Ricerca Autori

Autori lettera P

    Tea Pecunia

    Tea Pecunia

    Tea Pecunia, laureata in Filosofia, si occupa delle tradizioni orientali, in particolare di buddhismo, Zen e dei classici della letteratura giapponese sui samurai. Da tempo pratica la meditazione, il Sistema Corpo Specchio di Martin Brofman, le Meditazioni Attive di Osho e lo zazen. Insieme a Marina Panatero si occupa della cura redazionale delle opere di Osho tradotte in italiano. Per Feltrinelli ha curato, con Marina Panatero, Bushido. La Via del guerriero (2013), Kendo. Gli insegnamenti di spada di un maestro zen samurai  (di Takuan Soho, 2017), Che colore ha il vento? Insegnamenti zen per questi tempi terribili (2018), Bushido per donne guerriere. Risveglia il samurai che c'è in te (2018), Natori Masazumi, Shonin-Ki (di Natori Masazumi, 2019) e Il libro dei cinque anelli ​(di Miyamoto Musashi, 2020). Ha curato, con Genevienne Pecunia, Estinguere il dolore. Le parole del Buddha (2017) e Kāmasūtra (2018). Ha scritto, insieme a Marina Panatero, Giochiamo a rilassarci. La meditazione per calmare i bambini e renderli più attenti e creativi (2015),  Impariamo a rilassarci. La meditazione per principianti stressati e senza mai tempo (2016).

    Vai alla scheda >>

    Tea Pecunia

    Tea Pecunia

    Vai alla scheda >>

    Genevienne Pecunia

    Genevienne Pecunia

    Genevienne Pecunia è cultrice di lingue antiche e traduce dal latino, dal greco, dal sanscrito e dal pali. Per Feltrinelli ha realizzato la versione italiana dal pali e il commento del Dhammapada, la via del Buddha. Ha tradotto e commentato dal sanscrito: Kuttanimata. Manuale della perfetta cortigiana (Cairo editore, 2011). Ancora per Feltrinelli, Estinguere il dolore. Le parole del Buddha (2017; con Tea Pecunia) e la curatela dell'edizione del Kāmasūtra (2018; con Tea Pecunia).

    Vai alla scheda >>

    Sara Pedroni

    Sara Pedroni

    Vai alla scheda >>

    James Peel

    James Peel

    Vai alla scheda >>

    Susana Peix

    Susana Peix

    Vai alla scheda >>

    Paolo Pejrone

    Paolo Pejrone

    Paolo Pejrone nasce a Torino nel 1941. Vive in Piemonte nel Saluzzese. Si laurea, con grande noia e molta difficoltà, in Architettura, al Politecnico di Torino. Diventa allievo di Russell Page e frequenta lo studio di Roberto Burle Marx a Rio de Janeiro. Dal 1970 lavora in Italia, Francia, Svizzera, Arabia Saudita, Grecia, Inghilterra e Germania come architetto di giardini. Ha collaborato per vent’anni con l’Editrice Condé Nast e collabora tuttora con numerosi giornali e riviste d’opinione e specialistiche. È vicepresidente per l’Italia dell’International Dendrology Society (IDS), socio fondatore dell’Associazione italiana di architettura del paesaggio (AIAPP), ideatore e fondatore della mostra-mercato “Tre giorni per il giardino” al Castello di Masino e fondatore e presidente dell’Accademia piemontese del giardino. Ha pubblicato, tra l’altro: I miei giardini (2008), Gli orti felici (2009), Cronache da un giardino. Le piante e le loro stagioni (2010) e, con Feltrinelli, In giardino non si è mai soli. Diario di un giardiniere curioso (2002) e Il vero giardiniere non si arrende. Cronache di ordinaria pazienza (2003).

    Vai alla scheda >>

    Eugenia Pelanda

    Eugenia Pelanda

    Eugenia Pelanda, psicoterapeuta a indirizzi psicoanalitico, è docente di Psicopatologia dello sviluppo presso l'Università Cattolica di Milano e presidente dell'Associazione Area G e dell'Associazione Roberto Boccafogli. Con Feltrinelli ha pubblicato Psicoterapia breve di individuazione (1999), con Mariateresa Aliprandi e Tommaso Senise.

