Ricerca Autori

Autori lettera M

    Margaret Mead

    Margaret Mead

    Vai alla scheda >>

    Dominique Méda

    Dominique Méda

    Dominique Méda ha studiato all'Ecole Normale Supérieure e all'Ecole Nationale d'Administration, è professore di filosofia e attualmente insegna all'Institut d'Etudes Politiques.

    Vai alla scheda >>

    Caterina Medici

    Caterina Medici

    Vai alla scheda >>

    Medici Senza Frontiere

    Medici Senza Frontiere

    Medici senza frontiere (Msf) è la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico al mondo, nata per offrire soccorso sanitario alle popolazioni in pericolo e testimoniare delle violazioni dei diritti umani cui assiste durante le sue missioni in oltre sessanta paesi. Nel 1999 è stata insignita del premio Nobel per la pace. Con Feltrinelli, MSF ha progettato: Mondi al limite (2008; Ue, 2014) e Dignità! (2011) e ha pubblicato Noi non restiamo a guardare (2012).

    Vai alla scheda >>

    Roj A. Medvedev

    Roj A. Medvedev

    Roj A. Medvedev, nato a Tbilisi nel 1925, studi di filosofia, docenza di pedagogia, storico, è stato uno dei più autorevoli rappresentanti del dissenso in Urss fin dagli anni settanta. Ha al suo attivo numerose pubblicazioni, molte delle quali tradotte in tutto il mondo, tra cui Lo stalinismo (Mondadori 1972); Gli ultimi anni di Bucharin (Ed. Riuniti 1979); Krusciov: gli anni del potere (Mondadori 1977); Tutti gli uomini di Stalin (Ed. Riuniti 1985); Dissenso e socialismo (Einaudi 1977); La rivoluzione di Gorbaciov (scritto con Giulietto Chiesa, Garzanti 1989); Intervista sul dissenso in Urss (a cura di Piero Ostellino, Laterza 1977).

    Vai alla scheda >>

    Žores Medvedev

    Žores Medvedev

    Žores A. Medvedev, gemello di Roy, biochimico, già negli anni cinquanta si era opposto alle teorie di Lysenko. Ha svelato al mondo i disastri ambientali e umani che hanno accompagnato l'ascesa del complesso nucleare sovietico. Confinato in un'istituzione totale, dal 1973 trovò asilo a Londra dove è ora Senior Research Scientist per il National Institute for Medical Research. Ha scritto numerosi libri, tra cui L'ascesa e la caduta di T.D. Lysenko (Mondadori 1971); Gorbaciov (Mondadori 1987) e un testo su Andropov (Norton 1983).

    Vai alla scheda >>

    Shafik Meghji

    Shafik Meghji

    Shafik Meghji è uno scrittore di viaggi con base a Londra, ha visitato per la prima volta il Messico nel 1999. Ha lavorato su oltre 25 Rough Guides e scrive regolarmente per la Royal Geographical Society.

    Vai alla scheda >>

    Saul Meghnagi

    Saul Meghnagi

    Saul Meghnagi (1946) presiede l'Istituto superiore per la formazione, struttura preposta dalla Cgil alla qualificazione dei propri quadri e alla ricerca sui temi educativi e del lavoro. Dirige, da quattro anni, l'indagine nazionale sui fabbisogni di formazione nell'artigianato, uno dei due progetti più importanti realizzati in Italia in materia competenze professionali. Ha fatto parte del consiglio di amministrazione del Centro europeo per la formazione, e del Comitato direttivo dell'Istituto per l'educazione dell'Unesco, e ha preso parte a ricerche internazionali sul rapporto tra formazione e lavoro. Ha pubblicato Il curricolo nell'educazione degli adulti (Loescher 1986), Conoscenza e competenza (Loescher 1992) e La competenza tra flessibilità e specializzazione (con A.M. Ajello, Angeli 1998).

