti dei suoi romanzi; è considerato il massimo esponente del cosiddetto realismo magico latinoamericano, che alla descrizione realistica della realtà sociale mescola un'irrealtà meravigliosa, e di cui Cent'anni di solitudine (Feltrinelli, 1968) è l'esempio più celebre. Ha vinto il premio Nobel per la letteratura nel 1982. Tra le sue altre opere ricordiamo: L'autunno del patriarca (Feltrinelli, 1975; Mondadori 1983), Cronaca di una morte annunciata (Mondadori,1983), L'amore al tempo del colera (Mondadori, 1986), Dell'amore e degli altri demoni (Mondadori, 1994), e le memorie Vivere per raccontarla (Mondadori, 2002).

    Vai alla scheda >>

    Wynton Marsalis

    Wynton Marsalis

    Wynton Marsalis (New Orleans, 1961) è uno dei più importanti artisti americani contemporanei. Musicista e compositore, è molto attivo anche nell’insegnamento e nella diffusione della cultura musicale. A New York è direttore artistico di Jazz at Lincoln Center, una delle istituzioni musicali più prestigiose della città. Ha vinto nove Grammy Award, unico artista ad aver ricevuto il premio per cinque anni consecutivi. Nel 1997 il suo oratorio Blood on the Fields, ispirato al lavoro degli afroamericani nei campi di cotone, è stata la prima e finora unica composizione jazz ad aver vinto il premio Pulitzer per la musica. Feltrinelli ha pubblicato Come il jazz può cambiarti la vita (2009).

    Vai alla scheda >>

    Claudia Marseguerra

    Claudia Marseguerra

    Vai alla scheda >>

    James Marsh

    James Marsh

    James Marsh (1963), originario della Cornovaglia, è uno dei più importanti cineasti inglesi. Dopo un esordio al documentario verso la metà degli anni novanta, con The Burger & the King: The Life & Cuisine of Elvis Presley, Marsh passa al lungometraggio con Wisconsin Death Trip (1999). Nel 2005 cura la regia di The King con Gael García Bernal e William Hurt. Ma il grande successo internazionale arriva nel 2008 con il documentario premio Oscar Man on Wire (Feltrinelli “Real Cinema”, 2009) la storia dell’impresa del funambolo Philippe Petit che nel 1974 camminò in equilibrio su un cavo teso tra le Torri gemelle di New York. Dopo il successo di Project Nim (Feltrinelli “Real Cinema”, 2012), presentato al Festival di Cannes 2011, Marsh è tornato al lungometraggio portando a Berlino 2012 la spy story Shadow Dancer.

    Vai alla scheda >>

    Frédéric Martel

    Frédéric Martel

    Frédéric Martel è uno scrittore e un ricercatore. Giornalista presso Radio France e Senior Researcher presso la ZHdK University (Zurigo). Per Feltrinelli sono usciti Mainstream. Come si costruisce un successo planetario e si vince la guerra mondiale dei media (2010), Global Gay (2014), Smart. Inchiesta sulle reti (2015) e Sodoma (2019).

    Vai alla scheda >>

    Andrea Marti

    Andrea Marti

    Vai alla scheda >>

    Monica Martignoni

    Monica Martignoni

    Vai alla scheda >>

    Franck Martin

    Franck Martin

    Franck Martin, pubblicitario di vecchia data, dirige Congruences, società nata nel 1991 e specializzata in comunicazione e gestione dei team. I suoi metodi, il suo approccio, le sue tecniche personali di sviluppo, lo rendono un alleato operativo riconosciuto nel mondo delle imprese, dello sport, delle associazioni e nell’ambiente politico. Diplomato alla Scuola di Management di Parigi con Master in Programmazione Neuro-Linguistica (PNL ), insegna in scuole commerciali e tiene conferenze per il CGPME (Confederazione generale delle piccole e medie industrie), per varie associazioni sindacali di categoria e camere di commercio e dell’industria. Feltrinelli ha pubblicato Il potere della gentilezza. 16 regole d’oro per ottenere e dare fiducia (2016).

    Vai alla scheda >>

    Virgile Stanislas Martin

    Virgile Stanislas Martin

    Virgile Stanislas Martin è un insegnante certificato di PNL (Programmazione Neuro-Linguistica) e formatore in Terapia Breve, coach e terapeuta. Coordina numerosi stage di formazione e sviluppo personale, individuale e professionale. È coinvolto anche in attività sul tema della gestione del cambiamento e l'intelligenza emotiva. Dirige il centro di formazione "Presenza & Terapia" e presiede la SFHCT (Società Francese di Ipnosi Conversazionale e Terapeutica). Per Feltrinelli Urra ha pubblicato Non ci sono problemi, solo soluzioni. Cambiare il punto di vista ti cambia la vita (2017).

    Vai alla scheda >>

    Ilaria Martinelli

    Ilaria Martinelli

    Ilaria Martinelli ha lavorato a lungo nel mondo della pubblicità per bambini. Adesso si occupa soprattutto di ritratti.

    Vai alla scheda >>

    Vittoria Martinetto

    Vittoria Martinetto

    Vai alla scheda >>