    Vai alla scheda >>

    Alberto Pellai

    Alberto Pellai

    Alberto Pellai medico, psicoterapeuta dell’età evolutiva, è educatore e scrittore. Ha svolto numerose ricerche sull’infanzia e l’adolescenza, e nel 2004 il ministero della Salute gli ha conferito la Medaglia d’argento al merito. Dal 2005 al 2010 ha condotto con Nicoletta Carbone su Radio 24 “Questa casa non è un albergo”, l’unico programma radiofonico nazionale dedicato alla relazione genitori e figli, da cui è stato tratto il volume Questa casa non è un albergo. Adolescenti: istruzioni per l’uso (Feltrinelli). È autore di numerosi libri rivolti a genitori, insegnanti, adolescenti e bambini, tra i quali Mamma, cos’è l’amore? (Franco Angeli, 2007), Una calamita di mamma (Erickson, 2007), Da padre a figlia (San Paolo, 2008), Tutto troppo presto. L’educazione sessuale dei nostri figli ai tempi di Internet (DeAgostini, 2015). Dal 2010 cura su “Famiglia Cristiana” la rubrica settimanale Essere genitori. Ha vinto numerosi premi letterari. Per Feltrinelli ha pubblicato anche Questa casa non è un albergo! Adolescenti: istruzioni per l’uso (2012), E ora basta! I consigli e le regole per affrontare le sfide e i rischi dell’adolescenza (2013), Baciare, fare, dire. Cose che ai maschi nessuno dice (2015) e Bulli e pupe. Come i maschi possono cambiare. Come le ragazze possono cambiarli (2016). Su Facebook gestisce una pagina pubblica molto seguita, dedicata ai consigli sull’educazione.

    Vai alla scheda >>

    Rosario Pellecchia

    Rosario Pellecchia

    Rosario Pellecchia, per tutti Ross, è una delle voci più amate della radio italiana. Nato a Castellammare di Stabia, vive a Milano, dove conduce da anni 105 Friends, lo storico programma di metà mattina di Radio 105.
    Giornalista, autore e cantante, ha pubblicato cinque album con il suo progetto musicale Flabby e un romanzo, Solo per vederti felice (Mondadori, 2019).

    Vai alla scheda >>

    Adriana Pellegrini

    Adriana Pellegrini

    Vai alla scheda >>

    Tommaso Pellizzari

    Tommaso Pellizzari

    Tommaso Pellizzari veronese di nascita, vive e lavora a Milano per il “Corriere della Sera”. Tra i fondatori di “Linea bianca”, trimestrale di scienza e cultura calcistica, cura per il Corriere.it “Ehi Book!”, il blog dedicato al mondo dell’editoria digitale. Ha pubblicato Trenta senza lode (1999, Mondadori), No Milan (2001, Lìmina) e Inter: la dinastia (2010, Dalai Editore).