    Vai alla scheda >>

    Rakeysh Omprakash Mehra

    Rakeysh Omprakash Mehra

    Rakeysh Omprakash Mehra, nato nel 1963 a New Delhi, è un regista e sceneggiatore indiano. Il suo film più famoso è Rang De Basanti (2006), per il quale ha vinto diversi premi in patria e ricevuto una nomination ai BAFTA per il miglior film straniero. Per Feltrinelli “Real Cinema” Bollywood. La più grande storia d’amore (con Jeff Zimbalist; 2013).

    Vai alla scheda >>

    Fernando Meirelles

    Fernando Meirelles

    Fernando Meirelles, regista e sceneggiatore brasiliano, ha firmato City of God, racconto spietato della vita violenta nelle favelas di Rio de Janeiro, successo mondiale. Con Feltrinelli Le Nuvole è uscito The Constant Gardener (2006) con Rachel Weisz e Ralph Fiennes.

    Vai alla scheda >>

    Philippe Meirieu

    Philippe Meirieu

    Philippe Meirieu, autore di numerosi libri di pedagogia, è direttore dell’Institut National de Recherche Pédagogique. È anche padre di quattro figli e ha insegnato a lungo. Con Feltrinelli ha pubblicato I compiti a casa (2002, UE 2003).

    Vai alla scheda >>

    L. Melandri

    L. Melandri

    Vai alla scheda >>

    Yasmina Melaouah

    Yasmina Melaouah

    Yasmina Melaouah insegna Traduzione letteraria all’Istituto Interpreti e traduttori di Milano. Ha tradotto tra gli altri Patrick Chamoiseau, Fred Vargas, Colette, Jean Genet, Andrei Makine, Mathias Enard. Nel 2007, in occasione delle Giornate della traduzione di Urbino, ha ricevuto il premio per la traduzione del Centro Europeo per l’editoria. Per Feltrinelli traduce Daniel Pennac, di cui è considerata la “voce italiana”, Laurent Mauvignier, Alain-Fournier, Yasmine Ghata, Paul Smaïl, Philippe Jaenada, Martin Winckler, Yasmina Khadra, Véronique M. Le Normand, Daniel Picouly, Nina Bouraoui.

    Vai alla scheda >>

    Alessandro Melchiorre

    Alessandro Melchiorre

    Vai alla scheda >>

    Melinda Mele

    Melinda Mele

    Vai alla scheda >>

    Franco Meli

    Franco Meli

    Vai alla scheda >>

    Andrea Melis

    Andrea Melis

    Andrea Melis (Cagliari, 1979), grafico, videomaker e scrittore, ha pubblicato articoli di cultura e racconti noir per riviste e quotidiani nazionali e stranieri. Tra i membri fondatori del Collettivo Sabot, ha firmato romanzi insieme ad autori come Massimo Carlotto e Francesco Abate, tra cui Perdas de Fogu (E/O, 2008). La sua prima opera in poesia, #Bisogni, una selezione di versi autoprodotta in mille copie grazie a una campagna di crowdfunding, è andata esaurita in poco più di un mese. Per Feltrinelli, Piccole tracce di vita. Poesie urgenti (2018).

    Vai alla scheda >>

    Alberto Melucci

    Alberto Melucci

    Alberto Melucci (1943-2001) è stato professore ordinario di Sociologia dei processi culturali all’Università di Milano e docente presso la Scuola di specializzazione in Psicologia clinica della stessa università. Ha insegnato in prestigiose università in Europa, Stati Uniti, Asia, America Latina e i suoi numerosi volumi, pubblicati in molte lingue, sono entrati nel dibattito internazionale. Tra i libri più recenti: Verso una sociologia riflessiva (1998), Culture in gioco. Differenze per convivere (2000), Parole chiave. Per un nuovo lessico delle scienze sociali (2000). Con Feltrinelli ha pubblicato: Sistema politico, partiti e movimenti sociali (1990), Il gioco dell’io (1991), L’età dell’oro. Adolescenti tra sogno ed esperienza (con Anna Fabbrini; 1992, 2000), Nazioni senza Stato (con Mario Diani; 1992), Creatività: miti, discorsi, processi (1994) e Passaggio d’epoca (1994).

    Vai alla scheda >>

    Herman Melville

    Herman Melville

    Herman Melville nasce a New York City il 1° agosto 1819. Un disastro finanziario rovina economicamente la sua famiglia, benestante da generazioni. Herman deve abbandonare gli studi per aiutare i suoi: dal 1834 al 1841 è impiegato di banca, commesso, agricoltore, maestro di scuola. La precarietà di tali occupazioni lo induce a imbarcarsi come mozzo sulla Saint Lawrence diretta a Liverpool. Successivamente prenderà il mare sulla baleniera Acushnet diretta ai mari del Sud, poi sulla Leviathan e quindi sulla Charles and Henry, a bordo delle quali navigherà a lungo i mari orientali. Determinante un episodio di diserzione: nel luglio del 1842 abbandona la Acushnet a Nukuhiva, nelle isole Marchesi, fermandosi a Taipi, per poi fuggire a Tahiti. Due anni dopo il congedo, sono le avventure di quei soggiorni nel paradiso esotico di molti artisti europei a ispirargli il primo romanzo, Taipi, in cui rievocando quei giorni già Melville rivela la natura illusoria del sogno esotico, e l’anno successivo (1847) esce Omoo, continuazione picaresca del romanzo d’esordio.
    Con Mardi (1849) Melville abbandona il genere autobiografico avventuroso per inoltrarsi in una perlustrazione metafisica che segnerà, accanto alla vena narrativa delle prime opere, il destino del lavoro a venire. Due anni dopo esce Moby Dick che dialoga con Shakespeare, per la radicalità dei dilemmi e Dante per la potenza d’impianto, e ripropone il mito ulissico e gli archetipi biblici dell’avventura marina. Successo zero. Nuovamente silenzio per Pierre dell’anno successivo, poi un incendio divampa nei magazzini dell’editore Harper distruggendo tutte le copie e i piombi dei volumi di Melville, e segnando con devastante efficacia simbolica la fine della sua breve fortuna letteraria. Dal 1855 Herman Melville non è più socialmente considerato uno scrittore, anche se, impiegatosi a New York come ispettore doganale, ferito a morte dalla tragedia del primogenito Malcolm, che si uccide accidentalmente pulendo un’arma, continua a scrivere opere di altissimo livello: Israel Potter (1855), The Piazza Tales (1856) che comprende alcuni capolavori assoluti tra cui Benito Cereno, Battle Pieces and Aspects or War (1866), bellissime poesie ispirate alla guerra di seccessione, Clarel, a Poem and Pilgrimage to the Holy Land (1876) che attinge anche a un viaggio in Terra Santa, le splendide poesie di mare di John Marr and other Sailors (1888). Muore il 28 settembre 1891. Nel 1924 vedrà la luce il romanzo Billy Budd, rimasto manoscritto alla morte dell'autore. Un altro capolavoro. Feltrinelli ha pubblicato L’uomo di fiducia (1984) e nei “Classici” Moby Dick (2007), Bartleby lo scrivano (2008), Benito Cereno (2008) e Billy Budd (2009).

    Vai alla scheda >>

    Sam Mendes

    Sam Mendes

    Sam Mendes (1965), è un regista e produttore britannico. Si forma sul teatro di Shakespeare e sbarca a Broadway con il remake del musical Cabaret e con Company, per il quale si aggiudica l’Olivier Award come aiuto regista. Esordisce a Hollywood con American Beauty e subito fa saltare il banco, vincendo nel 2000 cinque Oscar, tra cui quello per la regia. Ricordiamo Revolutionary Road, affresco dell’America anni cinquanta tratto dal romanzo bestseller di Richard Yates, e Skyfall. Per Feltrinelli “Le Nuvole”, American life (2011).