    Vai alla scheda >>

    Niccolò Pellizzon

    Niccolò Pellizzon

    Vai alla scheda >>

    Rosa Penna

    Rosa Penna

    Vai alla scheda >>

    Daniel Pennac

    Daniel Pennac

    Daniel Pennac, nato a Casablanca nel 1944, già insegnante di lettere in un liceo parigino, dopo un'infanzia vissuta in giro per il mondo, tra l'Africa, l'Europa e l'Asia, si è definitivamente stabilito a Parigi. Quando comincia a scrivere scopre una particolare propensione per storie comiche, surreali ma ben radicate nelle contraddizioni del nostro tempo. Ha raggiunto il successo dopo i quarant'anni con la serie di Belleville, i romanzi editi in Italia da Feltrinelli tra il 1991 e il 1995 (Il paradiso degli orchiLa fata carabinaLa prosivendolaSignor Malaussène e La passione secondo Thérèse, oltre a Ultime notizie dalla famiglia), incentrati sul personaggio di Benjamin Malaussène, di professione capro espiatorio, e relativa famiglia. Recentemente, è uscito l'ultimo libro della serie: Il caso Malaussène. Mi hanno mentito (2017). Claudio Bisio ha portato in scena con grande successo la pièce che Pennac ha tratto dalla sua saga Signor Malaussène, prodotta dal Teatro dell'Archivolto con la regia di Giorgio Gallione. Sempre per Feltrinelli sono usciti: il saggio sulla lettura Come un romanzo (1993), il romanzo Signori bambini (1998), la storia a fumetti Gli esuberati (2000, con disegni di Jacques Tardi), il romanzo Ecco la storia (2003), il monologo Grazie (2004), la rielaborazione L’avventura teatrale. Le mie italiane (2007), il racconto La lunga notte del dottor Galvan (2005), i romanzi Diario di scuola (2008; Audiolibri "Emons-Feltrinelli", 2011) e Storia di un corpo (2012; nuova edizione accresciuta, con illustrazioni di Manu Larcenet: 2014), nella collana Feltrinelli "Kids", Ernest e Celestine (2013; nuova edizione con le illustrazioni di Benjamin Renner: 2019) e, nella collana "Feltrinelli Comics", Un amore esemplare (2018; con Florence Cestac). Nel 2018 ha pubblicato Mio fratello, nel 2020 La legge del sognatore. Altri suoi racconti sono comparsi nella collana digitale Zoom. Pennac ha vinto il Premio internazionale Grinzane Cavour “Una vita per la letteratura” nel 2002, il Premio Chiara alla carriera 2015 ed è stato insignito nel 2005 della Legion d’onore per le arti e la letteratura. Feltrinelli ha inoltre pubblicato L’amico scrittore (2015), una conversazione di Daniel Pennac con Fabio Gambaro.

    Vai alla scheda >>

    Elisabetta Pennacchioni

    Elisabetta Pennacchioni

    Elisabetta è la “front girl” del Goloso Mangiar Sano, e con la sua simpatia e spontaneità rende unici il canale YouTube e l’altrettanto fortunato profilo Instagram, che a oggi conta oltre 100.000 follower. Si avvicina al mondo del food grazie alla pasticceria, lavorando inizialmente come decoratrice. Studentessa di Scienze Gastronomiche, ha da sempre una passione per il buon cibo, che deve essere etico, a km 0 e di qualità. 

    Vai alla scheda >>

    Federica Pennacchioni

    Federica Pennacchioni

    Federica si occupa di tutta la parte tecnologica: dalle registrazioni fino all’editing di foto e video. Nel 2014 si laurea in Biologia e, nel 2019, consegue un Master in Alimentazione e dietetica vegetariana. Il suo apporto al Goloso Mangiar Sano riguarda quindi anche i profili nutrizionali delle ricette, elemento fondamentale per una sana alimentazione. Fin da bambina è appassionata di ecologia e botanica. Questo è il loro primo libro.

    Vai alla scheda >>

    Elena Pensiero

    Elena Pensiero

     Elena Pensiero, nata nel 1988, è un’ illustratrice che vive a Gaeta. Prima di tirare fuori dal cassetto l’amore per il disegno, è stata grafica e assistente stilista. Attualmente, oltre a disegnare, è sempre alla ricerca di pini marittimi, foto di galassie e profumi interessanti. Si è diplomata al Master di illustrazione editoriale Ars in Fabula di Macerata nel 2017.

    Vai alla scheda >>

    Renato Pensio

    Renato Pensio

    Vai alla scheda >>

    di Napoli Peppe

    di Napoli Peppe

    Peppe Di Napoli è nato a Napoli nel 1973. Figlio e nipote di pescivendoli, comincia da ragazzino a lavorare insieme al padre. Oggi è proprietario e chef dell’omonima ristopescheria a Pianura, quartiere nell’area nord di Napoli. È sposato dal 2000 con Brunella. Hanno due figli: Aurora, di 19 anni, e Alessandro, di 13. Nel febbraio 2019 pubblica sulla sua fanpage, con la complicità della figlia Aurora, una videoricetta che in poche ore raggiunge il milione di visualizzazioni. In pochi mesi diventa, grazie alla sua autentica veracità, un personaggio della rete seguito e amato.

    Vai alla scheda >>

    Carlotta Perego

    Carlotta Perego

    Carlotta Perego è laureata in design, ama la cucina e le piante. Ha lavorato nella moda, ma un giorno, con un grande atto di coraggio, ha deciso di volare fino a Los Angeles, dove ha studiato cucina vegetale. Ha poi lavorato come assistente per Plantlab, diventando alla fine insegnante di cucina vegetale e crudismo. Tornata in Italia, ha deciso di portare qui quello che ha imparato.