    Vai alla scheda >>

    Miguel  Gonçalves Mendes

    Miguel Gonçalves Mendes

    Miguel Gonçalves Mendes (1978) ha fondato nel 2002 la JumpCut, società di produzione e distribuzione indipendente che ha prodotto José y Pilar. Autore tra il 2002 e il 2003 di alcuni cortometraggi pluripremiati in patria, esordisce alla regia documentaria nel 2004 con Autografia, film sul poeta e pittore surrealista Mário Cesariny de Vasconcelos premiato come miglior documentario portoghese al festival DocLisboa del 2004. Per Feltrinelli “Real Cinema”, José e Pilar. José Saramago e Pilar del Río: i giorni del loro amore (2011).

    Vai alla scheda >>

    Alessandro Mendini

    Alessandro Mendini

    Alessandro Mendini (1931), architetto, artista, designer, è personaggio rappresentativo dell’idea di una progettazione critica cosciente e poetica. Ha diretto le riviste "Casabella", "Modo", "Ollo", "Domus". Dagli anni ’70 è punto di riferimento nella svolta verso il design post-moderno. Vive e lavora a Milano. Per Feltrinelli ha pubblicato Diavoli custodi (2017; con Erri De Luca).

    Vai alla scheda >>

    Eduardo Mendoza

    Eduardo Mendoza

    Eduardo Mendoza, nato nel 1943 a Barcellona, dove è tornato a vivere nel 1982 dopo quasi dieci anni trascorsi a New York, assieme a Manuel Vázquez Montalbán, è considerato uno dei più prestigiosi autori della letteratura spagnola contemporanea. Con Feltrinelli ha pubblicato: Il mistero della cripta stregata (1990), L’isola inaudita (1991), Nessuna notizia di Gurb (1992), La verità sul caso Savolta (1995), Il Tempio delle signore (2002, vincitore del premio dei librai spagnoli Libro del Año) e O la borsa o la vita (2013).

    Vai alla scheda >>

    Cristiana Mennella

    Cristiana Mennella

    Vai alla scheda >>

    Paolo Mereghetti

    Paolo Mereghetti

    Vai alla scheda >>

    Bruno Meriggi

    Bruno Meriggi

    Vai alla scheda >>

    Marco Meriggi

    Marco Meriggi

    Marco Meriggi (Roma, 1955) insegna Storia delle istituzioni politiche presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Napoli “Federico II”. Si è occupato soprattutto del tema dei rapporti tra società e potere politico in Europa dal Sette al Novecento, con particolare attenzione all’Italia pre e postunitaria, e attualmente si sta orientando verso la prospettiva della storia globale. I suoi libri più recenti sono: Gli stati italiani prima dell’Unità (il Mulino, 2002; nuova edizione ampliata, 2011); L’Europa dall’Otto al Novecento (con A.M. Banti, A. Chiavistelli, L. Mannori; Carocci, 2006) Atlante culturale del Risorgimento (con Laura Di Fiore; Laterza, 2011); World History. Le rotte della storia mondiale (Laterza, 2011). Per Feltrinelli ha curato Dell’insurrezione di Milano nel 1848 e della successiva guerra. Memorie (2011) di Carlo Cattaneo.

    Vai alla scheda >>

    Paola Merla

    Paola Merla

    Vai alla scheda >>

    Stella Merlin Defanti

    Stella Merlin Defanti

    STELLA MERLIN DEFANTI (1983) è ricercatrice presso il Dipartimento di Culture e Civiltà dell’Università di Verona. Qui insegna Glottologia e Linguistica e svolge la sua attività di ricerca in un progetto dedicato al contatto linguistico tra Grecia e Anatolia nel II e I millennio a.C. e finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca (European ResearchCouncil - ERC - programma Horizon 2020). Ha studiato l’origine delle parti del discorso nella tradizione grammaticale antica, grecae latina. Si è occupata recentemente di alcuni aspetti dell’opera di Prisciano (V-VI sec. d.C.), autore del più grande trattato di grammatica latina giunto a noi dall’antichità. Questo è il suo primo libro dedicato allo studio del latino per tutti.

    Vai alla scheda >>

    Thomas Merton

    Thomas Merton

    Vai alla scheda >>

    M. Messina

    M. Messina

    Vai alla scheda >>

    Silvia Meucci

    Silvia Meucci

    Vai alla scheda >>