    Vai alla scheda >>

    Claudia Peregrini

    Claudia Peregrini

    Claudia Peregrini è medico pediatra. Vive a Milano dove lavora come psicoanalista.

    Vai alla scheda >>

    Jacopo Perfetti

    Jacopo Perfetti

    Jacopo Perfetti, Mba, 1981 è imprenditore e insegna Imprenditoria presso la SDA Bocconi School of Management. Ha passato gli ultimi 18 anni della sua vita a inventarsi il lavoro e lanciare nuove iniziative imprenditoriali in diversi settori: da Internet all’arte, passando per il food, l’editoria, la strategia e il marketing, dove ha sviluppato progetti per brand come Adidas, Branca, Campari, Eni, laRinascente e Moleskine. Da sempre appassionato d’arte, ha prodotto mostre e progetti artistici. È autore di tre libri pubblicati in Italia e all’estero. Per Feltrinelli Urra ha pubblicato Inventati il lavoro. Sopravvivere alla fine del posto fisso e svegliarsi ogni mattina con il sorriso (2017).

    Vai alla scheda >>

    Francesco Peri

    Francesco Peri

    Vai alla scheda >>

    Tullio Pericoli

    Tullio Pericoli

    Vai alla scheda >>

    Luigi Perissinotto

    Luigi Perissinotto

    Luigi Perissinotto è professore ordinario di Filosofia del linguaggio presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia. Ha dedicato diversi saggi e volumi alla filosofia di Wittgenstein e ai problemi filosofici del significato e dell’interpretazione. Oltre a Wittgenstein. Una guida (Feltrinelli, 1997), tra le sue pubblicazioni più recenti ricordiamo: il saggio Wittgenstein e i limiti dell’empirismo, nel volume curato con Silvana Borutti, Il terreno del linguaggio. Saggi e testimonianze sulla filosofia di Wittgenstein (2006), la cura e l’introduzione della traduzione italiana di Colloqui con Wittgenstein annotati da O.K. Bouwsma (2006) e dell’edizione italiana di L. Wittgenstein, Esperienza privata e dati di senso (2007).

    Vai alla scheda >>

    Franco Perlasca

    Franco Perlasca

    Vai alla scheda >>

    Cecilia Pero

    Cecilia Pero

    Vai alla scheda >>

    Alessandro Peroni

    Alessandro Peroni

    Vai alla scheda >>

    Sergio Perosa

    Sergio Perosa

    Vai alla scheda >>

    Roberto Perotti

    Roberto Perotti

    Roberto Perotti è professore ordinario di Economia politica all’Università Bocconi. È Research Associate del National Bureau of Economic Research di Boston e Research Fellow del Center for Economic Policy Research di Londra. È stato co-direttore del “Journal of the European Economic Association”. È stato consulente della Banca Mondiale, della Inter-American Development Bank, del Fondo Monetario Internazionale, della Banca Centrale Europea, e della Banca d’Italia. Dal settembre 2014 al dicembre 2015 è stato Consigliere Economico del Presidente del Consiglio. Autore di Meno pensioni più welfare! (2002, con Tito Boeri) e L’università truccata (2008). Per Feltrinelli ha pubblicato nel 2016 Status quo. Perché in Italia è così difficile cambiare le cose (e come cominciare a farlo) e Falso! Le promesse dei politici e i conti che non tornano (2018).

    Vai alla scheda >>

    Silvio Perrella

    Silvio Perrella

    Silvio Perrella, critico letterario, collaboratore di varie riviste e quotidiani, si è occupato di Novecento letterario italiano e ha curato opere di Silvio D’Arzo, Raffaele La Capria, Goffredo Parise. Ha vinto il premio Bilenchi per la saggistica e ha pubblicato saggi su Calvino (1999) e Parise (2003) e il libro Giùnapoli (2006). Per i “Classici” ha introdotto Il critico come artista (1995) di Oscar Wilde e Il fu Mattia Pascal (2009) di Luigi Pirandello.

    Vai alla scheda >>